Da oggi 1° ottobre occhio alle auto in circolazione, perché scattano le misure anti-inquinamento previste dal “Nuovo accordo per la qualità dell’aria nel bacino Padano”: tradotto i motori diesel vecchi fino a euro 3 ed euro 4 non potranno circolare, almeno secondo le normative previste dalle regioni coinvolte.

Quattro sono le Regioni che hanno sottoscritto l’accordo e che metteranno al bando i vecchi Diesel: Piemonte, Veneto, Lombardia ed Emilia-Romagna.

Si tratta in pratica di un pacchetto di norme che vieta la circolazione alle auto benzina, diesel e gasolio più vecchie, e quindi maggiormente inquinanti, almeno fino al 31 marzo 2019, eccezioni a parte. Si preve che circa 1,1 milioni di automobili saranno coinvolte, anche se con modalità diverse, vista la diversità di limitazioni. In linea di massima comunque verrà limitata la circolazione dei vecchi diesel di categoria inferiore o uguale a euro 3, i quali non potranno essere utilizzati nei giorni feriali almeno dalle 8,30 alle 18,30.

Vediamo più in dettaglio quali auto saranno interessate dal divieto, secondo quali modalità e dove saranno imposti i limiti alla circolazione.

Auto: stop vecchi Diesel in Lombardia

In Lombardia sono 214 i comuni interessati dallo stop. A questo link è possibile visualizzare l’elenco. Qui il blocco interesserà i veicoli fino a Euro 3 dal lunedì al venerdì dalle ore 7,30 alle ore 19,30.

Sono 209 comuni di fascia 1 e 5 comuni di fascia 2. Le auto bloccate sono: benzina fino a Euro 2; Diesel fino a Euro 3.

Auto: stop vecchi Diesel in Piemonte

In Piemonte invece slittano i divieti anti-smog. Il dietrofront è arrivato dopo la decisione della Regione di esentare alcune categorie come artigiani, venditori e chi vive in zone non servite dai mezzi pubblici. Lunedì quindi si potrà circolare e giovedì si riunirà il tavolo per decidere la nuova tempistica.

Si prevede comunque uno stop h24 per i veicoli Euro 0; stop per 12 mesi dalle ore 8 alle 19 per i Diesel Euro 1 e Euro 2; e blocco per sei mesi per gli Euro 3.

Auto: stop vecchi Diesel in Veneto

Anche il Veneto sarà interessato dalle misure anti-smog. In particolare saranno coinvolte le seguenti zone: Agglomerato Venezia, Agglomerato Treviso, Agglomerato Padova, Agglomerato Vicenza, Agglomerato Verona, Pianura e Capoluogo Bassa Pianura, Bassa Pianura e Colli.

Qui i veicoli coinvolti saranno 768 mila e 705, in particolare Diesel da Euro 0 a Euro 3 e benzina da Euro 0 a Euro 2. In quasi tutte le città coinvolte lo stop scatterà da lunedì a venerdì dalle 8,30 alle 18,30. Con alcune eccezioni e deroghe.  A Verona, ad esempio, potranno circolare coloro che hanno un Isee pari o inferiore a 16.700 euro e gli over 70.

Auto: stop vecchi Diesel in Emilia-Romagna

L’Emilia Romagna è all’avanguardia rispetto alle altre regioni. Ha deciso infatti di bloccare la circolazione anche ai veicoli Euro 4 nei centri abitati dei Comuni con più di 40 mila abitanti, che fanno parte dell’Agglomerato di Bologna.

A questo link l’elenco di tutti i comuni emiliano-romagnoli coinvolti. Lo stop vale dalle ore 8,30 alle 18,30 dei giorni feriali, più la prima domenica del mese (domenica ecologica).

Il blocco vale per diesel fino a euro 4 e benzina euro 0 e euro 1.

L’Emilia-Romagna lancia anche un bando del valore di 4 milioni di euro per “rottamare” i veicoli commerciali diesel fino all’Euro 4 di piccole, medie e micro imprese della regione sostituendoli con mezzi meno inquinanti.

La difficoltà sta nel fatto che le misure non sono univoche, ma molto differenziate in base alle Regioni e ai Comuni. Mancano inoltre perlopiù ancora molte delibere che specificano e impongano le misure decise dall’Accordo. Diciamo quindi in linea di massima che Regione che vai divieto che trovi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome