crediti pa

Sono moltissime le imprese che lavorando con la Pubblica Amministrazione, nei settori più disparati, riscontrano spesso alcune problematiche dovute al ritardo nei pagamenti. Il ritardo con cui la Pubblica Amministrazione paga appalti, forniture e prestazioni professionali ha trovato una soluzione nel DL 66/2014 (Legge 89/2014) con i crediti certificati.

La certificazione del credito è il primo step per poter trasferire i crediti, con garanzia dello Stato, alla Banca e ottenere la conseguente monetizzazione. La certificazione dei crediti maturati nei confronti della P.A. avviene su richiesta del creditore attraverso la PCC (Piattaforma elettronica Certificazione Crediti) predisposta dal MEF (Ministero dell’Economia e delle Finanze): si tratta di effettuare pochi, semplici passaggi online per avanzare la richiesta.

Attraverso i crediti certificati, la PMI ha la possibilità di mettere in atto la procedura che permette di smobilizzare quanto dovuto dalla Pubblica Amministrazione.


Si tratta di crediti commerciali maturati in seguito a prestazioni come forniture ed appalti: a tale proposito il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha predisposto una Piattaforma elettronica per la certificazione crediti che, in modo assolutamente gratuito, permette di presentare l’istanza di certificazione.

Banca IFIS Impresa, forte di una esperienza pluridecennale a sostegno del credito commerciale, ha creato una soluzione apposita per questa tipologia di crediti con Tianticipo: il servizio a disposizione delle aziende che collaborano con la Pubblica Amministrazione (come enti locali, enti del servizio sanitario nazionale, amministrazioni statali) che permette di avere liquidità immediata, anticipando questo tipo di crediti e permettendo così ai clienti di coprire i costi di gestione ed eventuali investimenti.

Per fornire un’informazione completa ed esaustiva sul tema dei crediti certificati, Banca IFIS Impresa ha redatto l’ebook Guida ai Crediti Certificati, scaricabile gratuitamente, dove le imprese possono approfondire le modalità di certificazione del credito, i requisiti per richiederla e i plus a cui si può accedere una volta ottenuta.

Consigliamo questo volume:

Nuova trasparenza amministrativa e libertà di accesso alle informazioni

Nuova trasparenza amministrativa e libertà di accesso alle informazioni

a cura di Benedetto Ponti, 2016, Maggioli Editore

Il volume è una guida all’applicazione degli istituti della trasparenza amministrativa, attenta ai profili di impatto organizzativo e operativo. L’opera analizza in maniera sistematica il D.Lgs. 33/2013, così come risultante dalle modifiche introdotte dal D.Lgs. 25...




CONDIVIDI
Articolo precedenteDonazioni indirette: struttura e meccanismo di funzionamento
Articolo successivoNuovi Lea 2017, esenzione ticket sanitario: l’elenco aggiornato delle malattie

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here