esenzione canone rai legge 104

Tra le novità attese nella prossima Manovra 2019 potrebbe essercene una diretta alle persone disabili, incluse quelle con legge 104: l’esenzione del canone Rai per disabilità. È quanto previsto da un emendamento alla Legge di Bilancio presentato dalle senatrici del Movimento 5 Stelle – Laura Granato e Agnese Gallicchio – in Commissione Bilancio del Senato.

Una commissione impegnata in queste ore nell’esame del testo, anche se le sedute previste sono più volte state sospese in attesa di notizie favorevoli dalle stanze della Commissione europea, dove prosegue il tira e molla del Governo italiano con i commissari europei Moscovici e Junker.

Se la proposta sarà approvata comunque potrebbero esserci buone notizie, perché potrebbero non pagare il canone Rai 2019 i disabili gravi, ai sensi della Legge 104.

Ecco cosa prevede l’emendamento e cosa potrebbe cambiare il prossimo anno in merito al pagamento del Canone Rai 2019.

Consulta lo speciale Legge 104

Canone Rai 2019: esenzione per disabili con Legge 104, la novità

La grande novità che, se confermata, cambierà le attuali regole di mamma Rai è proprio questa: se verrà approvato l’emendamento delle senatrici Granato e Gallicchio, i disabili gravi ai sensi della legge 104 e le loro famiglie saranno esonerati dal pagamento del canone tv.

Si attende ora il parere della Commissione bilancio e il voto sulla Legge di bilancio per capire che fine farà questa proposta, che se approvata consentirà un risparmio annuo di 90 euro (l’importo oggi richiesto dalla Rai) per i disabili e le famiglie che assistono persone disabili.

Canone Rai 2019: le attuali esenzioni previste

Vediamo chi attualmente può essere già esonerato dal pagamento del canone. Tra i beneficiari dell’esenzione rientrano:

  • chi non possiede apparecchi televisivi,
  • cittadini over 75 con reddito annuo fino a 8 mila euro,
  • diplomatici e militari stranieri.

Leggi anche “Esenzione canone Rai: domanda entro dicembre 2019, come fare”

Esenzione Canone Rai 2019: come fare richiesta

L’esenzione dal pagamento de canone non è certo automatica. Per ottenerla occorre presentare un’apposita certificazione della propria situazione. Ed è possibile farlo compilando e inviando appositi moduli. Vediamo caso per caso.

NON POSSESSO DI APPARECCHIO

Chi non in casa un televisore e pretende giustamente di non pagare alcun canone, deve presentare un’apposita certificazione in cui dichiara che in nessuna delle abitazioni dove è attivata l’utenza elettrica a lui intestata è presente un apparecchio tv sia proprio che di un componente della loro famiglia anagrafica, presentando la dichiarazione sostitutiva con un modello preciso (Quadro A). è possibile scaricare il modulo da compilare qui sotto.

Scarica il Modello dichiarazione sostitutiva

Inoltre, con lo stesso modello, i contribuenti titolari di un’utenza elettrica per uso domestico residenziale possono certificare la non detenzione, in nessuna delle abitazioni dove è attivata l’utenza elettrica ad essi intestata, di un ulteriore apparecchio televisivo oltre a quello per cui è stata precedentemente presentata una denunzia di cessazione dell’abbonamento televisivo per suggellamento, da parte del titolare o dei loro familiari (Quadro A).

OVER 75 CON REDDITO FINO A 8 MILA EURO

I cittadini che hanno compiuto 75 anni, con un reddito annuo non superiore a euro 8 mila euro, possono presentare una dichiarazione sostitutiva con cui attestano il possesso dei requisiti per essere esonerati dal pagamento del canone TV (compilazione della sezione I del modello di dichiarazione sostitutiva). Il modello da utilizzare è scaricabile qui sotto.

Scarica il Modello dichiarazione sostitutiva over 75

Canone Rai 2019: come chiedere l’esenzione per disabili con Legge 104

E se invece passasse la proposta di esenzione canone Rai per disabili grave ai sensi della Legge 104? come si dovrà fare richiesta per ottenere questo esonero?

Per richiedere l’esenzione è previsto anche in questo caso l’obbligo di invio all’Agenzia delle Entrate del modulo di esonero dal pagamento del canone Rai 2019. Assieme al modulo si dovrà inviare anche il verbale per il riconoscimento della grave disabilità, quindi il verbale 104.

Se la modifica sarà approvata dal Parlamento sarà cura dell’Agenzia delle entrate aggiornare i moduli da scaricare sul portale per procedere all’istanza di esenzione.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome