Oltre al reddito, bandiera portante del Movimento 5 stelle nella battaglia della Legge di Bilancio è stata la Pensione di cittadinanza. Sappiamo dallo scorso lunedì 15 ottobre, che la misura è sata inserita nella Manovra 2019, assieme al fratello Reddito di cittadinanza.

Tutte le novità sul Reddito di cittadinanza 

Una vasta platea di persone anziane o comunque in pensione potrà beneficiarne nel proprio assegno pensionistico, essendo una delle misure cardine che il Movimento penta stellato, capitanato al Governo dal vicepremier Luigi Di Maio, ha voluto come misura di contrasto alla povertà in Italia. In particolare indirizzata a chi vive, secondo le soglie Istat, al di sotto della soglia di povertà: stabilità in 780 euro al mese.

La pensione di cittadinanza, pronta a rivoluzionare il sistema pensionistico italiano assieme alla Quota 100, consentirà a chiunque nel proprio reddito pensionistico non raggiunga questa somma mensile, di arrivarci in qualche modo. Come? Con un’integrazione alla propria pensione. E secondo le ultime novità, anche chi percepisce la pensione di invalidità o l’assegno sociale sarà interessato dalla prestazione assistenziale, che scalda i motori in vista dell’entrata in vigore nel 2019.

Vediamo in dettaglio cosa prevede la pensione di cittadinanza e chi potrà beneficiarne.

Pensione di cittadinanza 2019: cosa prevede

Fortemente voluta dal Movimento 5 stelle, è parente stretta del Reddito di cittadinanza. A differenza di quest’ultimo rivolto a chi non ha ancora raggiunto l’età pensionabile, non ha un lavoro e vive al di sotto della soglia di povertà, la pensione di cittadinanza punta ad aiutare le persone già in pensione, ma che col proprio assegno pensionistico risultano comunque essere al di sotto della soglia di povertà.

Si tratta di un’integrazione alla propria pensione percepita, fino al raggiungimento di 780 euro mensili. In pratica tutte le pensioni dal 2019 saranno portate alla cifra minima di 780 euro. chi non raggiunge questa soglia riceverà un assegno integrativo che gli consente di arrivarci.

Per fare alcuni esempi, funziona così:

  • Chi percepisce 400 euro al mese di pensione, riceverà un’integrazione nel proprio assegno di 380 euro, la cui somma fa 780 euro mensili.
  • Chi percepisce invece 500 euro al mese, verrà aiutato con un’integrazione di euro 280. E così via.

Pensione di cittadinanza 2019: quando entra in vigore

A differenza del fratello Reddito di cittadinanza, che pare entrerà in vigore verso marzo-aprile 2019 (in attesa di una previa riforma dei centri per l’impiego), la pensione di cittadinanza dovrebbe vedere la luce già da gennaio-febbraio 2019.

Pensione di cittadinanza 2019: chi ne ha diritto

Veniamo al punto. Quali pensionati potranno accedere a questa prestazione assistenziale? Ecco alcuni requisiti specifici che saranno richiesti:

  • Essere già titolari di una pensione;
  • Essere italiani o stranieri residenti in Italia da almeno 5 anni (se sarà equiparata anche sotto questo punto di vista al Reddito di cittadinanza);
  • Avere un assegno pensionistico al di sotto della soglia minima di 780 euro mensili;
  • Dimostrare un reddito Isee inferiore a una certa soglia, presumibilmente 9.300 euro.

Appurato questo, vediamo ora quali tipi di pensioni possono ambire all’integrazione minima concessa dalla pensione di cittadinanza.

Pensione di cittadinanza: anche per le pensioni di invalidità minime e sociali

Sembra ormai scontato che la pensione di cittadinanza spetterà a:

  • Pensionati che percepiscono la pensione minima;
  • Pensionati che percepiscono la pensione di invalidità, quindi invalidi civili:
  • Pensionati che percepiscono l’assegno sociale

Pensione di cittadinanza per invalidi civili: quanto spetta?

Facendo solo un esempio, considerando l’attuale assegno percepito da un pensionato cieco civile assoluto, che è di 305,56 euro per i redditi di 16.664,36 euro, la sua pensione di cittadinanza (l’integrazione da parte dello Stato) sarà di euro 474,44 euro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


31 COMMENTI

  1. Salve, sono invalida civile al 100% e percepisco un assegno di invalidità pari a 282,55€, e non ho altri redditi personali. Avrò anche io l’aumento a780€ ?

