concorso agenzia entrate cosa studiare

C’è grande attesa intorno al Concorso Agenzia delle Entrate, pubblicato da poco sulla Gazzetta ufficiale, e costituito da 4 bandi. Ricordiamo che i candidati dovranno inviare la domanda entro il 17 maggio, compilandola su www.510trib.it. Vediamo nel dettaglio come e cosa studiare, con i suggerimenti e consigli dell’autore Giuseppe Cotruvo, per superare le prove del Concorso.

Ricordiamo che i candidati saranno selezionati attraverso le seguenti prove:

  •  prova oggettiva attitudinale;
  • prova oggettiva tecnico-professionale;
  • tirocinio teorico-pratico integrato da una prova finale orale.

Prova oggettivo attitudinale del Concorso Agenzia delle Entrate

La prova consiste in una serie di quesiti di logica a risposta multipla. Nel precedente concorso del 2015 la prova consisteva in 50 quiz con 3 risposte di cui 1 esatta, da risolvere in 40 minuti.

La prova è valutata in trentesimi e saranno ammessi alla prova successiva solo quelli con punteggio minimo di 24/30 rientrano in graduatoria nel limite massimo di cinque volte il numero dei posti per i quali concorrono. La data della prova sarà comunicata il prossimo 5 giugno sul sito web dell’Agenzia delle Entrate, potrebbe svolgersi già a fine giugno.

Come prepararsi alle prove del Concorso Agenzia delle Entrate

Ecco i consigli di Giuseppe Cotruvo, uno dei più grandi esperti nazionali di quiz di logica

  • iniziare a studiare sia per la prima che per la seconda prova scritta.
  • per la prima prova scritta non ci sarà molto probabilmente una banca dati (nel bando non se ne parla) e ci saranno quiz inediti, quindi è fondamentale lavorare sul potenziamento della velocità di calcolo e sulla comprensione degli schemi di approccio che vanno adottati nella risoluzione dei quiz di logica. Quindi il lavoro da impostare è sul “ragionamento” e sulla “comprensione”.

Prova oggettiva tecnico-professionale

La seconda prova scritta consiste in una serie di quiz a risposta multipla per accertare la conoscenza delle seguenti materie:

a) diritto tributario;
b) diritto civile e commerciale;
c) diritto amministrativo;
d) elementi di diritto penale;
e) contabilità aziendale;
f) organizzazione e gestione aziendale;
g) scienza delle finanze;
h) elementi di statistica.

Nel precedente concorso del 2015, la prova  era un test costituito da 80 domande con 3 opzioni di risposta e si è svolto in un’unica giornata.

Tirocinio pratico e prova orale

I candidati che otterranno alla seconda prova scritta un punteggio minimo di 24/30 accederanno al tirocinio teorico pratico di 6 mesi e infine ad un colloquio orale sulle seguenti materie:
a) diritto tributario;
b) diritto civile e commerciale;
c) elementi di diritto penale;
d) contabilità aziendale.

La valutazione finale è espressa in trentesimi e tiene conto SOLO della valutazione della prova orale. Per superare la prova orale è necessario conseguire il punteggio di almeno 24/30.

Per richieste di assistenza tecnica relative alla compilazione e all’inoltro on line della domanda di partecipazione è possibile inviare un’email a: assistenza@510trib.it oppure telefonare al numero 010 9861064.

Per la preparazione consigliamo

Concorso Agenzia delle Entrate 2018 - Quiz svolti e videolezioni di logica

Concorso Agenzia delle Entrate 2018 - Quiz svolti e videolezioni di logica

Giuseppe Cotruvo, 2018, Maggioli Editore

L’opera è uno strumento innovativo per la preparazione in vista della prova oggettivo attitudinale del Concorso Agenzia delle Entrate 2018, per il reclutamento di Funzionari amministrativo-tributari. Un libro e un videocorso fusi in un unico prodotto editoriale per offrire al candidato uno...



© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome