Inps visita fiscale

Durante il periodo di malattia il dipendente deve essere reperibile al proprio domicilio in certi orari della giornata per ricevere la visita fiscale da parte del medico dell’Inps, ma è possibile durante questo periodo modificare il proprio indirizzo di reperibilità rispetto a quello indicato dal certificato medico?

La modifica dell’indirizzo di reperibilità può essere effettuata comunicandola direttamente all’Inps scegliendo una delle 3 modalità disponibili:

  • contattando il numero verde 803164 del Contact Center e comunicandolo all’operatore che girerà l’informazione alla sede di competenza. È importante ricordarsi di chiedere il numero di protocollo della segnalazione,
  • comunicando via fax o a mezzo raccomandata qualche giorno prima del cambio di indirizzo,
  • inviando una email alla sede Inps di competenza per le visite fiscali comunicando la variazione di indirizzo.

Nel caso il cambio di indirizzo sia all’estero il dipendente dovrà fare un’apposita richiesta alla propria sede Inps prima della partenza.

Ricordiamo che l’obbligo di reperibilità vige tutti i giorni, inclusi la domenica e i giorni festivi, e nelle seguenti fasce orarie:

  • dalle 9.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 18.00 se è uno statale o un dipendente degli Enti Locali;
  • dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 17.00 alle 19.00 se è un dipendente del settore privato.

Visita fiscale, come cambia per i dipendenti delle P.A.

Dal 1° settembre partirà il nuovo polo unico della medicina fiscale che prevede l’estensione della competenza dell’Inps ai dipendenti degli enti pubblici, come previsto dalla Riforma Madia.

Il nuovo polo fiscale prevede una fase ponte durante la quale sarà in vigore la disciplina attualmente in vigore  che prevede i controlli in fasce orarie prestabilite e diverse per i dipendenti pubblici (dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18) e  per quelli del settore privato (dalle 10 alle 12 la mattina e dalle 17 alle 19 la sera).

Le fasce orarie saranno probabilmente omologate con un decreto e la reperibilità a casa da parte del lavoratore potrebbe diventare di 5 o 6 ore giornaliere.

Volume consigliato

Il nuovo Testo Unico del Pubblico Impiego

Il nuovo Testo Unico del Pubblico Impiego

Pasquale Monea, Sylvia Kranz, Domenico Gaglioti, 2017, Maggioli Editore

In attuazione della Legge 124/2015 – legge delega “Madia”, dal nome del Ministro della Funzione Pubblica dell’epoca – sono stati emanati il nuovo Testo Unico del Pubblico Impiego (D.Lgs. 75/2017, recante modifiche e integrazioni al T.U. del pubblico impiego di cui...




CONDIVIDI
Articolo precedenteRc Auto, aggiornati gli importi per il danno biologico
Articolo successivoConcorso Cancellieri, al via domani le prove orali

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here