digitalizzazione pa

Il colosso Microsoft Italia ha appena stretto un accordo con Maggioli Informatica, software house del Gruppo Maggioli, per riuscire a contribuire in maniera più attiva e dinamica allo sviluppo dell’innovazione e della digitalizzazione della Pubblica Amministrazione.

Per saperne di più si consiglia PA digitale: come cambia, cosa si deve sapere

Digitalizzazione PA: in cosa consiste la nuova offerta

Scopri tutte le novità del dercreto per gli enti locali nel seguente eBook:

DECRETO FISCALE 2017

DECRETO FISCALE 2017

Giuseppe Debenedetto - Vincenzo Giannotti, 2016, Maggioli Editore

Il 24 novembre 2016 è stato definitivamente convertito, con modificazioni, il Decreto-Legge n. 193 del 22/10/2016 recante “Disposizioni urgenti in materia fiscale e per il finanziamento di esigenze indifferibili” (cd. Decreto fiscale 2017). Il provvedimento introduce...



Tutti i servizi cloud di Microsoft, che si ricorda si basano sulla strategia del cosiddetto “trusted cloud”, vale a dire un cloud che si allinea ai criteri di trasparenza, sicurezza, e privacy, ovviamente in conformità con le esigenze della P.A., costituiscono un valore aggiunto per la soluzione proposta da Maggioli.

In sostanza, il nuovo servizio offerto, chiamato “City in cloud”, non costituisce altro che una soluzione innovativa capace di replicare la postazione di lavoro di un dipendente della Pubblica Amministrazione affinché si possa svolgere la propria attività non soltanto da qualsiasi luogo ma anche attraverso qualsiasi tipologia di dispositivo, migliorando contestualmente la flessibilità delle stesse prestazioni.

Un know-how tecnologico rilevante

Per quanto riguarda, quindi, il settore legato all’informatica, grazie a questo accordo il Gruppo Maggioli acquisisce un importante know-how tecnologico volto anche a consolidare il rispettivo ruolo di partner di riferimento per tutti gli Enti Locali in grado di provvedere all’assistenza ed alla consulenza necessarie per trasformare concretamente l’attuale P.A. nella futura Pubblica Amministrazione Digitale, velocizzandone l’iter di passaggio.

I benefici del progetto

Tra i maggiori benefici realizzati dal nuovo progetto congiunto Microsoft-Maggioli per la P.A. vi sono in particolare:

drastica riduzione dei costi di start-up (in tal senso bastano, infatti, la connettività ed un set di credenziali per poter fruire di servizi in Cloud);

aggiornamenti, sviluppi e patching totalmente svincolati dalle necessità di gestione interna del singolo ente locale;

esternalizzazione del rischio, disaster recovery e continuità operativa (si ricorda come l’integrità del dato sia un elemento fondamentale per cui avvalersi di un partner con una consolidata esperienza nella “data protection” è un fattore di non poco conto);

– sviluppo del lavoro geograficamente svincolato dalla location fisica.

Per saperne di più continua a leggere qui


CONDIVIDI
Articolo precedenteMutuo casa, quando è nullo?
Articolo successivoRottamazione cartelle 2016: i casi in cui conviene aderire. Cosa si deve pagare e quando

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here