legge di bilancio 2018

Prosegue l’iter parlamentare della Legge di Bilancio 2018: dei quasi 6 mila emendamenti presentati, 2 mila sono stati stralciati dalla Commissione Bilancio della Camera.Mercoledì previsto il voto solo di quelli segnalati, non oltre 820, per arrivare all’esame del provvedimento in aula il 19 dicembre. Tra quelli considerati ammissibili il piano di assunzione dei precari nella pubblica amministrazione e il Correttivo al Codice dell’Amministrazione digitale, che prevede il domicilio digitale a tutti i cittadini.

Tra le modifiche in arrivo l’ampliamento della platea dell’Ape social, lo sconto per le donne lavoratrici, la riduzione della durata dei contratti a termine, la proroga per gli studi di settore, l’ampliamento degli interventi per le famiglie, l’anticipo della web tax al 2018. Vediamo in breve cosa potrebbe cambiare rispetto al testo liberato a Palazzo Madama.

Ape social per 15 categorie di lavori usuranti

Previsto un emendamento presentato dal Governo per l’allargamento della platea dell’Ape social includendo da 11 a 15 categorie di lavori usuranti (gli stessi esonerati dall’aumento dell’età pensionabile a 67 anni) e per rafforzare il bonus contributivo per l’anticipo pensionistico delle donne. Si torna a parlare anche della proroga per tutto il 2019 dell’Ape social e dell’opzione donna, ma la scarsa disposizione di fondi ne rende difficile l’approvazione.

Resta aggiornato con lo Speciale Legge di Stabilità 2018

Contratti a termine a 24 mesi con meno rinnovi

Il Governo proporrà anche una riduzione della durata dei contratti a termine, da 36 a 24 mesi, e del numero di rinnovi.

Ampliamento del bonus bebè nella Legge di Bilancio

Alla Camera sarà richiesto l’ampliamento del bonus bebè fino ai primi 3 anni di vita e anche dei limiti di reddito entro cui i figli restano a carico dei genitori.

Web tax dal 2018

Il Governo ipotizza l’anticipo al 2018 dell’entrata in vigore della web tax.

Riforma del processo civile

La commissione Giustizia della Camera ha proposto di inserire tra gli emendamenti della Manovra 2018 una parte della riforma del processo civile con l’introduzione del procedimento semplificato davanti al giudice monocratico.

Proroga di un anno per gli studi di settore

Prevista la proroga all’anno di imposta 2018 dell’entrata in vigore degli Isa, indicatori sintetici di affidabilità fiscale che dovrebbe andare a sostituire gli studi di settore per oltre un milione di partite Iva.

Consigliamo la lettura di

Legge di Bilancio 2018: tutte le novità per i professionisti

Legge di Bilancio 2018: tutte le novità per i professionisti

2017, Maggioli Editore

Guida pratica in forma ebook che illustra tutte le novità contenute nel testo definitivo della Legge di Bilancio 2018 presentato in Parlamento lo scorso 31 ottobre.La Manovra vale complessivamente 20,4 miliardi di euro e punta alla crescita con il sostegno agli investimenti e all’occupazione,...




CONDIVIDI
Articolo precedenteLegge 104, il dipendente può rifiutare il trasferimento
Articolo successivoLotta all’evasione fiscale: necessario personale qualificato per i controlli

1 COOMENTO

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here