Home Politica Elezioni europee 2019: come si vota, orari, documenti, fac-simile scheda

Elezioni europee 2019: come si vota, orari, documenti, fac-simile scheda

Chiara Arroi
elezioni europee fac simile scheda

Tempo quasi scaduto. L’orologio scandisce le poche ore che restano da qui al giorno del voto delle Elezioni europee 2019, quando tutti saremo chiamati ad eleggere i nostri rappresentanti da inviare al Parlamento europeo. Il giorno in questione è domenica 26 maggio.

Tutto pronto allora per dire la nostra e mettere alla prova il Governo Lega-5 stelle. Documenti alla mano saremo chiamati a recarci alle urne per votare tra le tante liste in corsa. Si, ma esattamente quali documenti? Come si fa a votare? In quali orari saranno aperti i seggi? Ecco le risposte.

==> Elezioni europee 2019: la guida al voto <==

Elezioni europee 2019: date e orari di voto

Il count down è attivo perché il voto per le Europee 2019 si terrà domenica 26 maggio 2019. Si vota dunque nella sola giornata di domenica, dalle 7 di mattina fino alle 23. In questo lasso di tempo i cittadini possono recarsi alle urne posizionate nei seggi elettorali del Comune di residenza.

Le giornate di voto non sono identiche in tutti i Paesi dell’Unione europea. Alcuni cittadini votano in giorni diversi dal 26. Lo spoglio delle schede però scatterà nello stesso momento, quando tutti gli europei avranno espresso il loro voto.

Elezioni europee 2019: chi può votare

Il Parlamento europeo è l’unico organo dell’Unione ad essere eletto direttamente dai cittadini a suffragio universale (da tutti i cittadini con diritto di voto). Con alcune regole e ben precise.

Possono votare alle Elezioni europee 2019 tutti i cittadini e le cittadine europee maggiorenni. In Italia la maggiore età coincide con i 18 anni.

Quindi tutti i cittadini italiani dai 18 anni in poi possono recarsi alle urne ed esprimere il proprio voto per spedire i propri rappresentanti sugli scranni del Parlamento europeo.

==> Elezioni europee 2019: le liste in corsa <==

Elezioni europee 2019: come si vota

L’elezione dei parlamentari europei avviene a suffragio universale diretto: sono votati dai cittadini italiani (ed europei) con diritto di voto e contano le preferenze ricevute.

Il voto avviene con il modello proporzionale con sbarramento al 4%.

Come si vota? Scheda elettorale e mattia alla mano. Come al solito.

Il voto di lista si esprime tracciando sulla scheda, con la matita copiativa che sarà consegnata al seggio, un segno X sul simbolo legato alla lista prescelta (o nel rettangolo che lo contiene).

Si possono esprimere fino a 3 preferenze per candidati della stessa lista. Se si esprimono più preferenze, occorre scegliere candidati di sesso diverso, in caso contrario si prevede l’annullamento delle preferenze successive alla prima.

Come anticipato si vota in 5 circoscrizioni elettorali. Queste si riconosceranno dai colori delle schede:

  • circoscrizione 1 (nord occidentale) – colore grigio
  • circoscrizione 2 (nord orientale) – colore marrone
  • circoscrizione 3 (centrale) – colore rosso
  • circoscrizione 4 (meridionale) – colore arancione
  • circoscrizione 5 (insulare) – colore rosa

In base alla Regione di residenza del cittadino, questo si vedrà consegnare al seggio una scheda di colore diverso, da utilizzare per barrare le preferenze dei propri candidati.

Elezioni europee 2019: i documenti necessari

I documenti di identità da presentare al momento del voto sono quelli ricompresi in una delle tre seguenti categorie:

  • carta d’identità o altro documento d’identificazione munito di fotografia, rilasciato dalla pubblica amministrazione;
  • tessera di riconoscimento rilasciata dall’Unione nazionale ufficiali in congedo d’Italia, purché munita di fotografia e convalidata da un Comando militare;
  • tessera di riconoscimento rilasciata da un ordine professionale, purché munita di fotografia.

Elezioni europee: istruzioni in cabina elettorale

A livello generale non è possibile entrare in cabina con il telefono cellulare. Dovrà essere consegnato ai componenti del seggio prima di entrare nella cabina elettorale.
Sono previste sanzioni per coloro i quali non si attengono a tale disposizione.

Elezioni europee 2019: come fare in caso di errore

In base a quanto si è sempre fatto, l’elettore che si rende conto di aver commesso un errore di voto, può chiedere al presidente del seggio di sostituire la scheda. In questo modo potrà votare nuovamente. Il presidente gli consegnerà una nuova scheda, inserendo quella sostituita tra le “schede deteriorate”.

Elezioni europee 2019: fac simile scheda elettorale

Appurata la procedura di voto per lista e candidati, spiegata nei precedenti paragrafi, alleghiamo qui i Fac simile della scheda elettorale in ogni circoscrizione, per capire con esattezza i passi da seguire.

FAC SIMILE SCHEDA ELETTORALE CIRCOSCRIZIONE NORD-OVEST

Scarica qui il Fac simile Circoscrizione Nord-ovest

FAC SIMILE SCHEDA ELETTORALE CIRCOSCRIZIONE NORD EST

Scarica qui il fac simile Circoscrizione Nord-est

FAC SIMILE SCHEDA ELETTORALE CIRCOSCRIZIONE III CENTRALE

Scarica qui il fac simile Circoscrizione III centrale 

FAC SIMILE SCHEDA ELETTORALE CIRCOSCRIZIONE MERIDIONALE

Scarica qui il fac simile circoscrizione meridionale 

FAC SIMILE SCHEDA ELETTORALE CIRCOSCRIZIONE 

Scarica qui il fac simile circoscrizione isole 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome