Home Concorsi pubblici Concorso Straordinario Secondaria: come verrà attivato, prove e programmi

Concorso Straordinario Secondaria: come verrà attivato, prove e programmi

Alice Lottici
concorso-straordinario-secondaria-come-verrà-attivato-prove-programmi

L’8 Ottobre è stata presentata la bozza del Decreto Scuola alla Ragioneria Generale dello Stato, che verrà poi passata al Consiglio dei Ministri.

Il testo, contenente tutte le disposizioni sul Concorso Straordinario Secondaria per 24mila posti, potrebbe essere ancora soggetto a modifiche.

Vediamo assieme punto per punto il contenuto.

Trovata l’intesa tra Miur e sindacati per precari e neolaureati

Concorso Straordinario Secondaria: come verrà attivato

Diversamente da come era stato annunciato per la procedura, il Concorso Straordinario verrà bandito solamente per le Regioni, le classi di concorso e le tipologie di posti per le quali si prevedano posti vacanti negli anni scolastici 2020/2021, 2021/2022 e 2022/2023.

Le assunzioni dei vincitori potranno continuare anche dopo il suddetto periodo, perchè la graduatoria di merito è ad esaurimento.

I posti a Concorso sono 24mila, suddivisi tra posti comuni e posti di sostegno.

Concorso Straordinario Secondaria: chi partecipa

Il Concorso è riservato ai soggetti, anche di ruolo, che abbiano maturato annualità di servizio nei termini indicati o siano in possesso dei seguenti requisiti:

  • valido titolo di studio per l’insegnamento e specializzazione ulteriore per i candidati al sostegno;
  • 3 annualità di servizio tra l’anno scolastico 2011/2012 e il 2018/2019 nelle scuole statali secondarie su posto comune o di sostegno anche non continuative;
  • almeno un anno di servizio sulla classe di concorso o per una tipologia di posto;

Concorso Straordinario Secondaria: prove e programmi

Il Concorso è stato strutturato in questo modo:

  • prova scritta, svolgimento a computer di quesiti a risposta multipla sui programmi d’esame previsti per il concorso a cattedra del 2018, da superare almeno con 7/10;
  • formazione graduatoria con i vincitori della prova scritta e titoli;
  • formazione graduatoria con idonei per ottenere l’abilitazione;
  • immissione in ruolo dei vincitori, per un totale di 24mila posti, per il periodo di formazione iniziale e prova;
  • conseguimento 24 Cfu, se non ancora posseduti, con oneri a carico dello Stato;
  • prova orale, il cui punteggio di superamento è 7/10;
  • conseguimento dell’abilitazione a fine anno di prova.

I docenti idonei che abbiano superato la prova scritta ma che non rientrino nei 24mila posti a disposizione potranno conseguire l’abilitazione alle seguenti condizioni:

  • se abbiano una supplenza con contratto a tempo determinato fino al 30 giugno o 31 agosto nelle scuole statali;
  • conseguano i 24 Cfu;
  • superino la prova orale.

Per la preparazione consigliamo:

Concorso scuola 2019. Avvertenze generali per tutte le classi di concorso

Concorso scuola 2019. Avvertenze generali per tutte le classi di concorso

Vincenzo Calvino, 2019, Maggioli Editore

Il manuale è uno strumento di sicura utilità per la preparazione ai concorsi per docenti nelle scuole di ogni ordine e grado.È aggiornato alla normativa scolastica di recente approvazione: › decreti legislativi in attuazione della legge n. 107/2015;› riforma degli istituti professionali...



Fonte: Orizzonte Scuola

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome