Home Economia Coronavirus: chiusura uffici Inps, Agenzia entrate, Poste, Inail. Regole e novità

Coronavirus: chiusura uffici Inps, Agenzia entrate, Poste, Inail. Regole e novità

Nuove regole Covid-19: Inps chiude al pubblico e garantisce assistenza via web o telefonica. Agenzia delle entrate riceve solo su appuntamento. Poste italiane riduce attività sportelli.

Chiara Arroi
coronavirus regole uffici Inps Entrate Poste italiane

Non solo bar, ristoranti e negozi chiusi, l’emergenza Coronavirus ha portato a una chiusura e riduzione di attività anche negli uffici e sportelli dei più grandi istituti italiani: Agenzia delle entrate, Inps e Inail. E non solo. Anche a livello locale molti enti si sono organizzati per contenere al massimo l’attività di relazione con il pubblico. E anche Poste Italiane ha preso misure a riguardo, garantendo comunque la sua attività di consegna. L’inasprirsi dell’emergenza ha poi portato gli istituti a prendere ulteriori misure di riduzione orari uffici e sportelli.

È delle ultime ore la notizia che Inps ha deciso di chiudere tutti i suoi uffici al pubblico, da lunedì 16 marzo. L’Istituto garantirà solo assistenza telefonica e via web.

Ecco perché prima di recarsi presso uno sportello pubblico è bene controllare se questo sia o meno aperto o se ci siano altre modalità di ricevimento o se ci siano altri avvisi specifici.

Ricordiamo che il Decreto 9 marzo 2020 ha introdotto misure drastiche per combattere la rapida diffusione dei contagi da Covid-19. Lo ha fatto trasformando l’Italia in zona protetta e introducendo per tutti i cittadini sul territorio nazionale il divieto di spostamento, se non per necessità, motivi di salute e di lavoro, da provare mediante autodichiarazione.

Il Decreto 1 aprile inoltre ha disposto la proroga di tutte le restrizioni imposte fino al prossimo 13 aprile (in attesa del nuovo decreto).

Oltre a questo sono state anche disposte l’apertura controllata di bar, locali e negozi, ristoranti, regole ferree per l’accesso a questi locali, stop a manifestazioni sportive e culturali, chiusura di musei e luoghi di cultura. Ricordiamo però che i negozi alimentari sono aperti e si può sempre fare la spesa.

Se c’è pericolo in questi luoghi di frequentazione quotidiana, figuriamoci nei pubblici uffici, dove ogni giorno transitano migliaia di cittadini, accolti in altrettanti sportelli. In proposito, Inps e Agenzia delle entrate hanno deciso di porre un limite agli accessi, emanando avvisi, in cui comunicano la chiusura di molti sportelli per sanificazione, la riduzione delle attività degli stessi, e le modalità alternative di contatto e accesso ai servizi.

Vediamo in dettaglio la mappa della chiusura degli uffici e dell’accesso controllato degli stessi, in attesa che l’emergenza coronavirus finisca.

Coronavirus: le regole degli uffici Inps 

Per quanto riguarda invece l’attività quotidiana dell’Inps, l’Istituto aveva comunicato la chiusura di tutti i suoi uffici al pubblico, nel mese di marzo, garantendo comunque assistenza a tutti via web o telefonica.

Tutte le sedi Inps erano state chiuse da lunedì 16 marzo 2020, per contrastare al massimo la rapida diffusione del Coronavirus. I servizi saranno comunque garantiti via telefono e via web.

A Tal proposito, l’Istituto ha comunicato lo scorso aprile di aver intensificato l’attività di assistenza telefonica nei giorni infrasettimanali dalle 8,30 alle 16,20.

Come si legge sul sito Inps: “Considerata la rilevanza sociale del servizio informativo reso dall’Inps durante la fase emergenziale in corso e la necessità di adeguare ulteriormente la capacità di risposta al bisogno crescente di assistenza e supporto da parte dei cittadini, l’Istituto comunica che il servizio di Sportello telefonico provinciale è attualmente presidiato, in modalità continuativa, dalle 8.30 alle 16.30, dal lunedì al venerdì.

Inoltre, ieri 9 aprile l’Istituto ha comunicato la chiusura temporanea degli uffici di alcune sedi Inps, per le operazioni di sanificazione degli ambienti. In particolare L’Istituto comunica che, per operazioni di sanificazione, è stata disposta la chiusura temporanea dei seguenti uffici:

CALABRIA

  • Filiale di Corigliano-Rossano dal 19 marzo 2020 fino a nuova comunicazione.

FRIULI VENEZIA GIULIA

  • Direzione regionale Friuli Venezia Giulia il 9 aprile 2020;
  • Direzione provinciale di Trieste il 10 aprile 2020.

LAZIO

  • Filiale metropolitana di Roma Flaminio dal 20 marzo 2020 fino alla conclusione dei lavori di sanificazione;
  • Agenzia di Sora dal 8 al 9 aprile 2020.

LOMBARDIA

  • Filiale metropolitana di Milano in via G. Silva 38 dal 17 marzo fino alla data di conclusione dei lavori di sanificazione;
  • Sede di Milano Centro via Circo 16, dal 20 marzo 2020 fino a nuova comunicazione.

MARCHE

  • Strutture territoriali in provincia di Pesaro e Urbino dal 20 marzo 2020 fino a nuova comunicazione;
  • La Sede provinciale di Pesaro riaprirà lunedì 30 marzo per due giorni alla settimana (lunedì e giovedì).

TRENTINO ALTO ADIGE

  • Sede provinciale di Bolzano, palazzo in Piazza Vittoria, dal 7 al 13 aprile 2020.

VENETO

  • Direzione provinciale di Rovigo dal 6 al 10 aprile 2020;
  • Direzione provinciale di Vicenza dal 13 al 17 aprile 2020.

Coronavirus: i numeri Inps attivi in tutta Italia

Inps ha comunicato sul proprio sito web che, per contenere quanto più possibile il rischio di diffusione contagi da Coronavirus, ha attivato nuovi numeri telefonici per contattare gli uffici provinciali di tutta Italia.

Inoltre l’istituto ha deciso che tutti i servizi informativi siano resi attraverso il potenziamento dei canali telefonici e telematici e integralmente assicurati dal servizio di sportello telefonico provinciale, attivi con gli stessi standard di qualità e nelle consuete fasce orarie di apertura al pubblico (8.30 – 12.30).

Quindi per ora niente più accesso fisico agli uffici, ma solo via telefono oppure online.

>> Qui la lista di tutti i numeri telefonici attivati per provincia

Coronavirus: visite medico-legali Inps sospese

C’è di più. In tutto il territorio nazionale sono sospese le visite medico-legali per l’accertamento dell’invalidità civile, cecità civile, sordità, handicap e disabilità.

Per tutti i soggetti già convocati e interessati alla sospensione è previsto l’invio di SMS del rinvio della visita per emergenza Covid-19. Nelle more della sospensione saranno esaminate le sole domande presentate dai malati oncologici, ai sensi della legge 9 marzo 2006, n. 80

Agenzia delle entrate: uffici aperti solo su appuntamento

Anche l’Agenzia delle entrate è entrata a gamba tesa contro il Coronavirus e a tutela degli utenti. Lo aveva fatto con un comunicato stampa in cui annunciava che “in relazione all’emergenza sanitaria derivante dalla diffusione del Covid-19, a partire dal 10 marzo presso gli Uffici territoriali e gli Uffici provinciali dell’Agenzia delle entrate è necessario ridurre al minimo l’affluenza dei contribuenti”. Per questo era stato disposto che gli uffici restassero aperti solo per la ricezione atti.

Ora, l’accesso agli sportelli di Agenzia delle entrate-Riscossione è consentito esclusivamente su appuntamento. È una delle indicazioni del Presidente dell’Ente, Ernesto Maria Ruffini, a seguito del Dpcm dell’11 marzo 2020 per il contrasto alla diffusione del Coronavirus.

Chiusura Sportelli Agenzia delle entrate-Risccossione

Inoltre, la chiusura degli sportelli è stata prolungata a data da destinarsi. Come la stessa Agenzia-Riscossione ha comunicato in una nota stampa: Agenzia delle entrate-Riscossione comunica che la chiusura al pubblico dei propri sportelli sul territorio nazionale, prevista in precedenza fino al 3 aprile, è stata prorogata fino a nuova comunicazione. Nell’attuale situazione straordinaria, dovuta alle misure introdotte per far fronte all’emergenza COVID19, i contribuenti possono utilizzare i servizi web, disponibili sul sito www.agenziaentrateriscossione.gov.it e sull’App Equiclick.

I contribuenti possono richiedere un appuntamento utilizzando il servizio online ‘Prenota ticket’, disponibile nell’area pubblica del sito internet di Agenzia delle entrate-Riscossione e dall’App Equiclick, senza necessità di pin e password, con l’invito a effettuare le richieste solo per casi urgenti e non differibili.

Si invitano quindi i contribuenti a utilizzare i canali online per richiedere i servizi. Questi sono sempre in funzione.

L’Agenzia comunica a tutti che è sempre possibile utilizzare:

  • La posta elettronica certificata per la presentazione di istanze e documenti che saranno lavorati in back- office,il cui esito sarà comunicato dall’ufficio sempre con posta elettronica (gli indirizzi sono riportati sul sito Internet agenziaentrate.gov.it, nell’area nazionale e in quelle regionali),
  • Civis, posta elettronica non certificata e telefono
  • Per i servizi di assistenza di carattere generale è attivo il numero verde 800.90.96.96, contattabile da telefono fisso, o il numero 06/96.66.89.07 tramite cellulare.

Coronavirus, Agenzia entrate: sospesi accertamenti

Inoltre, un comunicato stampa ha annunciato la sospensione delle attività di liquidazione, controllo, accertamento, accessi, ispezioni e verifiche, riscossione e contenzioso tributario da parte degli uffici dell’Agenzia delle Entrate, a meno che non siano in imminente scadenza.

Coronavirus: apertura uffici di Poste Italiane

Poste Italiane, ha comunicato che continua ad essere garantito il servizio su tutto il territorio nazionale, con alcune regole. Visto l’incremento dei casi di contagio sul territorio nazionale e le misure prese dal Governo, l’Azienda ha deciso di mantenere un numero omogeneo di uffici Postali aperti in proporzione agli abitanti di ciascun Comune: vengono contingentate le aperture pomeridiane degli Uffici aperti su doppio turno e di quelli aperti solo al mattino. Inoltre, nei Comuni con un unico Ufficio Postale, l’apertura avverrà a giorni alterni.

Ogni cittadino potrà conoscere l’apertura dell’ufficio di riferimento direttamente con avvisi affissi all’esterno di ogni ufficio postale.

Inoltre “Prenota Ticket”, il servizio di prenotazione online dell’appuntamento in Ufficio Postale è stato al momento sospeso.

NOTIFICHE A MEZZO POSTA. C’è di più: per le notifiche a mezzo posta, tenuto conto dell’impossibilità di effettuare il recapito a mano, gli invii saranno direttamente depositati presso gli Uffici Postali e verrà rilasciato un “avviso in busta chiusa a mezzo lettera raccomandata con avviso di ricevimento”.

Inail: sportello telematico “Inail risponde”

Anche l’Inail è corsa ai ripari per limitare i rischi dei contagi da Coronavirus. Sul portale dell’Istituto si legge a chiare lettere che “Per motivi precauzionali, diretti a contenere la diffusione del coronavirus, al fine di evitare la presenza fisica agli sportelli, le richieste di informazioni e/o di servizi sono gestite esclusivamente mediante il canale di accesso telematico “Inail Risponde” nella sezione “Supporto” della home page del portale Inail, barra blu in alto a destra.

Resta attivo il servizio telefonico nelle varie sedi regionali. Contatti Sedi Inail.

Fonti: Inps, Poste Italiane, Agenzia delle entrate, Inail

 

Potrebbe interessarti l’e-book:

CORONAVIRUS 2019-nCoV

CORONAVIRUS 2019-nCoV

Walter Pasini, 2020, Maggioli Editore

La storia ci insegna che da sempre le società umane combattono, ciclicamente, la loro guerra contro le epidemie, questo nemico astuto, insidioso, implacabile, e soprattutto, privo di emozioni e scrupoli. Eppure, le società umane hanno sempre vinto. Oggi il progresso scientifico e...





© RIPRODUZIONE RISERVATA


CONDIVIDI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome