Dopo il superamento della prova conti, con la bollinatura apposta dalla ragioneria di Stato, si attende in queste ore la pubblicazione in Gazzetta ufficiale del Decreto Dignità, che dovrebbe avvenire oggi 13 luglio.

Il testo del provvedimento dovrebbe entrare in Gazzetta sotto questo titolo: “misure urgenti per la dignità dei lavoratori e delle imprese”.

Il Decreto Dignità, approvato nel Consiglio dei Ministri del 2 luglio 2018 attende la pubblicazione da più di 10 giorni tra rinvii, rimandi e controlli della Ragioneria sulle coperture. Fermo ai pit stop il testo della prima manovra del Governo Conte, dovrebbe essere pubblicato oggi, con all’interno le seguenti misure legislative:

  • Stretta sui contratti a termine e limite ai casi di estrema urgenza;
  • Maxi indennizzi sui licenziamenti;
  • aumento dello 0,5% del contributoaddizionale – attualmente pari all’1,4% della retribuzione imponibile ai fini previdenziali, a carico del datore di lavoro, per i rapporti di lavoro subordinato non a tempo indeterminato – in caso di rinnovo del contratto a tempo determinato, anche in somministrazione
  • contrasto alle delocalizzazioni delle aziende che beneficiano di contributi statali;
  • contrasto al fenomeno della ludopatia, con lo stop alla pubblicità sul gioco d’azzardo
  • semplificazioni fiscali (abolizione split payment per professionisti, congelamento redditometro in attesa di un nuovo decreto, rinvio dello spesometro)

Per approfondimenti consulta lo speciale Decreto Dignità

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome