Home Lavoro Contributi Inps sospesi: ripresa versamenti al 31 luglio e 16 settembre 2020

Contributi Inps sospesi: ripresa versamenti al 31 luglio e 16 settembre 2020

Chiara Arroi
ripresa versamenti contributi inps

La stagione delle sospensioni causa emergenza Coronavirus sta terminando e il calendario estivo scandisce il lento ritorno ai ritmi normali: dopo il primo grande tax day del 20 luglio, ora l’Inps comunica che riprendono anche i versamenti dei contributi Inps sospesi causa Covid.

Lo ha fatto con il messaggio 2871 del 20 luglio 2020, il cui oggetto sono proprio le istruzioni contabili sulla ripresa dei versamenti dei contributi previdenziali e assistenziali e dei premi per l’assicurazione obbligatoria contro gli infortuni e le malattie professionali.

I decreti emanati dal Governo in piena emergenza hanno prima introdotto la sospensione dei termini per il pagamento dei contributi:

  • previdenziali,
  • assistenziali,
  • dei premi per l’assicurazione obbligatoria

Dopodiché hanno stabilito la proroga degli stessi, differendo la ripresa degli adempimenti e dei versamenti al 16 settembre 2020, ad eccezione dei contributi sospesi per le aziende del settore vivaistico, che hanno mantenuto la scadenza originaria del 31 luglio 2020.

Ecco allora un riepilogo delle scadenze e delle istruzioni Inps da seguire per:

  • aziende con dipendenti
  • artigiani e commercianti
  • iscritti a gestione separata Inps
  • committenti
  • aziende agricole.

>> Contributi Inps: versamento e compilazione Quadro RR. Istruzioni

Aziende con dipendenti: ripresa versamento contributi

Il pagamento deve essere effettuato tramite modello “F24”, compilando la “Sezione INPS” con le modalità indicate nell’esempio che segue, utilizzando il codice contributo “DSOS” ed esponendo la matricola dell’azienda seguita dallo stesso codice utilizzato per la rilevazione del credito (N966 – N967 – N968 – N969 – N970 – N971- N972 – N973).  Le aziende beneficiarie della sospensione devono aver preliminarmente trasmesso la denuncia Uniemens entro le stesse scadenze. Per la compilazione del flusso Uniemens, le aziende interessate inseriranno nell’elemento <DenunciaAziendale>, <AltrePartiteACredito>, <CausaleACredito> il valore “N9xxx” e le relative <SommeACredito> (che rappresentano l’importo dei contributi sospesi).

Qualora le aziende beneficiarie della sospensione contributiva non abbiano assolto gli adempimenti relativi alla trasmissione della denuncia Uniemens, si ribadisce, come anticipato in premessa, che gli stessi dovranno essere assolti entro il 16 settembre 2020 (entro il 31 luglio 2020 per le imprese del settore florovivaistico).

Artigiani e commercianti: ripresa versamento contributi

Per la ripresa dei versamenti da effettuare entro la data del 16 settembre 2020 (in unica soluzione oppure tramite versamento di 4 rate in caso di rateizzazione) i contribuenti possono utilizzare apposita codeline visualizzabile nel Cassetto previdenziale per Artigiani e Commercianti alla sezione Posizione assicurativa – Dilazioni: “Mod. F24 Covid19”, dove è possibile scaricare anche il relativo modello “F24” precompilato e da utilizzare per il versamento.

Si fa presente che, al fine di usufruire della sospensione, i contribuenti che hanno inteso o intendono effettuare il versamento di quanto dovuto in unica soluzione utilizzando i modelli di pagamento originariamente predisposti e messi a disposizione nel mese di maggio, sono comunque obbligati a presentare domanda di sospensione indicando il codice fiscale dell’impresa che ha dato titolo all’iscrizione alla gestione di competenza.

Committenti che versano alla Gestione separata Inps

I committenti tenuti al versamento nella Gestione separata devono versare la contribuzione riferita ai compensi effettivamente pagati nel periodo di sospensione e denunciati nel flusso Uniemens con il codice 31 “Azienda interessata alla sospensione dei contributi a causa dell’emergenza epidemiologica da COVID-19. D.L. n. 18/2020, art. 78 comma 2-quinquiesdecies”, Lo devono fare entro il 31 luglio 2020.

Invece i committenti tenuti al versamento nella Gestione separata con riferimento ai compensi effettivamente pagati nel periodo di sospensione e denunciati nel flusso Uniemens con i codici 24, 25, 26, 27, 28, 29 e 30, devono versare la contribuzione dovuta entro il 16 settembre 2020. La causale da indicare nel modello “F24” è CXX/C10.

Domanda di rateizzazione

Ecco le istruzioni sulla domanda di rateizzazione per Aziende con dipendenti, Artigiani e Commercianti e Committenti tenuti al versamento dei contributi alla Gestione separata

La comunicazione della volontà di avvalersi della rateizzazione deve essere trasmessa, esclusivamente online, direttamente dal titolare o dal legale rappresentante o dagli intermediari abilitati, per i datori iscritti alle seguenti gestioni:

  • Datori di lavoro con dipendenti;
  • Artigiani e Commercianti;
  • Gestione separata committenti.

A tal fine è disponibile nel sito internet dell’Istituto il format da inoltrare, reperibile al seguente percorso: “Prestazioni e servizi” > “Tutti i servizi” > “Rateazione Contributi sospesi emergenza epidemiologica COVID-19”.

Nelle sezioni “Datore di lavoro con dipendenti” e “Gestione separata committenti”, devono essere compilati i campi relativi ai codici di sospensione di appartenenza -Periodo di sospensione – contributi dovuti – numero delle rate e l’importo totale da rateizzare.

I codici di sospensione esposti sono:

  • per i Datori di lavoro con dipendenti: N966, N967; N968, N969, N970, N971, N972, N973;
  • per la Gestione separata: 24, 25, 26, 27, 28, 29, 30, 31.

(Fonte: Inps)



© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome