Home Concorsi pubblici Concorso DSGA atteso in Gazzetta: ecco il parere del CSPI

Concorso DSGA atteso in Gazzetta: ecco il parere del CSPI

Roberto Russo
concorso dsga

Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione, nell’adunanza dell’11 dicembre 2018, ha emanato il tanto atteso parere sul concorso D.S.G.A. che ricordiamo dovrebbe essere pubblicato entro la fine del 2018, presumibilmente nella Gazzetta Ufficiale del 28 dicembre 2018.

Scarica il documento con il Parere del CSPI

Concorso DSGA, parere del CSPI: la premessa

In prima istanza il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione ha rilevato come fatto positivo l’emanazione del concorso DSGA. dopo 18 anni dall’istituzione dello stesso profilo.

IL CSPI valuta l’emanazione del bando di concorso per DSGA un provvedimento opportuno e necessario che, proprio perché da lungo tempo atteso, da un lato dà risposta alle scuole favorendone la stabilità con la copertura dei posti liberi di DSGA, da anni affidati a reggenti oppure ad assistenti amministrativi facenti funzione, dall’altro e al tempo stesso, favorisce l’ingresso di nuova forza lavoro che per la prima volta sarà in possesso dei titoli di studio previsti dal Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del Comparto Istruzione e Ricerca.

Si auspica nell’avvio di un meccanismo di selezione che ha l’obiettivo di essere ripetuto con regolarità e scadenza triennale che fornirà alle scuole personale qualificato con possesso di requisiti necessari a coordinare e sovrintendere alle operazioni amministrative e contabili delle scuole statali.

Leggi anche “Concorso DSGA: entro il 28 dicembre, nuova bozza del bando”

Concorso DSGA, parere del CSPI: le richieste sui posti

La prima parte delle richieste del CSPI si focalizza sull’ampliamento dei posti messi a bando riservati agli assistenti amministrativi; trattandosi del primo concorso dopo 18 anni di attesa, ritengono che il bando debba necessariamente dare una concreta risposta alle legittime aspettative dei circa 600 assistenti ammnistrativi facenti funzione. Ciò anche in considerazione della speciale disposizione contenuta nella legge finanziaria 2018 che consente agli assistenti amministrativi facenti funzione, con almeno tre anni di servizio, l’ammissione al concorso per il profilo di Dsga anche in assenza del titolo di studio specifico.

In questo quadro, a parere del Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione, si rende necessario:

  • elevare la percentuale di riserva in misura non inferiore al 30%, in modo da ricomprendere tutti i 600 assistenti amministrativi attualmente facenti funzione di DSGA, in linea con le attuali disposizioni normative e le sentenze della Corte Costituzionale che consentono una riserva di posti agli interni fino al 50%, ricomprendendo anche il personale interno privo del titolo di studio, ma con almeno 36 mesi di servizio nel profilo di Dsga;
  • comprendere, fra i requisiti per accedere a detta riserva, anche l’a.s. 2017/2018 al fine del conteggio del triennio di servizio minimo prestato da parte degli assistenti amministrativi facenti funzione;
  • prevedere un concorso straordinario/mobilità professionale riservato agli attuali facenti funzione in possesso del requisito dei 3 anni di servizio, al fine di garantirne l’accesso, come è già avvenuto per il personale docente della scuola che aveva maturato gli stessi requisititi di servizio.

Concorso DSGA, parere del CSPI: le richieste per la valutazione dei titoli

Per quanto concerne specificamente la tabella di valutazione dei titoli e i contenuti e le modalità delle prove d’esame, il Consiglio richiama l’opportunità di:

  • valorizzare maggiormente il servizio prestato nel profilo del Dsga portando a 5 il punteggio massimo attribuibile;
  • ricondurre le materie delle prove d’esame preferibilmente alla normativa specifica e agli aspetti teorici e operativi del lavoro quotidiano delle scuole.
  • prevedere – in analogia con il recente bando del concorso per Dirigente Scolastico in corso di svolgimento– la modifica del decreto e del bando nella parte relativa alla conoscenza della lingua straniera che la norma non limita alla sola lingua inglese.
  • chiarire, al fine di prevenire possibili ricorsi, il significato di “anno intero di servizio” di cui all’art. 3 c.1 del DM, aggiungendo l’espressione complementare di “incarico di durata annuale”.

Concorso DSGA: come prepararsi

Per la prova preselettiva verrà pubblicata la banca dati con 4000 quiz almeno 20 giorni prima della data dello svolgimento del concorso. È consigliabile iniziare già a studiare le materie delle prove scritte che coincideranno con quelle della prova orale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome