riscatto laurea gratis

Novità sulla procedura Inps per il riscatto di laurea. A comunicarlo è l’Ente previdenziale con il messaggio 10 novembre 2017, n. 4488, sulla riprogettazione del servizio online per la presentazione delle domande nelle gestioni dei dipendenti privati, inclusi il Fondo Pensioni per i Lavoratori dello Spettacolo (FPLS) e il Fondo Pensioni per gli Sportivi Professionisti (FPSP).

Come accedere al servizio online del Riscatto di Laurea

È possibile accedere al servizio (Prestazione e servizi – tutti i servizi – Riscatto di laurea) con il proprio PIN, ma è necessario possedere il PIN dispositivo per completare la procedura della domanda. Se l’utente è iscritto a più gestioni previdenziali, il sito propone la gestione nella quale sono presenti i contributi più recenti e con maggiore anzianità contributiva per orientare la scelta della gestione in cui effettuare il riscatto.

Leggi anche Riscatto di Laurea, come si calcola e come fare domanda

Le nuove funzionalità del servizio di Riscatto di Laurea

All’interno del servizio è possibile:

  • compilare e inserire la domanda indicando i periodi da riscattare, allegando al documentazione e scegliendo le modalità di pagamento
  • consultare le domande effettuate,
  • consultare lo stato della pratica e le fasi di lavorazione
  • fare una simulazione di calcolo sia per i soggetti inoccupati sia per i già iscritti a una gestione previdenziale,
  • consultare la scheda informativa.

Le circolari di riferimento sono circolari INPS 27 maggio 2011, n. 77 e 14 ottobre 2013, n. 147,

La novità più rilevante è la possibilità di richiedere con lo stesso modulo, il riscatto di più corsi di studi.


CONDIVIDI
Articolo precedenteMinori e PA, la nuova disciplina europea
Articolo successivoDecreto Fiscale in Senato, tutte le novità

7 COMMENTI

  1. Io ho fatto domanda nel 2001 e nel giro di tre mesi me l’hanno accettata e messa in pista. Certo lo sforzo economico è stato alto. Hp riscattato solo 2 anni 15000 Euro

  2. Il riscatto della laurea o dei diplomi abilitativi ad una professione dovrebbero essere calcolati rispetto ai contributi pagati alla data del periodo contributivo!invece ti fanno pagare in base al momento della domanda!ma che sfiga! Quando i politici avranno le stesse regole compreso Boeri?

  3. Io ho fatto domanda nel 2003 ed a oggi non ho ricevuto risposta. L’unico vantaggio è che prima ero c3 ed adesso d3. Indicativamente quanto potrei pagare?

  4. Maria potevi sollecitare la pratica…e chi sa se 9 anni fai i soldi li avresti avuti? Solitamente dopo gli studi si arranca a trovare la prima occupazione e cosi tanti soldi per un riscatto laurea non si hanno! La data di presentazione fa fede per il calcolo…ossia i periodi successivi non vengono conteggiati. Non vedo che l ‘Inps ti ha fatto un grosso danno…

  5. Nel mio caso hanno impiegato 13 anni. Io non ci speravo quasi più. Oggi sto ancora pagando, fortunatamente mi restano ancora21 mesi.

  6. È una vergogna dal 2008 data domanda mi è stato risposto dopo 9 anni e cioè nel 2017. Complimenti per la celerità avrei potuto finire già di pagare e chiedere ora i danni morali.

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here