Home Fisco Spesometro, proroga al 28 settembre anche per l’invio telematico

Spesometro, proroga al 28 settembre anche per l’invio telematico

Precisazione delle Entrate sull'invio telematico dello Spesometro

tasse

Proroga al 28 settembre anche per chi ha scelto l’invio telematico dello Spesometro, ovvero dei dati delle fatture relative al 1° semestre 2017. Lo ha precisato l’Agenzia delle Entrate per scongiurare eventuali dubbi dei contribuenti.

Ricordiamo che la proroga della scadenza è stata comunicato lo scorso 1° settembre dal Mef con un comunicato stampa e sarà contenuta in un decreto di prossima pubblicazione.

Lo Spesometro è la comunicazione (semestrale, ma dal 2018 diventa trimestrale) sui dati di fatture emesse e ricevute con importo pari o maggiore di 3.600 euro da parte dei soggetti passivi di Iva.

Secondo le indicazioni fornite dall’Agenzia delle Entrate nel Provvedimento del 27 marzo scorso lo Spesometro deve contenere i dati dei soggetti relativi alla fattura, la data e numero, la base imponibile, l’aliquota e l’imposta e il tipo di operazione,  e essere inviato tramite la Piattaforma Fatture e Corrispettivi.

Ricordiamo che sono previste sanzioni per il mancato o errato invio dello Spesometro corrispondenti a 2 euro per ogni fattura, fino al massimo di 1000 euro a trimestre. Sanzione che viene ridotta del 50% se l’invio avviene entro 15 giorni dalla scadenza.

Per la riduzione della multa è possibile ricorrere al ravvedimento operoso, lo sconto cambia a seconda di quando si effettua la regolarizzazione (da 1/9 a 1/5).

© RIPRODUZIONE RISERVATA


SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Inserisci il tuo nome