DEF 2017 Bonus Casa incapienti

Non di poco conto il “problema” degli incapienti, ad oggetto dell’attuale manovrina fiscale all’attenzione del Governo: spesso, infatti, i cittadini che appartengono a questa fascia di reddito si trovano esclusi dal beneficio di alcuni sgravi fiscali e contributivi, nonostante riversino nella condizione economica più svantaggiosa.

Speciale DEF 2017

DEF 2017: incapienti esclusi dal Bonus Casa

Infatti, come già si è verificato in ordine al c.d. Bonus Renzi, in relazione al quale gli “incapienti”, appunto, sono stati esclusi in quanto detengono un reddito inferiore agli 8 mila euro l’anno, tale ingiustizia sostanziale riemerge nell’ambito del Bonus Casa.

In questo caso, poiché gli stessi non pagano l’Irpef, risultano obiettivamente privi del diritto di usufruire delle agevolazioni sulla casa. Per questo motivo, è stata avanzata nuovamente una proposta che cerca di far fronte all’irragionevole discriminazione emergente nel senso già precisato. In particolare, si dovrebbe permettere alle assemblee di condominio di cedere lo sconto fiscale su ristrutturazioni (50%), risparmio energetico (65%), interventi antisismici (fino all’85%), nonché alle società di servizi energetici (Esco). In questo modo, i condòmini potrebbero usufruire dei benefici fiscali tramite lo sconto che viene concesso sui lavori, a prescindere dunque dal reddito.

Per approfondire, leggi: Bonus sulla casa 2017, quali sono le nuove agevolazioni?

Riforma del Catasto: si farà mai?

Inoltre, da un punto di vista strettamente fiscale, le altre novità in pentola riguardare in primo luogo il catasto. Per l’ennesima volta, infatti, sembra sia destinata nuovamente a slittare la sua riforma. In secondo luogo, si parla di Durc, in merito alle imprese che hanno aderito alla rottamazione delle cartelle. Queste ultime, infatti, non potendo conseguire il certificato di regolarità contributiva prima dell’avvenuto versamento della prima rata, sarebbero in maniera discriminatoria escluse dagli appalti di servizi e contratti con la PA.

Iperammortamento prorogato per tutto il 2018

Discussa anche la manovra fiscale relativa alle c.d. rottamazione delle liti pendenti, nonché la disciplina di detassazione riservata ad una lista di beni intangibili, dalla quale eliminare i marchi commerciali.  Arriverebbe poi la proroga dell’iperammortamento per tutto il 2018, tra le misure programmate al fine di valorizzare le Pmi.

DECRETO FISCALE 2017

DECRETO FISCALE 2017

Giuseppe Debenedetto - Vincenzo Giannotti, 2016, Maggioli Editore

Il 24 novembre 2016 è stato definitivamente convertito, con modificazioni, il Decreto-Legge n. 193 del 22/10/2016 recante “Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili” (cd. Decreto fiscale 2017). Il provvedimento introduce...




CONDIVIDI
Articolo precedenteModello 730 Precompilato online: dove e da quando
Articolo successivoSicilia: e venne la legge che alla decadenza il sindaco portò

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here