Al via le domande per il bonus asilo nido, il contributo per il pagamento delle rete per asili nido pubblici e privati o per l’assistenza familiare. Il bonus è stato confermato anche per quest’anno e  per ottenerlo è necessario presentare la domanda entro il 31 dicembre 2018.

Vediamo nel dettaglio in cosa consiste, come funziona e come presentare la domanda.

In cosa consiste il bonus asilo nido

Il bonus asilo nido consiste in un contributo corrisposto dall’Inps al massimo di 1.000 euro, destinato ai figli nati o adottati dal 1° gennaio 2016.

Se destinata al pagamento delle rette dell’asilo, il contributo viene stanziato in 11 rate mensili dell’importo di 90,91 euro per ogni retta.

Per le forme di assistenza domiciliare, il bonus viene erogato in un’unica soluzione direttamente al genitore richiedente.

Requisiti per richiedere il bonus asilo nido

Può richiedere il bonus il genitore di un bimbo nato o adottato dal 1° gennaio 2016, residente in Italia, con cittadinanza italiana o comunitaria.

Ricordiamo che il beneficio è valido anche per gli extracomunitari in possesso del permesso di soggiorno di lungo periodo o di una delle carte di soggiorno per familiari extracomunitari e per i cittadini stranieri con status di rifugiato politico o di protezione sussidiaria.

Come inviare la domanda

La domanda deve essere inoltrata entro il 31 dicembre 2018, fino all’esaurimento delle risorse stanziate, pari a 250 milioni di euro, inviandola attraverso il servizio dedicato sul sito Inps, oppure tramite il Contact center Inps o tramite gli intermediari.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome