riforma pensioni

Prosegue il dibattito in campagna elettorale per le Elezioni 2018 sulla Riforma Pensioni.Dopo la proposta da parte della Lega e del M5S di abolire la Legge Fornero e ritornare alla Quota 100 e Quota 41, anche Cesare Damiano, presidente della Commissione Lavoro alla Camera dei Deputati, rilancia la proposta sui 41 anni di contributi, ma indipendentemente dall’età anagrafica.

Secondo Damiano la normativa dei lavoratori precoci deve essere migliorata, eliminando il vincolo che consente di poter andare in pensione con 41 anni di contributi solo a condizione che si siano svolti dodici mesi di attività prima dei 19 anni. Inoltre per l’ex deputato Pd la quota 41 non deve valere solo per chi svolge lavori usuranti.

Resta aggiornato con lo Speciale Pensione Anticipata

Damiano si schiera contro l’abolizione della Legge Fornero che, secondo lui, è già stata in parte modificata e attenuata nelle sue conseguenza negative, ma anche contro il salvataggio della Riforma pensioni del 2011. E propone di continuare con una serie di misure puntuali che oltre all’eliminazione del vincolo anagrafico sulla quota 41, prevede anche la proroga dell’Opzione Donna e rendere operativa la Commissione per riformare l’innalzamento dell’età pensionabile.

Ricordiamo che alcuni mesi fa, assieme all’ex ministro del Lavoro Maurizio Sacconi, Damiano aveva avanzato un testo per rinviare l’adeguamento dell’età pensionabile all’innalzamento dell’aspettativa di vita, ma nel 2011 ricordiamo che anche Sacconi e Damiano espressero voto favorevole sulla Riforma Fornero.

Leggi chi votò a favore della riforma Fornero.

Sulle ultime novità legate alle Pensioni consigliamo la lettura dell’ebook Pensioni 2018

© RIPRODUZIONE RISERVATA


12 COMMENTI

  1. sono un lavoratore precoce compio 62 anni a marzo con 41 anni di contributi . ho fatto la domanda per la pensione con l ape social nel mese di giugno ma è stata respinta perchè ,essendo dipendente delleposte italiane, ho accettato un accordo consensuale firmando il licenziamento.,per cui non ho fatto la disoccupazione.io mi sono informato al caf ma dissero che non mi spettava,avendo usufruito della buon uscita. spero che con il prossimo governo questa ingiustizia venga eliminata . devono accettare la quota 41 per tutti senza se e senza ma…….. o7 marzo 2018

  2. Scusate ragazzi/e, mi viene da chiamarci così, perché continuano ad allungarci l’età pensionabile; vorrei fare una precisazione, quando si dice quota 100 o 102 non esiste età almeno 62 e 38 di età, ma bisogna solo sommare età anagrafica e anni di contributi. Altrimenti dovete spiegarmi la differenza tra chi ha 62 anni di età e 40 di contributi (quota 102), e chi 60 anni e 42 di contributi (il primo potrebbe andare, il secondo no)!!!!.

  3. Le donne non possono stare a lavoro a 63 anni! I giovani quando lavorano? Le donne sono il pilastro della famiglia, a 63 anni hanno il diritto a riposarsi e devono fare le nonne!

  4. Io non ho capito se lo sconto di 6 mesi per ogni figlio riguarda chi rientra nell’ape social o tutte le donne?

  5. sarebbe già un risultato eliminare i 5 mesi che sono stati aggiunti ai requisiti per la pensione anticipata , ma evidentemente nessuno ha veramente la volontà di rendere la legge meno iniqua per i lavoratori precoci

  6. L’ on Damiano e l’ on Boccuzzi oltre a ciò che leggiamo nell’ articolo si stanno battendo anche per la definitiva nona salvaguardia per gli esodati che rimasero ingiustamente esclusi causa i paletti sulle date del requisito in ottava salvaguardia . Sarà bene e giusto che chi articola e compie info mediatica via social NON dimentichi mai questo vulnus grave per cui Damiano ha già rilasciato molte Ansa ed Agenzie al salvaguardare 6000 persone .

  7. Sarebbe ora do venire incontro a coloro che sono nati nel 1952 e1953.
    Quota 41 oppure quota, 102 meno costose della quota 100. Chi va al governo ne tenga conto. Grazie

  8. Questo anno compio 63 anni ad aprile, e 41 anni di contributi il mese di agosto inoltre ho svolto negli ultimi 10 anni lavoro notturno con più
    di 70 notti per anno andrò
    in pensione questo anno? ???

  9. SE QUOTA 100 E’ INSOSTENIBILE , PERCHE’ NON PROPORRE QUOTA 102? CON 63 ANNI E 39 ANNI DI LAVORO

  10. Sarebbe ora che i nostri rappresentanti politici si decidessero, dopo tanti proclami, a realizzare finalmente qualcosa di serio e definitivo sulla iniqua riforma Fornero che ha penalizzato, in modo particolare le DONNE, da una vita impegnate nel doppio ruolo lavoro-casa. Soprattutto, dopo averci spiegato, fino alla nausea, che il Paese era in default e che bisognava salvare i conti con la Riforma. Non si è capito poi, xké i sacrifici toccavano solo a noi lavoratori e mai ai nostri rappresentanti politici autori del disastro economico e senza vergogna. Continuano a godere di benefit assurdi a fronte di migliaia di italiani alla fame e in disagiate condizioni economiche…..

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome