rottamazione cartelle bis

Dopo la conversione del decreto Fiscale ha preso ufficialmente il via la rottamazione bis delle cartelle esattoriali. Tra le novità inserite nel testo, rispetto alla versione originaria, c’è l’estensione della platea, ovvero i carichi affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2016 per i quali non è stata presentata precedente domanda di “rottamazione” oltre a quelli affidati dal 1° gennaio al 30 settembre 2017.

Aderendo alla definizione agevolata i contribuenti potranno regolarizzare la propria posizione con il Fisco pagando il debito senza sanzioni e interessi.

L’Agenzia delle Entrate – Riscossione ha pubblicato il nuovo modello DA 2000/17 , con la guida alla compilazione e le domande più frequenti.

Resta aggiornato con lo speciale Rottamazione cartelle esattoriali

Come presentare domanda

I contribuenti dovranno presentare la domanda di adesione entro il 15 maggio 2018 scegliendo tra 3 modalità:

  • con il servizio “Fai DA Te” compilando, direttamente nell’area libera del portale di Agenzia delle entrate-Riscossione, il modello,
  • presentando il modello DA 2000/17 agli sportelli della Riscossione
  • dalla propria casella di posta elettronica certificata, insieme alla copia del documento di identità, all’indirizzo Pec della direzione regionale di riferimento dell’Agenzia delle entrate-Riscossione.

Nuove scadenze per la rottamazione bis

Riepiloghiamo la scadenze per la rottamazione bis:

  • carichi del periodo 1° gennaio-30 settembre 2017:  Comunicazione delle somme dovute da parte dell’Agenzia entro giugno 2018. I versamenti dovranno essere effettuati in un’unica soluzione, entro luglio 2018, o in un massimo di 5 rate con scadenze a luglio, settembre, ottobre e novembre 2018, e febbraio 2019
  • carichi nel periodo 1° gennaio 2000-31 dicembre 2016, Comunicazione delle somme dovute da parte dell’Agenzia entro settembre 2018 e i versamenti dovranno essere eseguiti, in un’unica soluzione, entro ottobre 2018 o in un massimo di 3 rate con scadenze ottobre e novembre 2018, e febbraio 2019.
  • cartelle o avvisi indicati dal contribuente nel modello DA 2000/17, interessati da una rateizzazione in essere al 24 ottobre 2016, Comunicazione delle somme dovute da parte dell’Agenzia entro il 30 giugno 2018, da versare entro il 31 luglio 2018. Dopo il pagamento, verrà inviata al contribuente, entro settembre 2018, la “Comunicazione delle somme dovute” per la definizione agevolata dell’importo residuo da versare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome