GdF

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale un nuovo bando di concorso per 461 posti nella Guardia di Finanza. I vincitori potranno accedere all’89° corso tenuto, per l’anno accademico 2017 – 2018, dalla Scuola Ispettori e Sovrintendenti della Guardia di Finanza.

I posti messi a disposizioni sono così ripartiti:

  • 415 posti saranno dedicati ad allievi marescialli del contingente ordinario;
  • 46 per allievi marescialli del contingente di mare, (31 di questi riservati per la specializzazione “nocchiere abilitato al comando” e 15 per la specializzazione “tecnico di macchine”).

Ulteriori indicazioni sulle riserve di posti sono disponibili a questo indirizzo, all’art. 1 del bando.

Concorso guardia di finanza: le date

Il bando scade il 18 aprile 2017, termine ultimo per presentare la propria candidatura. Per farlo si dovrà accedere alla procedura informatica sul sito della GdF, compilare e inoltrare il modulo online.

Chi può partecipare al concorso?

L’accesso al concorso GdF è consentito solo ad alcune categorie. Eccole:

  • appartenenti al ruolo sovrintendenti e al ruolo appuntati e finanzieri, allievi finanzieri e ufficiali di complemento della Guardia di Finanza;
    • che abbiano meno di 35 anni di età;
    • possiedano un diploma di istruzione secondaria di secondo grado (o lo conseguano entro l’anno scolastico 2016-2017);
    • non siano stati giudicati inidonei all’avanzamento negli ultimi due anni;
    • non abbiano demeritato durante il servizio;
    • non siano stati rinviati dal corso allievi marescialli della Guardia di Finanza o da corsi equipollenti;
  • tutti i cittadini italiani:
    • che siano fra i 18 e i 25 anni di età;
    • godano dei diritti civili e politici;
    • non siano stati allontanati dall’impiego presso una pubblica amministrazione o da precedente arruolamento nelle forze armate (eccezion fatta per i casi di inattitudine al volo o alla navigazione);
    • non abbiano prestato servizio civile nazionale come obiettori di coscienza;
    • non siano condannati per delitti o sottoposti a misure cautelari;
    • possiedano un diploma di istruzione secondaria di secondo grado (o lo conseguano entro l’anno scolastico sopra riportato).

Come funziona il concorso GdF

Il concorso per entrare in Guardia di Finanza prevede varie prove:

  • una prova preliminare, che consisterà nella somministrazione di un test a crocette riguardante la lingua italiana (grammatica e sintassi);
  • un tema (prova scritta);
  • accertamento dei requisiti psico-fisici;
  • test dell’idoneità attitudinale;
  • interrogazione su cultura generale;
  • prova scritta e orale per ogni lingua straniera scelta dal candidato (facoltativo);
  • test di informatica (facoltativo).

Le prova prenderanno il via il 2 maggio 2017. Ulteriori informazioni verranno messe a disposizione dei candidati dal 21 aprile, tramite il sito della GdF (si consiglia anche di contattare il servizio al numero verde: 800669666), su cui verrà anche pubblicato il calderone da cui verranno estratti i questionari che verranno presentati ai candidati.

Quanti saranno i fortunati a superare lo sbarramento della prova preliminare? I primi 1.660 in graduatoria per il contingente ordinario, i primi 148 per il contingente di mare (124 per la specializzazione “nocchiere abilitato al comando” e 24 posti della graduatoria per la specializzazione “tecnico di macchine”).


CONDIVIDI
Articolo precedenteSondaggi partiti: l’Italia resta un Paese tripolare. Ma oggi governerebbe Grillo
Articolo successivoVoucher 2017: il Ministero corregge le regole

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here