Voluntary disclosure 2017

Prorogata al 2 ottobre la scadenza per la voluntary disclosure bis: il Governo ha firmato la proroga e manca solo la pubblicazione ufficiale in Gazzetta. Arriva a seguito degli slittamenti di altre scadenza fiscali: spostati a fine ottobre i termini per la presentazione della dichiarazione Redditi 2017, del modello 770 e della dichiarazione dei sostituti d’imposta.

Le proroghe sono state concesse a seguito di un accordo tra il Governo e l’Ordine dei Commercialisti, in considerazione dei numerosi adempimenti fiscali per conto dei contribuenti e dei sostituti d’imposta.

Ricordiamo che la voluntary bis, introdotta dal dl 193/2016, è la nuova edizione dello strumento messo in atto nel 2015 da parte dell’ Agenzia delle Entrate per permettere ai contribuenti che detengono illegalmente capitali all’estero, di farli emergere spontaneamente, ottenendo uno sconto sulle sanzioni.  I contribuenti interessati possono fare richiesta di adesione alla procedura di collaborazione volontaria, facendo domanda per via telematica oppure attraverso un intermediario abilitato.

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è possibile reperire sia il nuovo modello di adesione, sia le istruzioni relative alla sua compilazione. In particolare, nella sezione Strumenti > ModelliModelli per domande/istanze > Adesione al regime di collaborazione volontaria.

Leggi anche Voluntary disclosure 2017: cosa rischiano i contribuenti irregolari?

Le altre proroghe fiscali

Slittano al 31 ottobre anche altre scadenze fiscali, come il modello 770, le dichiarazioni IRPEF e IRAP per persone fisiche, imprese, società di persone, studi associati e società di capitali, e le dichiarazioni integrative o correttive del Modello 730 da parte dei contribuenti.


CONDIVIDI
Articolo precedenteInps, come verificare e sanare il debito
Articolo successivoIl ddl Concorrenza è legge, cosa cambia per gli avvocati

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here