coaching aziende

Scegli un’area della tua vita che è importante per te.

Hai già chiaro come vuoi che sia alla fine di quest’anno? Sai già dove sarai? Con chi? Cosa ci sarà di diverso rispetto ad oggi? Hai già un piano per arrivarci e stai già facendo i primi passi?

Oppure hai un desiderio vago, ma non lo hai ancora trasformato in un obiettivo con i passi per realizzarlo, una dead line e dei parametri oggettivi per capire se l’avrai raggiunto?


O ancora, non ci hai proprio pensato…. O non fai più propositi perché tanto sai già che non li metti in pratica e quindi preferisci lasciare tutto come è pur di evitarti il disagio di notare un insuccesso?

Per quanto ovvio possa sembrare, la definizione di un obiettivo è il primo passo per raggiungerlo. Il secondo è agire per realizzarlo. Questo è ancora meno scontato.

Definire obiettivi per noi stessi è ciò che fa la differenza tra vivere la vita in automatico accettando di fatto in maniera passiva quello che ci sta capitando e vivere in maniera intenzionale e responsabile. Con questo non mi riferisco solo a vite trascorse nella piatta routine o nell’apatia, ma anche a quelle piene di impegni, attività, in cui la corsa al fare è tale che non si ha il tempo di fermarsi a capire dove si sta andando, perché si sta andando proprio lì, e se questa direzione è quella che vogliamo veramente.

Avere chiari i propri obiettivi e scriverli è importante per almeno sette motivi.

1. Assumi il pieno controllo della tua vita

Quanto nella tua giornata stai agendo in automatico? Quanto è pratica intenzionale verso la realizzazione di un tuo desiderio profondo? Se non hai impostato una direzione verso cui andare, rischi di correre e correre verso il nulla o verso una meta che non è stata definita da te. E se stai perseguendo la visione di altri (per soddisfare le aspettative della famiglia, della società, dei contesti nei quali vivi) stai anche vivendo la vita che altri hanno deciso per te, allontanandoti dalla tua autenticità. È come se stessi lavorando per conto terzi usando come strumento la tua vita. Non c’è da meravigliarsi se in questo a un certo punto ti accorgi di non ottenere quello che ti rende felice. Quando invece ti fermi a riflettere e imposti la tua meta, stacchi il pilota automatico, adotti comportamenti consapevoli e intenzionali e cominci a creare qualcosa di veramente tuo.

2. Fai chiarezza sulla tua visione

Chi non stabilisce obiettivi e accetta gli eventi in maniera passiva rischia di ottenere sempre gli stessi risultati ritrovandosi dopo anni a vivere sempre le stesse cose, magari provando un senso di frustrazione per gli sforzi non andati a buon fine o di rassegnazione. Nella mia pratica professionale mi sono accorta che la maggior parte delle persone non ottiene risultati perché non sa veramente cosa vuole. Quasi tutti sanno cosa NON vogliono, ma alla domanda “cosa vuoi invece?” non tutti sanno rispondere. Come si può ottenere qualcosa se non si sa cosa si vuole? Come ci si può aspettare che le cose cambino se non si sa come si vuole che cambino? Definire e scrivere la propria visione è il primo passo verso la trasformazione dello status quo. Qualsiasi processo creativo avviene prima nella mente poi, con l’azione, nel mondo reale.

4. Diventi responsabile

Una persona respons-abile, è letteralmente, qualcuno che è in grado di fornire delle risposte e che è in grado di riconoscere ed accettare che i propri pensieri, le proprie credenze, le emozioni, gli atteggiamenti e le azioni giocano una parte fondamentale nell’ottenimento di un risultato piuttosto che di un altro. Questa responsabilità è prima di tutto responsabilità verso se stessi. Ciò significa anche che la nostra vita e quindi i nostri risultati devono stare a cuore a noi prima che a tutti gli altri. Inoltre significa che siamo noi, e non altri, che rispondiamo di quello che pensiamo, diciamo, facciamo, delle emozioni che proviamo. Siamo noi che possiamo sapere se tutto questo ci sta mantenendo sulla buona strada o se ci stiamo allontanando dalle nostre mete. Siamo noi che sappiamo se abbiamo tutte le risorse che ci servono o se è il caso di ricercarle all’esterno. Non aspettiamo più che le cose accadano, ma diventiamo parte attiva nel farle accadere.

5. Acquisti motivazione

Un obiettivo è qualcosa per cui vale la pena mettersi in gioco, e la motivazione è il grande perché che ci spinge a farlo. Quando impostiamo degli obiettivi, ci riconnettiamo con i nostri desideri più profondi e troviamo un motivo per agire. Definire gli obiettivi ci ricorda le cose che amiamo, ci porta oltre la zona di comfort, ci fa rialzare dopo le cadute, reindirizza la nostra attenzione oltre gli ostacoli e le difficoltà, ci fa perseverare quando saremmo tentati di lasciare perdere.

6. Diventi la versione migliore di te

Definire obiettivi aiuta a raggiungere il nostro potenziale più alto. Una vita senza obiettivi e senza intenzionalità è solo una ripetizione di azioni sempre uguali a se stesse. È come affondare nelle sabbie mobili  di una routine rassicurante ma piatta. Rimaniamo in quello che ci è familiare, che ci viene bene, ma che non offre di possibilità andare oltre noi stessi. Definendo gli obiettivi, definiamo ciò verso cui vogliamo tendere.

Siamo messi alla prova, ci avventuriamo per strade sconosciute, in nuovi luoghi e nuove situazioni che portano a raggiungere nuove vette. Sapere dove vogliamo andare e come faremo a capire quando ci saremo arrivati, ci rende anche in grado di capire dove ci stanno portando i nostri comportamenti e modificarli, se serve, per ottenere il risultato desiderato.

7. Ottieni il meglio dalla vita

Ogni volta che definiamo un obiettivo non stiamo più prendendo dalla vita quello che capita, ma quello che vogliamo, sapendo che possiamo aspirare ad ottenere il meglio per noi. Diventiamo in grado di operare scelte lucide e consapevoli, impariamo a definire le nostre priorità,  a selezionare con chi passare il nostro tempo, come trascorrerlo, cosa mantenere, cosa scartare.

La vita offre potenzialmente una serie infinita di esperienze che si possono fare, di persone che si possono incontrare, di cose che si possono avere, di possibilità che si possono realizzare e che spesso non  vediamo a causa dei nostri condizionamenti e delle limitazioni che imponiamo ai nostri orizzonti mentali.

Perché allora non decidere di allargarli impostando obiettivi per realizzare i nostri desideri più autentici e agire in con coerenza, tenacia e con fiducia verso la loro realizzazione?

E tu cosa hai deciso?


CONDIVIDI
Articolo precedenteLavoro: come provare i danni da stress e ottenere il risarcimento?
Articolo successivoEsenzione Canone Rai 2017: domani ultimo giorno. Chi deve pagare?

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here