È stato firmato dal ministro delle infrastrutture e dei trasporti Graziano Delrio il decreto sulle Ntc 2018, che dovrebbe essere poi pubblicato in Gazzetta Ufficiale entro fine febbraio. Il provvedimento sarà pubblicato molto probabilmente da solo, senza la Circolare esplicativa che vedrà la luce successivamente, dopo essere stata bloccata, a seguito di dubbi avanzati dagli operatori, e mai approdata al Consiglio superiore dei lavori pubblici. Quest’ultima inizialmente composta da 700 pagine, è al momento oggetto di un lavoro di sintesi che dovrebbe ridurla a circa 100 pagine.

Cosa sono le Ntc 2018

Le Ntc 2018 sono l’aggiornamento delle “vecchie” Norme Tecniche per le Costruzioni, risalenti al 2008, che forniscono le linee guida per le costruzioni di edifici civili. A seguito dei diversi disastri naturali degli ultimi anni le nuove Ntc forniranno le linee guida per:

  • la messa in sicurezza degli edifici esistenti, apportando una semplificazione per evitare di porre limiti irrealizzabili per le ristrutturazioni e facilitandolo l’accesso alle agevolazioni del Sismabonus,
  • l’utilizzo di alcuni materiali innovativi, con coefficienti di sicurezza, formule per determinare le caratteristiche degli elementi portanti.

Ricordiamo che le opere private e pubbliche in corso di esecuzione o per cui è già stato depositato il progetto esecutivo, resteranno fuori dalle nuove NTC e potranno utilizzare il vecchio regime

Il provvedimento approvato da Delrio è costituito da 3 articoli e un allegato contenente il testo relativo alla revisione delle norme:

  • nell’articolo 1 si stabilisce l’approvazione del testo contenuto nell’allegato,
  • nell’articolo 2 si precisa la durata del periodo transitorio successivo alla pubblicazione delle Ntc 2018,
  • nell’articolo 3 si indica che l’entrata in vigore delle nuove Norme Tecniche sarà a 30 giorni dopo la pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Scrivi il tuo commento!
Inserisci il tuo nome