Home Welfare Disabili Legge 104: pensione anticipata 2019 per chi assiste disabili

Legge 104: pensione anticipata 2019 per chi assiste disabili

Paolo Ballanti
legge 104 pensione anticipata

Prorogata per tutto il 2019 la possibilità di accedere alla pensione anticipata per chi assiste un disabile ai sensi della Legge 104. È quanto emerge dal Decreto legge n. 4/2019 che ha introdotto Reddito di cittadinanza e Quota 100.

Come ha sottolineato l’INPS nel suo messaggio n. 402, l’articolo 18 del Decreto ha ampliato al 31 dicembre 2019 il periodo di sperimentazione della cosiddetta Ape social.

Di conseguenza, dal 29 gennaio scorso (data di entrata in vigore del Decreto) i soggetti che nel corso del 2019 maturano i requisiti e le condizioni previste possono accedere al pensionamento anticipato. La misura è estesa anche a coloro che avevano perfezionato i requisiti negli anni precedenti, stante il permanere degli stessi nel 2019, senza tuttavia inoltrare domanda.

Tra i beneficiari dell’APE sociale si segnalano coloro che assistono familiari con handicap in situazione di gravità. Analizziamo la questione nel dettaglio.

Consulta lo Speciale Legge 104

Legge 104, pensione anticipata per chi assiste disabili: l’Ape social 2019

L’Ape sociale è un prestito finalizzato a sostenere economicamente determinate categorie di soggetti fino a che non raggiungono la pensione di vecchiaia (67 anni nel 2019-2020). Possono accedervi i lavoratori residenti in Italia iscritti all’AGO, alle forme sostitutive ed esclusive della stessa nonché alla Gestione Separata, che alla data di accesso al trattamento:

  • Hanno compiuto i 63 anni di età;
  • Hanno cessato l’attività lavorativa;
  • Non sono titolari di una pensione diretta;
  • Maturano entro il 31 dicembre 2019 almeno 30 anni di contributi (elevati a 36 per le mansioni gravose), con un massimo di 2 anni di sconto per le madri.

Devono inoltre trovarsi in una delle seguenti condizioni:

  • Disoccupati;
  • Chi assiste un familiare disabile;
  • Invalidi civili;
  • Addetti a mansioni gravose.

Legge 104, pensione anticipata per caregiver

Come detto, nel 2019 possono accedere all’anticipo pensionistico coloro che, alla data della richiesta e da almeno 6 mesi, prestano assistenza (cosiddetti “caregiver”) a:

  • Coniuge o parte dell’unione civile;
  • Parente di primo grado convivente.

I familiari citati devono essere affetti da handicap in situazione di gravità ai sensi della Legge 104.

L’APE si estende anche a coloro che assistono un parente o un affine di secondo grado convivente, qualora i genitori o il coniuge della persona con handicap in situazione di gravità abbiano compiuto 70 anni ovvero siano anch’essi affetti da patologie invalidanti o siano deceduti o mancanti.

Consulta lo Speciale Ape social 2019

Legge 104, Ape social per caregiver: quanto spetta

L’APE sociale è erogato dall’INPS in 12 quote mensili ognuna di importo pari alla pensione di vecchiaia, calcolata al momento della domanda. L’indennità non può comunque superare i 1.500 euro mensili ed è altresì compatibile con la percezione di redditi di lavoro dipendente o autonomo non eccedenti rispettivamente gli 8.000 e i 4.800 euro lordi annui.

Pensione anticipata per chi assiste disabili: come chiedere l’Ape social

La domanda per l’APE sociale dev’essere inoltrata direttamente all’INPS:

  • Tramite il sito dell’Istituto e in autonomia se il richiedente è in possesso di PIN, identità SPID o Carta Nazionale dei Servizi (CNS);
  • Telefonando al Contact center INPS;
  • Tramite Caf e patronati.

Le richieste di APE dovranno essere presentate entro i termini di scadenza del 31 marzo, 15 luglio e comunque non oltre il 30 novembre 2019.

Leggi anche “Ape social 2019, si riaprono le domande: come fare. istruzioni Inps”

L’INPS comunicherà l’esito delle domande entro:

  • Il 30 giugno 2019 per le richieste presentate entro il 31 marzo 2019;
  • Il 15 ottobre 2019 per le richieste presentate entro il 15 luglio 2019;
  • 31 dicembre 2019 per le richieste presentate oltre il 15 luglio 2019 ma entro il 30 novembre.

L’APE decorre dal primo giorno del mese successivo quello in cui è stata inoltrata la domanda, previa cessazione dell’attività di lavoro dipendente, autonomo o parasubordinato in Italia o all’estero.

Per saperne di più sulle misure introdotte con la Legge di bilancio 2019, consigliamo il seguente E-book:

Legge di Bilancio 2019

Legge di Bilancio 2019

Giuseppe Moschella, 2019, Maggioli Editore

A fine anno e in extremis è stato dato il via libera definitivo da parte della Camera dei Deputati alla Legge di bilancio 2019. Questo nuovissimo ebook esamina le novità introdotte dalla Legge n. 145 del 30 dicembre 2018, pubblicata in Gazzetta Ufficiale il 31 dicembre 2018 ed entrata in...



 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


12 COMMENTI

  1. Buongiorno Carlo, chi assiste un figlio disabile, percettore della cd. Legge 104, può andare in pensione anticipata con l’Ape sociale. Le condizioni d’accesso sono:
    • compimento del 63esimo anni di età;
    • cessazione dell’attività lavorativa;
    • maturazione entro il 31 dicembre 2019 di almeno 30 anni di contributi.
    Le richieste di APE dovranno essere presentate entro i termini di scadenza del 31 marzo, 15 luglio e comunque non oltre il 30 novembre 2019. Cordiali saluti

  2. Salve,
    Avendo due figli con disabilità sordi 80 % vorrei sapere se posso anticipare l’entrata in pensione.+
    legge scivolo 5 anni anticipa lavoro .Nato il agosto 1963, inizio lavoro ottobre 1983 a ottobre 2019, 36 anni di lavoro. servizio 36+5 scivolo = 41 tot…….. ???????
    Grazie

  3. Salve,
    Avendo due figli con disabilità, vorrei sapere se posso anticipare l’entrata in pensione.
    Nato a Gennaio 1962, inizio lavoro giugno 1981 ( 19 anni) a Giugno 2019 38 anni di lavoro.
    Grazie

  4. Buon giorno , sono Alberto ; ho mia madre che ha ottenuto a fine maggio 2019 a quasi 92 anni la legge 104 art.3 c. 3 .
    Io ho più di 33 anni di lavoro e 52 anni di età, e sono un vigile del fuoco .
    Posso richiedere di essere messo in pensione per assistere il genitore invalido ?
    Gradirei cortesemente una risposta certa con normative di riferimento e certezze di un iter corretto per non incappare in problematiche future . Ringrazio anticipatamente Alberto

  5. HO 51 ANNI DI ETA’ E 32 ANNI E MEZZO DI CONTRIBUTI VERSATI, SONO UN DIPENDENTE STATALE E LAVORO PER CONTO DEL MINISTERO DELLA DIFESA, VISTO CHE USUFRUISCO DEI PERMESSI 104 PER ACCUDIRE MIA MADRE, VOLEVO SAPERE SE IN QUESTO CASO POSSO ANTICIPARE LA PENSIONE E ANDARMENE VIA PRIMA? IN ANTICIPO VI RINGRAZIO…….

  6. Buongiorno, sono invalida al 100% con legge 104 art 3 comma 3 , non Collocabile e non ho mai potuto lavorare. Mio marito ha circa 33 anni di lavoro dipendente ed ha 53 anni, volevo chiederle quando potrà andare in pensione usufruendo della legge 104 dato che ho bisogno di assistenza!!
    Grazie, Nicoletta.

  7. Salve. Sono una mamma di 2 bambini con invalidità al 100%. Ho 46 anni di età e 15/16 anni di contributi. Ci può essere una possibilità per andare in pensione per poter assistere i miei figli?

  8. Sono un genitore di una bimba disabile al 100% o 46 anni e 30/31 anni di contributi quando potrò andare in pensione usando la legge 104?

  9. Mio figlio ha ill cancro!! 100%100 di invalidità. Ha una gamba amputata e le continue terapie non gli permettono di avere una vita!!
    E’ dal 2015 che il nostro dramma famigliare non mi permette di avere la possibilità di lavorare!!
    Ho già usufruito della aspettativa di due anni per la legge 104. Ma a tutt’oggi mio figlio non è autonomo è ho dovuto chiedere una aspettativa non retribuita!! Mio figlio ha bisogno di cure che costano tantissimo perchè il Servizio Nazionale non riconosce queste cure che sono costosissime il farmaco ha dei costi improponibili!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Non abbiamo alcun aiuto dal Servizio Nazionale Locale!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Chiedo aiuto almeno per contribuire alle spese familiari!!!!!!!!!!!!!!
    Ho 60 anni di età e i miei contributi lavorativi si aggirano ai 32 anni di lavoro, non contando quelli non riconosciuti.
    Sono disperata perchè oltre il mio lavoro in famiglia non ho la possibilità di contribuire finanziariamente per aiutare mio figlio di soli 26 anni di età!!!!!!! Laureato con il massimo dei voti nella Magistrale di Ingegneria dei Materiali. cerca di vivere e dare il suo supporto al mondo con un stage al Politecnico di Milano.
    Il mio supporto è fondamentale per dargli tutte quelle opportunità che ancora la vita gli offre………… la vita a cui lui è molto legato e che lui con grande desiderio desidera cerca di dare al meglio nel mondo!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Mi chiedo perchè non ci sono aiuti per queste situazioni disperate!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Perchè non posso supportare mio figlio di soli 26 anni di vivere quel che gli rimane visto che è un ragazzo volenteroso e meritevole con ottimi voti scolastici e una grande voglia di vivere!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Io da mamma cerco di aiutarlo in tutti i modi, mio marito lavora tantissimo ma non è abbastanza per le cure poichè il farmaco che può aiutarlo è off-label cioè non riconosciuto dalla dai protocolli della Sanità Nazionale. Nonostante ci sia stata una ricerca genetica!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Nè farmaco, ne aiuto famigliare……………. Cosa devo fare per aiutare mio figlio!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Mi volete dare almeno questa pensione che mi permetta dopo 33 anni di lavoro e dopo il nostro dramma famigliare di contribuire alle spese familgliari!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!?
    Scusate lo sfogo e della mia disperazione!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  10. Buonasera, mio marito disabile 80% in situazione di gravità titolare di L.104dal2004 con 33 anni di contributi inps (privato) potrebbe già andare in pensione?? per me come carengivier potrei già andare in pensione? tenga presente che ho anch’io 36 anni di contribuzione inps.
    Nell’attesa di una vostra risposta colgo l’occasione per porgere cordiali Saluti.

  11. Ho 22anni di servizio come collaboratrice scolastica ho 64 anni e vorrei andare in pensione anticipata per assistere mio marito invalido al 100%. Mi spetta una pensione e quando.a che età?

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome