scadenze fiscali

Dal 2018 cambieranno le scadenze fiscali, come previsto dagli emendamenti alla Legge di Bilancio 2018 in esame da domani in aula alla Camera dei Deputati. Vediamo nel dettaglio le novità per professionisti e contribuenti su Dichiarazione dei Redditi, Spesometro, modello 770.

Scadenze del 730 compilato, cosa cambia con la Legge di Bilancio 2018

È fissata al 23 luglio la scadenza per la presentazione del 730 precompilato, valida per tutti, sia chi farà la presentazione diretta, sia chi lo farà attraverso un intermediario o un CAF. Solo per chi presenta il 730 precompilato attraverso il sostituto d’imposta il termine è anticipato al 7 luglio. Resta al 30 giugno il temine per pagare le tasse, il saldo del 2017 e l’acconto per il 2018.

Consulta lo Speciale Agenzia delle Entrate

Modello Redditi 2018, Spesometro e Modello IRAP

Dopo la proroga concessa nel 2017, viene confermata anche per il prossimo anno la scadenza al 31 ottobre per la presentazione del modello Redditi 2018, ma solo negli anni di applicazione dello Spesometro. La scadenza per la presentazione di quest’ultimo sarà al 30 settembre con possibilità per il contribuente di scegliere tra la presentazione semestrale o annuale.

Per evitare sovrapposizioni delle varie scadenze fiscali sarà posticipato al 31 ottobre anche il termine per la presentazione del modello IRAP e della presentazione del modello 770, da parte dei sostituti di imposta. Con l’entrata in vigore della fatturazione elettronica la scadenza di fine ottobre tornerà al 30 settembre.

Proroga di 1 anno per gli studi di settore nella Legge di Bilancio 2018

Il testo della Legge di Bilancio 2018, attualmente all’esame della Commissione Bilancio della Camera, e da domani in aula, prevede anche la proroga di un anno degli studi di settore e l’entrata in vigore degli indici di affidabilità fiscale (ISA) a partire dal 2019.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome