Assieme al Decreto fiscale e alla Legge di bilancio 2019, il Governo nella tarda serata di lunedì 15 ottobre, ha annunciato davanti alla platea dei giornalisti un altro importante provvedimento: il decreto semplificazioni, un tagliascartoffie con l’obiettivo di sburocratizzare il mondo delle imprese, ma non solo.

Il decreto si occupa in buona parte di misure in tema di ammortizzatori sociali, riforme degli adempimenti per il lavoro e le imprese.

Vediamo di seguito quali novità in tema di lavoro ha introdotto il Tagliascartoffie o Leggi inutili, che oltre all’alleggerimento degli adempimenti burocratici, ha anche focalizzato l’attenzione su misure a tutela della salute e politiche attive del lavoro.

Scarica qui il Documento programmatico di bilancio

Decreto semplificazioni: Cigs per riorganizzazione o crisi aziendale

Si consente la proroga degli ammortizzatori sociali per il 2018 e 2019 per le imprese con più di 100 dipendenti, che abbiano problemi occupazionali. La cassa integrazione può essere concessa per 12 mesi per riorganizzazione aziendale e sei mesi per il caso di crisi.

Decreto semplificazioni: trattamento di mobilità in deroga

Il trattamento di mobilità in deroga viene concesso per 12 mesi a favore di quei lavoratori che hanno cessato o cessano la mobilità ordinaria o in deroga dal 22 novembre 2017 al 31 dicembre 2018, a condizione che a questi lavoratori siano applicate misure di politica attiva. La stessa misura si applica ai i lavoratori dell’area di Termini Imerese e Gela che godono di tale trattamento dal 2016.

Decreto semplificazioni: Riforma Agenzia nazionale per il lavoro

Tra le procedure annunciate c’è anche la riforma della governance dell’Agenzia nazionale per il lavoro (Anpal). Le modalità sono tuttavia da chiarire

Decreto semplificazioni: Abolizione del Libro unico del lavoro

Altro tassello sulla strada delle semplificazioni è l’abolizione del Libro unico del lavoro: il Lul, probabilmente il Libro unico del lavoro telematico che dal 1° gennaio 2019 sarebbe dovuto essere obbligatorio. Si tratta del libro che sostituisce i libri paga e matricola e gli altri libri obbligatori d’impresa. Un notevole snellimenti per le procedure aziendali.

Decreto semplificazioni: altre misure previste

Altri aspetti e misure in programma sono: semplificazione rapporto biennale del personale; in materia di imprese dello spettacolo; semplificazione del deposito dei contratti collettivi;  semplificazione  adempimenti Gestione Separata; semplificazione in materia di appalti.

Sul tema lavoro potrebbe interessarti anche:

Decreto dignità

Decreto dignità

Cinzia De Stefanis, 2018, Maggioli Editore

Con il cosiddetto Decreto dignità (Decreto Legge 12 luglio 2018, n. 87, convertito nella Legge 9 agosto 2018, n. 96) si interviene su quattro macro aree: lavoro, gioco d’azzardo, delocalizzazioni e fisco. In questa breve guida vengono analizzate e commentate le più importanti novità...



© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome