Home Economia Canone Rai over 75 a basso reddito: aggiornati i moduli di esenzione...

Canone Rai over 75 a basso reddito: aggiornati i moduli di esenzione e rimborso

esenzione canone rai over 75

Il conto alla rovescia per chiedere l’Esenzione canone Rai 2020 sta per scadere, perché l’autocertificazione deve essere presentata entro il 31 gennaio, se si vuole ottenere un esonero totale. Allo tal proposito l’Agenzia delle entrate ha pubblicato sul sito il modulo aggiornato per gli over 75 a basso reddito che vogliono tirarsi fuori dal pagamento della tassa sulla televisione pubblica italiana.

Per chi non fosse ancora a conoscenza di questa opportunità di esonero, riepiloghiamo in breve chi ne ha diritto, come richiederla e pubblichiamo inoltre il nuovo modello da utilizzare per la richiesta di esenzione e rimborso del canone tv per gli ultrasettantacinquenni a reddito basso.

> Esenzione canone Rai 2020 entro il 31 gennaio: come richiederlo <

Esenzione Canone Rai over 75: chi ne ha diritto

I cittadini e le cittadine che hanno compiuto 75 anni, con un reddito annuo proprio e del coniuge non superiore complessivamente a 8.000 euro e senza conviventi titolari di un reddito proprio (fatta eccezione per collaboratori domestici, colf e badanti), possono presentare una dichiarazione sostitutiva (sezione I dell’apposito modello) con cui attestano il possesso dei requisiti per essere esonerati dal pagamento del canone TV.

Esenzione e rimborso Canone 2020: ecco i moduli da utilizzare

Pubblichiamo qui i modelli aggiornati che gli over 75, con reddito non superiore a 8 mila euro, devono utilizzare per chiedere sia l’esenzione (se non vogliono pagare il canone) sia il rimborso (se il canone è stato già pagato).

Scarica il Modulo esenzione per over 75

Scarica il Modulo rimborso canone per over 75

Esenzione Canone Rai over 75: solo per casa di residenza

Affinché un over 75 con reddito fino a 8 mila euro abbia diritto all’esonero dal pagamento del Canone, deve possedere uno o più apparecchi televisivi nella casa di residenza. Se invece gli apparecchi sono posizionati in abitazioni diverse da quella di residenza non si alcun diritto ad esenzioni.

Esenzione canone Rai 2020: entro quando compiere 75 anni

L’agevolazione inoltre spetta per l’intero anno se il compimento del 75° anno è avvenuto entro il 31 gennaio dell’anno stesso. Se invece la persona ha spento 75 candeline dal 1° febbraio al 31 luglio dell’anno, l’agevolazione spetta per il secondo semestre.

Esenzione canone Rai 2020: si deve rinnovare ogni anno?

I soggetti che hanno presentato la dichiarazione sostitutiva, se le condizioni di esenzione permangono, possono continuare a beneficiare dell’agevolazione anche nelle annualità successive, senza procedere alla presentazione di nuove dichiarazioni.

Se, invece, si perdono i requisiti attestati in una precedente dichiarazione sostitutiva, ad esempio perché si supera il limite di reddito previsto, è necessario presentare la dichiarazione di variazione dei presupposti (compilazione della sezione II del modello di dichiarazione sostitutiva).

Canone Rai: come chiedere il rimborso se ho già pagato

I cittadini che hanno pagato il canone TV, pur avendo i requisiti per non farlo, possono chiederne il rimborso, utilizzando il modello per la richiesta di rimborso, che contiene anche la dichiarazione sostitutiva attestante la sussistenza delle condizioni e dei requisiti che danno diritto all’esenzione.

Se il canone non dovuto è stato pagato in bolletta elettrica, è possibile richiedere il rimborso, dopo aver presentato la dichiarazione sostitutiva che attesta il possesso dei requisiti, utilizzando lo specifico modello – pdf – che può essere trasmesso anche on line – indicando la causale 1.

La dichiarazione sostitutiva e la richiesta di rimborso possono:

  • essere spedite a mezzo del servizio postale in plico raccomandato, senza busta, al seguente indirizzo Agenzia delle entrate – Direzione Provinciale I di Torino – Ufficio Canone TV – Casella postale 22 – 10121 Torino (in tal caso va allegata copia di un valido documento di riconoscimento);
  • essere trasmesse, firmate digitalmente, tramite posta elettronica certificata all’indirizzo cp22.canonetv@postacertificata.rai.it;
  • essere consegnate dall’interessato presso un qualsiasi ufficio territoriale dell’Agenzia delle entrate.

Fonte: Agenzia delle entrate

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome