Sono oltre 27mila gli utenti che si sono registrati nella nuova piattaforma Inps per la gestione dei nuovi voucher. L’Inps ha diffuso con un comunicato i dati raccolti nel primo mese e mezzo di attivazione del servizio per i contratti di lavoro occasionale, vediamoli nel dettaglio.

Sul totale dei 27mila utenti registrati, 3.998 sono utilizzatori del Libretto Famiglia, 12.252 aziende o liberi professionisti che hanno attivato il contratto di prestazione occasionale e 10.767 lavoratori.

Di questi ultimi 6.742 hanno svolto prestazioni lavorative occasionali, 6.056 con contratto di lavoro occasionale e 686 con Libretto Famiglia,  per un totale di 28.724 giornate lavorative (2.544 Libretto Famiglia e 26.180 contratto di lavoro occasionale).

I versamenti effettuati da aziende e famiglie sono stati pari a oltre 4milioni di euro, dei quali 362.000 per il Libretto Famiglia e 3.833.000 per il contratto di lavoro occasionale. Le prestazioni sono state pagate per l’80% dei casi con accredito su conto corrente.

L’istituto di previdenza ha annunciato anche che dal mese di settembre saranno attive nuove funzionalità sulla piattaforma, tra queste quella che permette alle aziende agricole di comunicare lo svolgimento della prestazione per 3 giorni.

Come attivare i nuovi voucher sul sito Inps

Ricordiamo la procedura di attivazione e gestione dei voucher Presto:

  • registrazione del datore di lavoro e del lavoratore sulla piattaforma Inps con apposito codice PIN;
  • il lavoratore indica la modalità con la quale preferisce essere pagato (modello F24 o accredito su conto bancario);
  • il datore di lavoro inserisce la comunicazione di lavoro occasionale;
  • pagamento diretto del lavoratore da parte dell’INPS entro il 15 del mese successivo alla prestazione.

Ti potrebbe interessare

I nuovi voucher e le 
altre forme di lavoro occasionale, co.co.co. e lavoro intermittente

I nuovi voucher e le 
altre forme di lavoro occasionale, co.co.co. e lavoro intermittente

Antonello Orlando - Rossella Quintavalle, 2017, Maggioli Editore

A seguito della cosiddetta Manovra correttiva (D.L. n. 50 del 24 aprile 2017, convertito in Legge n. 96 del 21 giugno 2017), a decorrere dal 10 luglio 2017 viene riammessa la possibilità di utilizzo di prestazioni temporanee ed occasionali, descritte con precise indicazioni di carattere...




CONDIVIDI
Articolo precedenteAssegno di mantenimento, gestione separata tra quello per la moglie e quello per i figli
Articolo successivoPubblico Impiego, da domani cambia la visita fiscale: tutte le novità

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here