Approfondire il tema della liquidazione dei compensi nell’ambito dei procedimenti di cui alla legge n. 3/2012, con particolare riferimento alle più significative problematiche riscontrate nei primi anni di applicazione della disciplina. E’ l’obiettivo del nuovo documento messo a punto da Consiglio e Fondazione nazionali dei commercialisti, a cura del gruppo di lavoro sul tema coordinato dai consiglieri nazionali Valeria Giancola e Giuseppe Tedesco, intitolato “La liquidazione dei compensi nei procedimenti di composizione della crisi da sovraindebitamento”.

Scarica qui la Guida in Pdf

Le previsioni contenute nel decreto ministeriale n. 202/2014 secondo i coomercialisti sono lacunose e troppo generaliste. “Non possono trascurarsi – è scritto nella premessa al documento – le molteplici criticità legate alla determinazione dei compensi spettanti ai professionisti coinvolti nella gestione della crisi da sovraindebitamento e, ancor più, quelle relative alla percezione del compenso in talune, non infrequenti, ipotesi; criticità che, non di rado, si è tentato di mitigare in funzione della ratio socio-economica che caratterizza e che ha fortemente incentivato l’ingresso, anche nel nostro ordinamento giuridico, di procedimenti volti alla ristrutturazione delle posizioni debitorie di tutta la platea di soggetti esclusi dall’ambito di applicazione della legge fallimentare”.

Ecco allora una guida messa a punto per approfondire e chiarire meglio gli aspetti della liquidazione dei compensi nelle procedure di composizione da sovraindebitamento e nella liquidazione del patrimonio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome