Home Concorsi pubblici Pas e Concorso Straordinario, incontro Fioramonti-sindacati: cosa è emerso

Pas e Concorso Straordinario, incontro Fioramonti-sindacati: cosa è emerso

Alice Lottici
pas-e-concorso-straordinario-incontro-17-settembre

Il 17 Settembre, pochi giorni dopo l’inizio dell’anno scolastico nelle Regioni italiane, il Miur ha convocato le organizzazioni sindacali per un primo incontro con il neo Ministro Fioramonti, al fine di definire le procedure dei Pas e Concorso Straordinario.

La discussione si è concentrata su:

  • avvio dell’anno scolastico;
  • misure di contrasto al precariato.

Vediamo assieme ciò che è emerso dall’incontro.

Trovata intesa Miur e Sindacati: una sintesi

Pas e Concorso Straordinario: la discussione

Notizie positive dall’incontro di ieri, 17 Settembre, tra i sindacati e il Ministro pentastellato Fioramonti: il decreto verrà ripreso e pubblicato con alcune modifiche.

Già nel precedente Governo, i rappresentati del Movimento 5 Stelle avevano manifestato la volontà di un irrigidimento delle procedure di selezione per Pas e Concorso Straordinario. E come ha riportato il Ministro Fioramonti in un’intervista al Corriere “L’anzianità sarà valutata molto, ma ci deve essere una selettività appropriata”.

In realtà, il decreto era già stato approvato prima della caduta dell’Esecutivo ed è stata proprio la formula “salvo intese” a portare a uno slittamento della pubblicazione (annunciata per il 28 Agosto scorso) e a una rimodulazione della procedura.

Il Ministro ha previsto un nuovo incontro il 25 Settembre, per approfondire i punti proposti dai sindacati e illustrare il documento finale da presentare al Consiglio dei Ministri per la successiva conversione in legge in 60 giorni.

Pas e Concorso Straordinario: una tempistica

Il contingente di personale necessario è già noto: i posti da coprire sono 55mila.

L’intenzione del Ministro è di suddividere i posti disponibili a concorso per metà ai precari e per l’altra metà ai neolaureati. Entrambe le procedure potrebbero essere attivate entro il 2019 ma ancora non c’è una data definita.

In un’intervista su Repubblica, Fioramonti ha dichiarato che “il bando deve partire entro novembre“.

 

Fonte: Orizzonte Scuola

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome