Concorso infanzia e primaria: cosa studiare per il sostegno

Il 9 novembre è stato pubblicato il bando in Gazzetta Ufficiale. La domanda per partecipare al Concorso può essere presentata solo tramite gli strumenti messi a disposizione nel sistema informativo del Ministero. Le funzioni su istanze online sono state aperte il 12 novembre e lo resteranno fino al 12 dicembre ore 23.59. Anche i docenti di ruolo, sia con riserva che a pieno titolo, potranno partecipare al Concorso. Hanno la facoltà di concorrere per i posti di sostegno quei docenti che, oltre ad essere in possesso dei requisiti necessari per i posti in comune, sono titolari del titolo di specializzazione sul sostegno o di un analogo titolo di specializzazione ottenuto all’estero, ma riconosciuto in Italia.

Concorsi infanzia e primaria, graduatorie ad esaurimento

La domanda potrà essere presentata in una regione a scelta del candidato. Sarà composta una graduatoria regionale, quindi l’assunzione in ruolo avverrà nella provincia con il posto libero al momento della scelta, seguendo la classifica della graduatoria. Prima di poter chiedere il trasferimento dovrà trascorrere un tempo di tre anni. Le graduatorie non verranno utilizzate per le supplenze, ma solo per i ruoli. La metà dei posti spetta alle graduatorie ad esaurimento e l’altra metà ai concorsi.

In ordine di precedenza, i concorsi sono: il concorso 2016 per il quale viene assicurata l’immissione ai vincitori e anche agli idonei (fino alla validità delle graduatorie). Nel caso in cui dovessero rimanere posti liberi, vanno considerati in ordine il concorso straordinario e il nuovo concorso ordinario con quote del 50% ognuno. Da ciò deriva l’ipotesi di immissioni in ruolo diversificate da regione a regione.

Concorso infanzia e primaria: posti vuoti per il sostegno

Non si tratta di un concorso a posti, dal momento che gli stessi si renderanno disponibili a poco a poco. Ciò nonostante, si può valutare abbastanza bene quali possano essere le regioni in cui le assunzioni in ruolo avverranno nel tempo più breve. Il Miur, infatti, ha richiesto attraverso la nota del 13 novembre 2018, di rendere noto quanto prima il numero dei posti non assegnati per l’anno scolastico 2018/19, il numero dei docenti ancora in GaE e il numero dei docenti che sono ancora nelle graduatorie del concorso 2016 e in aggiunta gli idonei.

Per quanto riguarda la regione Lazio, la graduatoria infanzia sostegno risulta già esaurita, in Sardegna la situazione, invece, si mostra differenziata. In Sicilia le graduatorie sono già state esaurite sia per quanto concerne il sostegno infanzia, che quello della primaria da concorso. Si può ancora aspirare per le graduatorie sostegno da GaE. Infine, in Veneto, sono state esaurite le graduatorie sostegno sia dell’infanzia che della primaria da concorso 2016.

Concorso infanzia e primaria, prova orale per il sostegno

La prova orale prevista per i posti di sostegno mira a verificare la competenza del candidato riguardo le attività di sostegno rivolte agli allievi con disabilità, destinate alla definizione di ambienti di apprendimento, alla progettazione didattica e curricolare, per assicurare l’inclusione e il perseguimento di obiettivi adeguati ai possibili gradi e ai diversi tipi di disabilità, tramite l’uso delle tecnologie informatiche e comunicative.

La prova orale prevista per il sostegno presso la scuola dell’infanzia verifica l’abilità nella comprensione scritta e nella produzione orale in una lingua a scelta tra l’inglese, il francese, lo spagnolo e il tedesco di livello almeno pari al B2 del Quadro comune europeo di riferimento per le lingue.

La prova orale prevista per il sostegno presso la scuola primaria verifica l’abilità nella comprensione scritta e nella produzione orale in lingua inglese (almeno livello B2 del Quadro comune europeo) e la inerente competenza didattica speciale.

Per prepararsi al meglio alle prove consigliamo:

Concorso infanzia e primaria. La prova orale per l’insegnante di sostegno

Concorso infanzia e primaria. La prova orale per l’insegnante di sostegno

Pietro Boccia, 2018, Maggioli Editore

Il manuale costituisce un indispensabile strumento di preparazione alla prova orale per il sostegno del Concorso straordinario per docenti della scuola dell’infanzia e primaria (d.m. 17 ottobre 2018). La prova consiste in un colloquio per accertare la preparazione del candidato sul programma...



© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome