Home Concorsi pubblici Concorso Agenzia delle Entrate Concorsi Agenzia Entrate, le procedure in arrivo entro il 2022

Concorsi Agenzia Entrate, le procedure in arrivo entro il 2022

Alice Lottici
Concorsi-agenzia-entrate-triennio-2020-2022

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è stato pubblicato il capitolato d’appalto per individuare una società idonea all’affidamento delle procedure dei prossimi Concorsi Agenzia Entrate.

Grazie al documento, abbiamo notizia in anteprima delle procedure che verranno espletate nel triennio 2020/2022.
Vediamo i profili richiesti e come saranno organizzate le relative prove.

Novità e aggiornamenti sui Concorsi Agenzia delle Entrate

Concorsi Agenzia Entrate: selezioni in arrivo

Nel capitolato tecnico pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono indicate le procedure selettive per diversi posti a tempo indeterminato, i cui bandi verranno varati nel triennio 2020/2022.

Leggi il documento ufficiale

Sono già stati autorizzati posti per i seguenti profili professionali:

  • 300 Dirigenti;
  • 2300 unità di personale non dirigenziale (funzionari).

Tra le unità di personale non dirigenziale le figure da selezionare sono diverse: economisti, giustisti, statisti, ingegneri, architetti e geometri.

Potrebbero essere bandite almeno 3 procedure per i funzionari e 2 per i dirigenti. Si ipotizza una partecipazione di oltre 300.000 candidati, stimato sulla base dei precedenti Concorsi Agenzia delle Entrate.

Alcuni posti, a seconda delle procedure, potranno essere riservati al reclutamento di personale negli Uffici della Valle d’Aosta e della Provincia di Bolzano.

Il numero di assunzioni autorizzate potrebbe subire variazioni a fronte di nuove norme che consentano il reclutamento di ulteriori unità durante il triennio a venire.

Concorsi Agenzia Entrate: prove previste

Come indicato nel documento: “Le prove si sostanziano in un questionario composto generalmente da 80 quesiti con 3 o 5 alternative di risposta per ciascun quesito.
I quesiti devono essere inediti”.

La procedura per figure non dirigenziali può prevedere le seguenti fasi:

  • prova oggettiva attitudinale, differenziata a seconda del profilo, con un test per misurare competenze trasversali, abilità logiche e di comprensione verbale;
  • prova oggettiva tecnico-professionale, consistente nella somministrazione di quesiti a risposta multipla per verificare la conoscenza delle materie previste dai relativi bandi.

Alla prima prova sono ammessi tutti i candidati, mentre alla seconda solamente coloro che rientrino nei posti in graduatoria al limite massimo di 3 o 5 volte i posti indicati nei bandi per i profili specifici e la sede scelta.

Gli esami da affrontare per i candidati alla procedura dei dirigenti possono essere:

  • prova preselettiva, corretta con lettura automatizzata;
  • prove scritte tradizionali.

 

Per rimanere aggiornato sui Concorsi Agenzia Entrate 2020 iscriviti alla Newsletter LeggiOggi Concorsi!

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome