Naspi disoccupazione 2017

A quanto ammonta l’Indennità di disoccupazione 2017? Nei mesi scorsi sono stati confermati gli importi massimi INPS dei trattamenti di integrazione salariale, dell’indennità Naspi, disoccupazione agricola , assegno per LSU e assegni Fondo credito per l’anno 2017.

Con circolare n. 36 del 21 febbraio 2017, infatti, l’INPS dà come definitivi gli importi previdenziali massimi in vigore dal 1° gennaio 2017. Tale previsione riguarda:

  • trattamenti di integrazione salariale,
  • assegno ordinario e dell’assegno emergenziale per il Fondo del Credito
  • assegno emergenziale per il Fondo del Credito Cooperativo
  • indennità di disoccupazione NASpI,
  • indennità di disoccupazione agricola
  • misura dell’importo mensile dell’assegno per le attività socialmente utili.

Naspi: a quanto ammonta l’assegno di disoccupazione?

L’art. 1, comma 287, della legge 28 dicembre 2015, n. 208 precisa che “Con riferimento alle prestazioni previdenziali e assistenziali e ai parametri ad esse connessi, la percentuale di adeguamento corrispondente alla variazione che si determina rapportando il valore medio dell’indice ISTAT dei prezzi al consumo per famiglie di operai ed impiegati, relativo all’anno precedente il mese di decorrenza dell’adeguamento, all’analogo valore medio relativo all’anno precedente non può risultare inferiore a zero”. In applicazione della norma citata dunque,  gli importi massimi delle prestazioni a sostegno del reddito per il 2017  restano confermati sulla base degli importi massimi dell’anno precedente, ossia sulla base dei valori indicati per l’anno 2016. Gli importi sono i seguenti.

  • Ma quali sono i requisiti per ottenere la Naspi? Per scoprirlo, clicca qui.

Indennità  disoccupazione Naspi

La retribuzione da  prendere a riferimento per il calcolo delle indennità di disoccupazione NASpI  2017 è pari  ad euro 1.195.
Dunque, l’importo massimo mensile di detta indennità, non può in ogni caso superare, per il  2017, euro 1.300.

Indennità disoccupazione agricola

Pertanto tali importi sono pari a quelli indicati nella circolare n. 48 del 14 marzo 2016 con riferimento ai trattamenti di integrazione salariale, vale a dire ad euro 1.167,91 (per ciò che riguarda il massimale più alto) e ad euro 971,71 (quanto al   massimale più basso).

Assegno per attività socialmente utili

L’importo mensile dell’assegno spettante ai lavoratori che svolgono attività socialmente utili è pari, dal 1° gennaio 2017, ad euro 580,14. Anche a tale prestazione  non  si  applica  la  riduzione di cui all’art. 26 della legge n.  41/86.

Previdenza 2017

Previdenza 2017

Gabriele Bonati - Pietro Gremini, 2017, Maggioli Editore

Il volume rappresenta un vero e proprio instant book, che ha l’obiettivo di offrire un quadro generale e di immediata intuitività circa le ultime novità intervenute nel sistema previdenziale italiano, oggetto di numerosi provvedimenti, di cui alcuni ancora in corso di...




CONDIVIDI
Articolo precedenteRedditometro 2017: in caso di Accertamento Fiscale, come difendersi?
Articolo successivoLegge elettorale: il testo dell’emendamento per il sistema “tedesco”

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here