  2. Ho 32 anni anni, Ivalido civile,diplomato,disoccupato, vivo con i miei genitori ho diritto al reddito di cittadinanza

  3. buong. sono vincenzo invalido civile 75% percepisco una pensione di285 euro e automatoco l’aumento della legge2019oppure devo fare un ise mio ..oppure ise famigliare visto che vivo con mia madre di 88 anni lei prende pensione e reversibila:ma mica me li da a me la pensione.io devo mantenere una macchina per curarmu benzina e assicurazione come faccio?

  4. salve o un assegno di inabilita di 289 euo o il 100 x 100 o legge 104 art 3 comma 3 lavoro 2 ore al giorno lintregazione a me mi spetta.
    graz

  5. Salve, cortesemente, sono un disabile con assegno di accompagnamento mi fu dato inabilità lavorativo, mia moglie lavora per cui fa reddito familiare, questo incide nell’integrazione alla pensione? Grazie

  6. Per cortesia non riesco a leggere da nessuna parte il redito famigliare ci 3 persone , un minore , io invalito 100% con endicap lavorativo assegnino 289 mensile .
    La ringrazio

  7. Buongiorno, sono invalido civile al 100%100 con assegno INV.CIV. di Euro 282,00 + Pensione di Invalidità categoria ( IO ) di Euro 611,00. Avrò diritto all’aumento della PENSIONE DI CITTADINANZA di una delle due?

  8. Invalido grave Al 100% inabile al lavoro, legge 104 iscritto alle categorie protette legge 68/99 con handicap grave100% figlio a carico studente, riceve assegno mensile di €292 deve pagare tutto, affitto, luce, acqua, gas e quant’altro. Ha diritto ad un integrazione? Naturalmente faccio riferimento alla pensione di cittadinanza.
    Volevo sapere se ci rientra avendo un reddito di zero€..Perché mio padre non è in grado di lavorare.
    Grazie.
    Aggiungo che ad aprile deve andare a passare la visita come per legge ogni due anni e non è in grado di deambulare.
    Potete darmi una descrizione dettagliata per favore

  9. Buongiorno,Sono un ‘invalido civile con 84%, percepisco un assegno di 284€ mensile. Volevo chiedere se anch’io ho diritto all’aumento ? Visto che non svolgo nessuna attività lavorativa. Grazie.

  10. Per pensione di invalidi si intendono anche gli assegni agli invalidi parziali sempre di 280 euro?
    Non si è mai fatto chiarezza su questo o non spettera’ ?

  11. Mi sCusi mio figlio ha un’invalidità del 80% prende 289 euro al mese ha diritto ai 780 euro

  12. buona sera,vorrei sapere se x gli invalidi cioe anche ai sordomuti,si fa la domanda o il passaggio automatico,grazie

  13. Ma scusate, una persona che prende una pensione di inabilità perché non ha diritto all’aumento visto che si tratta della stessa pensione di invalidità, oltretutto, con la percentuale dell’80%, sembra un controsenso. Addirittura, chi prende poco più di 18.500€ viene escluso, ma chi è al disotto dei 16.000€ aggiunti hai 307,00€ mensili in più supera abbondantemente chi prende 18.500€. Non vi sembra un controsenso e una discriminazione, visto che tra inabilità e invalidità è la stessa cosa e la stessa percentuale di invalidità.

  14. Buonasera, vorrei, se possibile, ricevere la risposta alla domanda formulata da Andrea, il 19/102018,
    ringrazio anticipatamente.

    Buongiorno, invalido civile 100×100 con assegno INVCIV di 282 euro + assegno di ivalidita lavoratore cat IO di 600 euro, importo totale 882 euro, si avra’ diritto all’aumento dell’una (INVICIV) o dell’altra (IO) ?

  15. Buongiorno, invalido civile 100×100 con assegno INVCIV di 282 euro + assegno di ivalidita lavoratore cat IO di 600 euro, importo totale 882 euro, si avra’ diritto all’aumento dell’una (INVICIV) o dell’altra (IO) ?

  16. per i pensionati invalidi civili si intendono: pensionati ciechi civili assoluti, pensionati ciechi civili parziali, pensionati sordi, pensionati civili invalidi parziali, lavoratori con drepanocitosi o talassemia major. In tutti questi casi l’aumento comporterà una somma aggiunta che consentirà al pensionato di percepire 780 euro, sempre se il suo reddito non supera i 16.664,36 euro l’anno;
    A noi invalidi totali????

  17. Salve,nucleo familiare composto da madre vedova pensionata (reversibilità)1030 € al mese con a carico figlia invalida al 100% che percepisce pensione di € 282 più accompagnamento e con un isee di € 3200 ,spetta la pensione di cittadinaza a € 780 ?Grazie

  18. Per pensione di invalidi si intendono anche gli assegni agli invalidi parziali sempre di 280 euro?
    Non si è mai fatto chiarezza su questo

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome