bonus bebé

Il reddito di inclusione è un beneficio che viene concesso per contrastare la povertà. Tale beneficio è concesso per un periodo massimo di 18 mesi, trascorsi i quali non può essere rinnovato se non dopo trascorsi almeno 6 mesi.

Chi può beneficare del ReI nell’anno 2018?

Possono beneficiarne:

  • cittadini i taliani;
  • cittadini comunitari;
  • familiari di cittadini italiani o comunitari: non aventi la cittadinanza in uno Stato membro, titolari del diritto di soggiorno o diritto di soggiorno permanente;
  • cittadini stranieri in possesso del permesso di soggiorno CE per soggiornanti di lungo periodo;
  • titolari di protezione internazionale (asilo politico, protezione sussidiaria).

Il beneficiario deve possedere i seguenti requisiti economici:

  • avere un reddito Isee fino a 6.000 euro;
  • avere un ISR sotto i 3.000 euro;
  • avere un patrimonio immobiliare, diverso dalla casa di abitazione, non superiore a 20mila euro;
  • avere un valore del patrimonio mobiliare (depositi, conti correnti) non superiore a 10mila euro.
    Tale soglia scende a 8 mila euro in caso di due persone e a 6 mila euro per una persona sola).

E, ancora, nessun componente del nucleo deve:

  • percepire la Naspi o altro ammortizzatore sociale di sostegno al reddito in caso di disoccupazione involontaria;
  • possedere autoveicoli e/o motoveicoli immatricolati la prima volta nei 24 mesi prima della domanda. Nella suddetta condizione sono esclusi gli autoveicoli e i motoveicoli acquistati con la Legge 104;
  • possedere navi e imbarcazioni da diporto.

Vediamo ora l’iter da seguire per ottenere la Carta ReI.

Leggi anche Reddito di inclusione, come fare domanda dall’1 dicembre

Come si presenta l’istanza?

L’istanza si presenta utilizzando l’apposito modello di domanda al quale dovrà essere allegata tutta la documentazione necessaria, quale il modello ISEE, un documento di riconoscimento valido…

Attenzione! ISEE e ISR, nel reddito di inclusione, sono due componenti molto importanti, perché è da questi che si desume il reddito familiare e di conseguenza si determina l’importo del REI spettante in funzione anche del numero dei componenti della famiglia.

L’importo massimo previsto per ReI 2018 è pari ad € 485 per i nuclei familiari con più di 5 persone.

Come si compila l’istanza?

Il modulo si compone di diversi “Quadri” che vanno compilati secondo le indicazioni dell’Inps.

Dove si presenta l’istanza?

Al Comune. Il cittadino, per richiedere l’assegno, deve consegnare il modulo di domanda reddito di inclusione con i documenti allegati, presso il proprio Comune di residenza o presso altri punti di accesso che lo stesso Comune deve rendere noti e accessibili al pubblico.

Quando si riceve il beneficio?

Il Comune, una volta ricevuta l’istanza e i documenti, verifica la correttezza della documentazione allegata e poi, entro 15 giorni dalla ricezione, trasmette il tutto all’Inps.

L’Inps nei 5 giorni successivi, verifica la sussistenza dei requisiti:

in caso di ‘esito positivo: l’Inps invia a Poste Italiane il benestare per l’erogazione del bonus sulla carta REI;

in caso di esito negativo: l’Inps comunica al cittadino il motivo del rigetto e le istruzioni per presentare eventualmente il ricorso.

Quando arrivano i soldi della carta REI?

Poste Italiane, ricevuto il benestare  dall’ Inps, provvede ad emettere la Carta REI a nome del cittadino beneficiario ed invia una comunicazione contenente l’invito a presentarsi all’ufficio postale per il ritiro della carta. Attivata la carta REI, Poste provvede all’erogazione dell’importo REI spettante al beneficiario.

Il beneficiario per poter utilizzare la Carta REI deve essere in possesso del PIN. Il PIN viene inviato da Poste, in busta chiusa, presso l’indirizzo indicato sulla domanda.


1 COOMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here