pensione di reversibilità

Ape volontaria negata a chi avrà una pensione bassa, a chi ha debiti pregressi o è un cattivo pagatore. In attesa di vedere il testo del decreto sull’Ape volontaria pubblicato sulla Gazzetta ufficiale approfondiamo l’analisi dei requisiti per poter accedere all’anticipo pensionistico.

Ricordiamo che per accedere all’anticipo pensionistico è necessario avere i seguenti requisiti:

  • 63 anni di età,
  • 20 anni di contributi,
  • 3 anni e 7 mesi di massima distanza dalla pensione di vecchiaia.

Tra i requisiti è presente anche quello economico, ovvero l’assegno della futura pensione non dovrà essere inferiore a 1,4 rispetto al minimo (circa 702 euro), al netto della rata di ammortamento dell’Ape.
Sono a rischio quindi i lavoratori con una futura pensione lorda inferiore a 1.000 euro al mese: è necessario valutare quanto inciderà la rata di ammortamento sull’assegno pensionistico per non scendere sotto i 702,65 euro.


Consulta il nostro speciale Pensione anticipata

Anche chi al momento della domanda dell’Ape ha altri finanziamenti in corso dovrà fare bene i calcoli: la rata di ammortamento dell’anticipo e altri debiti eventuali non potranno superare il 30% dell’anticipo.

L’Ape non sarà concesso nemmeno a:

  • chi ha debiti scaduti o sconfinanti e non pagati da oltre 90 giorni,
  • chi è registrato negli archivi della centrale rischi gestita dalla Banca d’Italia o iscritto in una banca dati creditizia per multe, debiti o prestiti,
  • chi ha avviato procedure di crisi da sovraindebitamento (a meno che la procedura di crisi sia chiusa),
  • chi ha pignoramenti in corso o estinti senza soddisfazione dei creditori,
  • chi ha protesti a proprio carico,
  • chi è registrato nell’archivio degli assegni bancari e postali e delle carte dì pagamento irregolari istituito presso la Banca d’Italia.

Volume consigliato

Previdenza 2017

Previdenza 2017

Gabriele Bonati - Pietro Gremini, 2017, Maggioli Editore

Il volume rappresenta un vero e proprio instant book, che ha l’obiettivo di offrire un quadro generale e di immediata intuitività circa le ultime novità intervenute nel sistema previdenziale italiano, oggetto di numerosi provvedimenti, di cui alcuni ancora in corso di...




CONDIVIDI
Articolo precedenteLegge 104 e Part time, cambia il numero dei giorni di permesso?
Articolo successivoPersonale ATA, come fare domanda per la graduatoria di terza fascia

11 COMMENTI

  1. buongiorno
    vorrei sapere quando potrei presentare la domanda per l’ape volontaria
    Avendone i requisiti e comunque volendo usufruire della RITA

    grazie
    marco

  2. gentilissimi, vorrei sapere ,se una persona con 63 anni e con 39 anni di contributi 37 anni lavoro dipendente e due anni di contributi figurativi (naspi) 63 anni verranno compiuti a giugno 2018 e la naspi termina a dicembre 2018 posso effettuare la domanda di ape volontaria a luglio 2018 pure se sono ancora a copertura naspi o quando posso effettuare la domanda?

  3. Mi chiedo…..nessun mezzo di informazione comunica la data in cui si puo’presentare la domanda per ape volontaria…..grazie

  4. Sono d accordo chi è scritto a crif non dovrebbe essere escluso dall ape volontaria essendo questa una cessione del quinto, altrimenti penso che le richieste di ape volontaria diminuiranno almeno del 50 x cento, è una cosa incomprensibile

  5. Buongiorno,
    ,essendo l’Ape equiparata ad una cessione del quinto anticipata , che vengano esclusi i cattivi pagatori che ,invece , con il fatto della retroattività della richiesta del APE a maggio , avrebbero la liquidità necessaria per ridurre od estinguere i debiti pregressi a tutto vantaggio per le finanziarie stesse . Su questo punto ,se non ricordo male , ci fu la raccomandazione a non estromettere questo tipo di persona dal finanziamento da parte della Corte dei Conti o altro ente controllore

  6. Gentile Antonio i requisiti per ape volontaria sono 63 anni, 20 anni di contributi e avere maturato una pensione di almeno 700 €

  7. Buongiorno,
    lavorando nel campo dei finanziamenti ,trovo incomprensibile ,essendo l’Ape equiparata ad una cessione del quinto anticipata , che vengano esclusi i cattivi pagatori che ,invece , con il fatto della retroattività della richiesta del APE a maggio , avrebbero la liquidità necessaria per ridurre od estinguere i debiti pregressi a tutto vantaggio per le finanziarie stesse . Su questo punto ,se non ricordo male , ci fu la raccomandazione a non estromettere questo tipo di persona dal finanziamento da parte della Corte dei Conti o altro ente controllore

  8. Gentilissimi, un quesito, vorrei sapere, se una persona attualmente disoccupata, esclusa dall’ape social, perché titolare di sei mesi di un contratto a termine nel 2015, con 33 anni di contributi e 63 anni di età, può accedere all’ape volontaria….cordiali saluti..

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here