Home Concorsi pubblici Concorso Magistratura Concorso Magistratura 2020, 310 posti: rinviato diario prove scritte al 27 novembre

Concorso Magistratura 2020, 310 posti: rinviato diario prove scritte al 27 novembre

Alice Lottici
Concorso-magistratura-2020-cosa-sapere

Rinviato il diario delle prove scritte del Concorso Ministero Giustizia per 310 posti di magistrato ordinario: della Gazzetta Ufficiale n. 75 del 25 Settembre 2020 l’avviso che proroga la pubblicazione al 27 Novembre.

La motivazione dell’ennesimo rinvio sembra essere la crescita dei contagi e la necessità, quindi, di nuove misure di contenimento sanitario per lo svolgimento delle prove. Come riportato nell’avviso pubblicato sul sito del Ministero della Giustizia:

La perdurante situazione di emergenza epidemiologica da COVID-19 ha reso necessario un differimento dello svolgimento delle prove scritte del concorso per magistrato ordinario indetto con d.m. 29 ottobre 2019, per come originariamente programmate.

In tale contesto emergenziale, il Ministero della giustizia ha già attivato un tavolo tecnico con il Ministero della salute ed i diversi attori istituzionali coinvolti nella gestione di procedure concorsuali di rilievo nazionale, al fine di elaborare mirate indicazioni operative che consentano il prossimo svolgimento delle prove concorsuali in condizioni di piena sicurezza per i candidati e tutti gli operatori coinvolti”.

Il bando, che ha dato il via al Concorso Magistratura 2020, riporta indicazioni sulla partecipazione e sull’iter di selezione. Nei successivi paragrafi ci concentreremo sui requisiti richiesti, sulle prove e le relative materie.

Quando ripartono i concorsi dopo il Coronavirus

Concorso Magistratura 2020: requisiti

Gli aspiranti candidati entro il termine ultimo di avviamento a selezione, fissato per il 19 Dicembre 2019, devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • cittadinanza italiana;
  • pieno esercizio dei diritti civili;
  • condotta incensurabile;
  • idoneità fisica all’impiego;
  • posizione regolare nei confronti degli obblighi militari;
  • non essere stato dichiarato per 3 volte non idoneo agli esami nelle passate edizioni;
  • rientrare in una delle seguenti categorie: magistrati amministrativi e contabili, procuratori dello Stato non incorsi in sanzioni disciplinari, dirigenti o funzionari dello Stato con almeno 5 anni nella qualifica, docenti universitari in materie giuridiche senza sanzioni disciplinari, dipendenti della Pa in ruolo dirigenziale o dell’ex area direttiva con laurea in Giurisprudenza e anzianità lavorativa di almeno 5 anni, abilitati all’esercizio della professione forense e senza sanzioni disciplinari se iscritti all’albo, magistrati ordinari da almeno 6 anni senza demerito revoca o sanzioni, soggetti con titolo di laurea ai sensi delle condizioni dei commi 8-9-10-11 art. 2 del presente bando;
  • essere in posizione regolare con il pagamento del diritto di segreteria, del valore di 50 euro;
  • possesso dei requisiti richiesti dalle leggi vigenti in materia.

Bando in Gazzetta Ufficiale

Concorso Magistratura 2020: come fare domanda

Prima di inviare la candidatura, gli interessati devono controllare attentamente requisiti e modalità di invio della domanda per non incorrere nell’esclusione dalla procedura per difetti o ritardi.

La domanda di partecipazione al Concorso Magistrati ordinari doveva essere compilata tramite apposito form e inviata sul sito www.giustizia.it entro il 19 Dicembre 2019.

La procedura di iscrizione è indicata step per step nel bando: dalla registrazione ai documenti necessari da allegare, dai titoli di preferenza da indicare fino alla stampa finale della ricevuta.

Vai al bando

Nel caso di più invii verrà presa in considerazione l’ultima candidatura.

Concorso Magistratura 2020: prove

L’esame consiste in una prova scritta e una prova orale.

Per la prova scritta saranno necessarie 8 ore dalla dettatura della traccia, in quanto consiste nella redazione di 3 elaborati teorici sulle materie:

  • diritto civile;
  • diritto penale;
  • diritto amministrativo.

La prova orale invece consisterà in un colloquio per verificare la conoscenza dei seguenti argomenti:

  • diritto civile ed elementi fondamentali di diritto romano;
  • procedura civile;
  • diritto penale;
  • procedura penale;
  • diritto amministrativo, costituzionale e tributario;
  • diritto commerciale e fallimentare;
  • diritto del lavoro e della previdenza sociale;
  • diritto comunitario;
  • diritto internazionale pubblico e privato;
  • elementi di informatica giuridica e di ordinamento giudiziario.

E’ previsto anche un colloquio in lingua straniera a scelta tra: inglese, francese, spagnolo e tedesco.

Concorso Magistratura 2020: diario prove

Disposto il rinvio del diario con avviso nella Gazzetta Ufficiale 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» del 25 settembre 2020.

La comunicazione sulle prove scritte verrà pubblicata nella Gazzetta del 27 novembre 2020.

 

Per rimanere aggiornato sui Concorsi Magistrato 2020 iscriviti alla newsletter LeggiOggi Concorsi!



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome