Home Concorsi pubblici Concorso Scuola Concorso Straordinario e Ordinario Secondaria 2019: requisiti a confronto, chi partecipa

Concorso Straordinario e Ordinario Secondaria 2019: requisiti a confronto, chi partecipa

Alice Lottici
concorso-straordinario-e-ordinario-secondaria-2019-requisiti-chi-partecipa

Il decreto scuola, presentato al Consiglio dei Ministri il 10 Ottobre, stabilisce che il Concorso Straordinario e Ordinario Secondaria 2019 vengano banditi contestualmente e quindi entro la fine dell’anno.

In questo articolo vogliamo far chiarezza su chi può partecipare ad ogni procedura, dal momento che tutti i candidati in possesso dei requisiti previsti potrebbero partecipare a entrambe per la stessa classe di concorso o per il posto di sostegno.

Decreto Scuola pubblicato in Gazzetta: cosa prevede

Concorso Straordinario e Concorso Ordinario Secondaria 2019: requisiti

I posti autorizzati per le nuove assunzioni della scuola sono 48.000, di cui 24.000 per il Concorso Straordinario Secondaria e 24.000 per il Concorso Ordinario Secondaria.

Ciascun partecipante potrà concorrere per una sola tipologia di posto (comune o sostegno) e regione.

In questa tabella mettiamo a confronto i requisiti per ciascuna procedura:

Concorso Straordinario Concorso Ordinario

Posti comuni:

  • titolo di studio valido per accedere all’insegnamento;
  • 3 anni di servizio negli ultimi 8 nelle scuole statali su posto comune o sul sostegno;
  • almeno 1 anno di servizio maturato sulla classe di concorso.

Posti di sostegno:

  • titolo di specializzazione;
  • 3 anni di servizio negli ultimi 8 nelle scuola statali su posto comune o sul sostegno, con almeno 1 anno sul sostegno.
Posti comuni: 

  • abilitazione sulla classe di concorso specifica;oppure
  • laurea (magistrale, a ciclo unico, diploma di II livello dell’alta formazione artistica musicale e coreutica o titolo equipollente ed equiparato dall’ordinamento vigente) e 24 Cfu;oppure
  • abilitazione per altra classe di concorso o altro grado di istruzione in possesso dei titoli di accesso alla classe di concorso.

Per gli ITP, fino al 2024/2025 è richiesto un diploma che consenta l’accesso alla scuola superiore.

Posti di sostegno:

  • requisiti indicati per gli altri posti;
  • titolo di specializzazione.

Il Concorso Straordinario Secondaria e il Concorso Ordinario Secondaria verranno banditi solamente per le regioni, le classi di concorso e le tipologie di posti per le quali si prevedano fino al 2022/2023 posti vacanti o disponibili.

La graduatoria di merito del Concorso Straordinario potrà essere utilizzata anche dopo l’anno scolastico 2022/2023.

Come è strutturato il Concorso Ordinario Secondaria

Concorso Straordinario e Ordinario Secondaria 2019: chi partecipa

I docenti in possesso dei requisiti di accesso ad entrambe le procedure potranno partecipare per la stessa classe di concorso o per il posto di sostegno. Per ogni procedura però devono concorrere per una sola classe di concorso, un posto e in un’unica regione.

Al Concorso Straordinario sono ammessi anche:

  • docenti di ruolo, che concorrano per una diversa classe di concorso;
  • specializzandi al Tfa Sostegno IV ciclo, che concluderanno il percorso a febbraio/marzo 2020 (ammessi con riserva, anche al Concorso ordinario);
  • docenti con 3 annualità di servizio presso le scuole paritarie, unicamente per l’ottenimento dell’abilitazione.

Nessuna novità invece per i docenti Infanzia e Primaria senza servizio nella scuola secondaria.

Concorso Straordinario Secondaria: bando nei primi mesi del 2020

Per la preparazione consigliamo:

Concorso scuola 2019. Avvertenze generali per tutte le classi di concorso

Concorso scuola 2019. Avvertenze generali per tutte le classi di concorso

Vincenzo Calvino, 2019, Maggioli Editore

Il manuale è uno strumento di sicura utilità per la preparazione ai concorsi per docenti nelle scuole di ogni ordine e grado.È aggiornato alla normativa scolastica di recente approvazione: › decreti legislativi in attuazione della legge n. 107/2015;› riforma degli istituti professionali...



 

Fonte: Orizzonte Scuola

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome