Home Concorsi pubblici Concorso Regione Campania, riprogrammate le prove scritte a seguito dell’ordinanza del Tar:...

Concorso Regione Campania, riprogrammate le prove scritte a seguito dell’ordinanza del Tar: le date

Alice Lottici
concorso-regione-campania-sospesa-prova-scritta-cosa-succede-ora

Riformata l’ordinanza del Tar Campania. L’intervento del Consiglio di Stato ha consentito la riprogrammazione delle prove scritte del Concorso Regione Campania per la selezione di 950 profili in categoria D.

Leggi l’avviso del Formez

Le sessioni si terranno al PalaPartenope di Napoli rispettivamente il:

  • 3 marzo 2020 ore 8,30: profilo professionale ITD/CAM;
  • 4 marzo 2020 ore 8,30: profilo professionale CID/CAM;
  • 4 marzo 2020 ore 14,30: profilo professionale CUD/CAM;
  • 5 marzo 2020 ore 8,30: profilo professionale VGD/CAM;
  • 5 marzo 2020 ore 14,30: profilo professionale SAD/CAM.

La sospensione era stata comunicata dal Formez Pa il 12 Febbraio, a seguito dell’ordinanza del Tar Campania che contestava le modalità di gestione della selezione.

Ripercorriamo assieme l’accaduto.

Concorsi Campania: aggiornamenti e nuovi bandi

Concorso Regione Campania: l’ordinanza del Tar

La recente pronuncia del Tar Campania, con l’ordinanza n. 218/2020 del 12 Febbraio, ha condotto alla sospensione della procedura selettiva del concorso.

Ai microfoni di NapoliToday uno degli avvocati promotori dell’istanza, Francesco Leone, ha spiegato quali fossero le motivazioni che hanno portato al blocco temporaneo della selezione: “La modalità utilizzata permette di ricondurre ogni prova al suo autore, contravvenendo a un principio fondamentale di ogni concorso: l’anonimato. I commissari e i vigilanti avrebbero potuto associare agevolmente l’elaborato a un candidato, creando i presupposti per favoritismi e raccomandazioni. Una irregolarità che il Tar ha colto, sospendendo il concorso“.

Quindi, l’oggetto della contestazione è l’erronea modalità di gestione della preselezione a carico del Formez PA e della Commissione Ripam.

Sottolineiamo che la procedura coinvolta è solamente quella per la selezione di 950 unità in categoria D.

Leggi il comunicato ufficiale

Il Governatore della Regione, Vincenzo De Luca, ha subito colto l’occasione, in una conferenza stampa tenutasi il 14 Febbraio a Torre del Greco, per rassicurare tutti i partecipanti e portare l’attenzione sui recenti fatti: “Fra due ore sarà pronto il ricorso al Consiglio di Stato. Abbiamo fiducia che questo ricorso verrà accolto, tanto che per marzo, questo è l’obiettivo, manderemo a lavorare i primi 3.000 giovani laureati e diplomati“.

Concorso Regione Campania: l’intervento del Consiglio di Stato

Accolta l’istanza cautelare che ha stabilito la sospensione della procedura concorsuale per i profili in categoria D.

Le prove scritte previste per i giorni 13, 19, 24 e 28 Febbraio 2020 non si sono svolte. Il blocco sarebbe stato previsto fino al 6 Ottobre 2020, giorno dell’udienza pubblica che avrebbe risanato la situazione.

Tra le prospettive si temeva la ripetizione della prova preselettiva. L’Amministrazione regionale ha immediatamente dato mandato all’Avvocatura dello Stato per presentare un contro ricorso. Il Consiglio di Stato ha richiesto la sospensiva dell’ordinanza per far proseguire la procedura.

Le prove scritte si svolgeranno dal 3 al 5 marzo nell’ordine di convocazione.



© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome