Mancano solo dieci giorni: dal 15 giugno 2017 non si dovranno più pagare i costi extra del roaming in tutti i Paesi dell’Unione Europea. Finalmente si potrà andare all’estero senza dover temere i prezzi altissimi delle chiamate, degli sms e di Internet ogni qual volta si decida di usare il cellulare italiano. Da metà mese all’interno degli Stati membri si pagherà infatti la sola tariffa nazionale prevista nel proprio Paese.

Alcuni operatori italiani si sono già adeguati prima della scadenza alle nuove tariffe al ribasso. Vediamo quali.

Per approfondire, visita la nostra sezione dedicata agli operatori telefonici.

 

Niente più costi aggiuntivi in tutta Europa

Ottime notizie per tutti i consumatori, quindi: chiamate, sms e traffico dati nei Paesi dell’Unione costeranno esattamente come in Italia. Dopo mesi di proposte, l’Unione Europea aveva già deciso per l’abolizione dei costi aggiuntivi lo scorso febbraio, ma è solo ad aprile che è arrivato il via libera definitivo, e il pericolo di beffe dell’ultimo minuto è stato scongiurato.

Cosa succederà, esattamente? Il roaming internazionale è il meccanismo che consente ai cellulari di appoggiarsi alle reti di altri operatori quando la rete della propria compagnia non è disponibile (di solito, appunto, quando si è all’estero). Questo a un costo aggiuntivo solitamente abbastanza alto. Ebbene, l’Unione Europea ha stabilito che i prezzi all’ingrosso che gli operatori si applicano tra di loro per offrire il roaming si abbasseranno del 90 per cento, con un risparmio che consentirà loro di abbattere tutti i costi aggiuntivi per i clienti.

Vodafone e Tim, roaming gratis dal 15 giugno

Vodafone ha fatto sapere recentemente che applicherà le nuove tariffe più basse solo a partire dal 15 giugno, e quindi proprio dalla data di scadenza stabilita dall’Unione Europa. La società ha reso noto che da metà mese tutti i clienti che usano ricaricabili e abbonamenti potranno utilizzare la loro tariffa nazionale anche in tutti i Paesi europei.

Simile il caso di Tim, che ha annunciato che si conformerà alle direttive UE dal 15 giugno. A differenza che con Vodafone, tuttavia, alcune utenze potrebbero già usufruire dell’abbattimento dei costi di roaming prima di tale data. Per verificarlo, occorre controllare il proprio account sull’app MyTim.

Wind e Tre, la promozione è già attiva

Wind e Tim invece, è bene sapere, offrono già le nuove tariffe senza costi aggiuntivi ai loro clienti. Wind si è adeguata alla normativa europea già dal 24 aprile, con la sola eccezione delle opzioni della famiglia “Call your Country” e “Tourist Pass” e delle promozioni gratuite. Tre, dal canto suo, ha cancellato i costi di roaming dall’8 maggio: come specificato sul sito internet dell compagnia, sms, chiamate e traffico dati all’estero costano esattamente quanto in Italia.

 

Volume consigliato:

Digital revolution

Digital revolution

Inder Sidhu con T.C. Doyle, 2016, Maggioli Editore

Le innovazioni digitali stanno trasformando il nostro modo di vivere, l’istruzione, il commercio, la sanità, i trasporti (si pensi al dirompente fenomeno Uber), le città che diventano sempre più “smart”. Tecnologie ormai consolidate (il cloud...




CONDIVIDI
Articolo precedenteConcorso Funzionario Amministrativo a Firenze: come candidarsi
Articolo successivoConcorso Cancellieri sospeso, domani la decisione

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here