Nuova stangata in arrivo per le famiglie italiane: dal 1° ottobre 2018 arrivano nuovi aumenti sulle bollette Luce e Gas. L’energia elettrica costerà il 7,6 per cento in più e il Gas il 6,1 per cento in più rispetto al terzo trimestre del 2018, che comunque un aumento lo aveva già visto.

Cosa significa? Semplicemente che le bollette saranno più care e l’anno si concluderà con una spesa di 552 euro per la luce e 1.096 euro per il gas. Facendo i conti, per una famiglia media che naviga nel regime del mercato tutelato, la spesa per l’energia salirà di circa 42 euro e per il gas di 67 euro. In tutto 109 euro in più.

A livello internazionale le tensioni ricadono sul costo delle materie prime e tutto ciò finisce per mettere mani nelle tasche degli italiani, alle prese con aumenti costanti in bolletta.

Intanto l’Arera (autorità per l’energia) tenta di correre ai ripari, almeno in parte, annunciando un nuovo scudo. Ha deciso di rinnovare il blocco degli oneri generali di sistema: in pratica si tratta di quella parte di bolletta che si paga per finanziare le energie rinnovabili e i diversi bonus. Sono i costi relativi ad attività di interesse generale per il sistema elettrico (incentivi, messa in sicurezza dal nucleare, fonti rinnovabili.

Leggi anche “Bollette: ecco il portale per comparare le tariffe”

I forti aumenti dei prezzi delle materie prime energetiche e delle quotazioni all’ingrosso dell’energia elettrica e del gas hanno raggiunto in Italia e in Europa livelli record”, ha spiegato l’Autorità, che ha ribadito come Arera “stia utilizzando nella misura massima la sua azione di scudo”.

Codacons e Coldiretti intanto alzano la voce, per conto dei consumatori, che dovranno subire una bella stangata di fine anno.

Nel 2018 le famiglie hanno subito un abnorme aumento delle bollette al punto che da inizio anno le tariffe del gas sono rincarate complessivamente del +13,6%, quelle della luce del +11,4% — afferma il presidente Codacons Carlo Rienzi. Acquisiremo tutta la documentazione che ha portato l’Autorità a varare i maxi aumenti odierni e, se ancora una volta ci troveremo in presenza di rincari causati da speculazioni sul mercato all’ingrosso, presenteremo ricorso al Tar per bloccare qualsiasi incremento delle tariffe determinato da pratiche illecite», conclude Rienzi.

Come unica forma di tutela possibile al momento, LeggiOggi ricorda ai consumatori la possibilità di poter richiedere Bonus Luce e Gas e Bonus Acqua. Per approfondire i requisiti di reddito e familiari consultare i seguenti articoli:

Bonus Luce e Gas: ecco come richiederlo

Bonus Acqua, sconto in bolletta: ecco come richiederlo

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome