AGEVOLAZIONI CASA 2017

Con l’approvazione in Consiglio dei Ministri della Legge di Stabilità 2017 sono stati confermati ed estesi i benefici fiscali sulla casa, inclusi il bonus ristrutturazioni e l’ecobonus.

Per approfondire vai qui

Bonus casa: quali novità?

Nel 2017 arriva la novità del cosiddetto “sismabonus” con agevolazioni sull’Irpef fino all’85% del costo sostenuto.

Sei interessato alla materia fiscale? Scarica qui il nostro ebook!

Di seguito ecco quali sono i benefici fiscali nel dettaglio.

Ecobonus 2017: cosa cambia?

Si consiglia lo SPECIALE ECOBONUS: TUTTE LE NOVITÀ

Il cosiddetto ecobonus, il beneficio fiscale concesso ai contribuenti che investono nel miglioramento delle prestazioni energetiche della casa, è stato confermato nella misura del 65% per ben 5 anni, dal 2017 al 2021.

Non è la sola novità, il bonus infatti aumenta e arriva al 70% del costo sostenuto per gli interventi che hanno un’incidenza superiore al 25% della superficie dell’edificio, arrivando poi al 75% per i lavori volti al miglioramento della prestazione energetica, sia invernale che estiva.

In pratica, quindi, i costi sostenuti per i lavori di efficientamento energetico sono detraibili dall’Irpef nella percentuale specificata e in 10 rate dello stesso importo.

Ecobonus 2017: chi può ottenerlo?

Possono avere accesso all’ecobonus i contribuenti che investono nella riduzione del fabbisogno energetico fino alla soglia massima di 30mila euro per gli interventi di sostituzione di impianti di climatizzazione, 60mila euro per i lavori di riqualificazione dell’involucro di edifici esistenti e per l’installazione di pannelli solari e 100mila euro per chi effettua lavori di riqualificazione energetica globale.

Inoltre, i contribuenti devono possedere la fattura relativa alle spese sostenute e il bonifico parlante contenente le indicazioni dei dati del richiedente, il codice fiscale del beneficiario e la causale del versamento.

Bonus ristrutturazioni 2017: quali novità?

Potrebbe interessarti anche SPECIALE BONUS RISTRUTTURAZIONI

Come anticipato, le agevolazioni fiscali sulle ristrutturazioni edilizie sono state confermate dalla Legge di bilancio 2017 per tutto il prossimo anno.

In questo modo, i contribuenti grazie agli incentivi possono detrarre dall’Irpef il 50% delle spese sostenute per gli interventi di ristrutturazione di immobili adibiti ad uso residenziale, fino ad un limite di spesa pari a 96mila euro per unità immobiliare.

In maniera analoga agli ecobonus, le detrazioni devono essere ripartite in 10 rate annuali.

Bonus Ristrutturazioni: chi può ottenerlo?

Non sono soltanto i proprietari dell’immobile a poter accedere al bonus ristrutturazione, ma anche gli inquilini in affitto, gli usufruttuari e i nudi proprietari.

Per quanto riguarda gli interventi detraibili, essi sono:

– le opere di manutenzione ordinaria delle parti comuni dell’edificio,

– la manutenzione straordinaria,

– la ristrutturazione edilizia,

– il risanamento conservativo.

Al fine di usufruire delle agevolazioni sulle ristrutturazioni, come per l’ecobonus, bisognerà essere in possesso della fattura e del bonifico parlante; inoltre sarà necessario presentare una dichiarazione di ristrutturazione.

Bonus mobili 2017: chi può ottenerlo?

Si consiglia di approfondire con SPECIALE BONUS MOBILI

Assieme al bonus ristrutturazioni anche il bonus mobili, che consente di detrarre dall’Irpef il 50% dei costi sostenuti per l’acquisto di arredi e grandi elettrodomestici per le abitazioni da ristrutturare, è stato prolungato per un anno. Il limite massimo di spesa è di 10mila euro.

I “grandi elettrodomestici” sono considerati gli elettrodomestici di classe non inferiore alla A+; la sola eccezione è il forno, per il quale è sufficiente la classe A.

Per quanto riguarda le condizioni per poter ottenere il bonus mobili sono analoghe a quelle previste per il bonus ristrutturazioni: quindi fattura, bonifico parlante e dichiarazione di ristrutturazione.

Sismabonus 2017: come funziona?

Come detto, una delle più importanti novità delle agevolazioni fiscali sulla casa introdotti dalla nuova Legge di Stabilità è il cosiddetto sismabonus.

Si tratta di una detrazione dei costi sostenuti per adeguare alle misure antisismiche gli immobili che si trovano in zone ad alto rischio di terremoto. La base dalla quale partirà la detrazione è del 50% del costo, tuttavia potrà crescere fino all’80% a seconda della classe di rischio ottenuta grazie agli interventi e addirittura fino all’85% nel caso in cui i lavori dovessero interessare l’intero condominio.

Come per il bonus ristrutturazione, il tetto massimo di spesa è di 96mila euro.


CONDIVIDI
Articolo precedenteReferendum costituzionale: in attesa del voto ecco come sarà il nuovo Senato
Articolo successivoDiritto all’oblio: uno, nessuno, centomila e la disgregazione dell’identità digitale

34 COMMENTI

  1. sono il titolare id un supermercato e sto facendo un adeguamento sismico su un capannone in comodato d’uso all’azienda , le spese le sostengo come azienda ma posso anche avere il sismabonus quando vado a pagare l’rpef?

  2. Dal 1 gennaio 2018 si sa se le detrazioni rimangono le stesse del 2017 o cambiano?
    Cambiano in che modo? Scusate, grazie

  3. chi non possiede un reditto ovvero busta paga,come fà ad usufruire delle agevolazioni per ristrutturazioni a per efficentamento energetico?

  4. Salve, chi si accinge a costruire un seconda casa seguendo nuovi standard di sicurezza, può avere diritto ad incentivi?.grazie

  5. Gli sgravi fiscali per tutto quanto riguarda ristrutturazioni è riservato esclusivamente a lavori riguardanti la prima casa di proprietà? Grazie.

  6. Dove posso trovare il modulo per la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà’ per inizio lavori di ristrutturazione? Grazie

  7. Buonasera
    dovendo ristrutturare casa vorrei sapere se si posso avere entrambi le agevolazioni fiscali, 50% per ristrutturazione e 65% per efficienza energetica (INFISSI – POMPA DI CALORE)
    O se sis accorpa tutto al 50%
    GRAZIE
    MARCO

  8. 1 – buongiorno dovrei cambiare le porte interne del mio appartamento. posso usufruire del bonus ristrutturazioni ed detrarre le spese recuperando il 50% in dieci anni? vi ringrazio per l’attenzione.
    2 – nella causale del bonifico oltre al cf dell’ordinante e al cf o iva del eneficiaario, quale legge e/o dpr va indicato?

  9. buongiorno,
    devo sostituire uno scaldabagno a gas per la produzione di acqua sanitaria. ho diritto ad agevolazioni fiscali (su iva e costi)? grazie

  10. Buongiorno,
    si possono detrarre le spese sostenute per il rifacimento completo limitatamente a due bagni entrambi ricadenti nella medesima abitazione di cui ho l’usofrutto?
    Grazie

  11. buongiorno dovrei cambiare le porte interne del mio appartamento. posso usufruire del bonus ristrutturazioni ed detrarre le spese recuperando il 50% in dieci anni? vi ringrazio per l’attenzione.

  12. SALVE STO INSTALLANDO UN IMPIANTO FOTOVOLTAICO POSSO USUFRUIRE ANCHE PER IL 2017 DELLA DETRAZIONE FISCALE DEL 50%?

  13. Dove posso trovare il modulo per la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà’ per inizio lavori di ristrutturazione? Grazie

  14. Salve,se il proprietario dell’immobile è un figlio che non ha reddito essendo studente,le spese di ristrutturazione ,intestate e pagate da me genitore,posso detrarle o che procedura devo fare per avere detrazioni dalla ristrutturazione dell’immobile donato al figlio?
    Grazie
    Luciano

  15. Buongiorno,
    il convivente non coniugato e non proprietario dell’immobile può detrarre ugualmente?
    Grazie

  16. Buongiorno,
    se effettuo dei lavori di ristrutturazione nell’anno 2017 (rifacimento bagni-cucina) , è possibile usufruire dell’ecobonus per rifacimento infissi in un secondo momento ? Es. fine 2017 o nel 2018 se verranno riconfermate le detrazioni ?

  17. Buongiorno. Sto ristrutturando una casa in montagna, e il geometra che si occupa della procedura burocratica (scia e permessi vari) nel preventivo che ci ha fornito ha inserito 140 euro alla voce “pratica per detrazione fiscale 50%”. Ho fatto altri lavori in passato, e non mi risulta ci sia bisogno di alcuna pratica ma solo di una scia aperta, della fattura e del bonifico parlante. E’ forse cambiato qualcosa nella finanziaria 2017?

  18. Salve,se intesto un appartamento ad una persona che non lavora quindi non ha reddito,in questo caso mia moglie in quanto siamo anche in separazione di beni, può usufruire del rimborso del 50% per la ristrutturazione?….

  19. salve ho ristrutturato casa nel 2013 con una spesa di 54 mila euro ho diritto ad avere il bonus?
    Ringrazio cordialmente.

  20. Salve,
    nel mese di agosto ho rinnovato la cucina, intesa come mobilio ed elettrodomestici, ovvero piano cotura , lavastoviglie, cappa e forno,posso usufruire del bonus pur non essendo proprietaria dell’immobile?

  21. IL BONUS SI OTTIENE ANCHE SUI VERSAMENTI EFFETTUATI AGLI ENTI PER LA RISTRUTTURAZIONE? (GENIO CIVILE, COMUNE ECC..)

  22. posso lasciare in usufrutto le detrazioni fiscali,per ristrutturazioni che ho effettuato al mio immobile,
    a un’altro????

  23. Io devo acquistare un asciugatrice e
    Un mobile. Purtroppo l’architetto mi ha chiuso la dia due mesi fa, in anticipo. I lavori di ristrutturazione sono avvenuti lo scorso anno. La dia avrebbe potuto restare aperta fino ad aprile 2018. Se acquisto dopo l’avvenuta chiusura ho diritto comunque alla detrazione se pagata con bonifico parlante? Grazie

  24. Buongiorno, ho ristrutturato il mio appartamento con interventi di risparmio energetico ma dai calcoli del commercialista non ho capienza Irpef tale da riuscire a detrarre tutta la spesa. Quindi vorrei sapere se, pur avendo fatto i bonifici parlanti con voce risparmio energetico, posso evitare la comunicazione all’enea detraendo il 50% anziché il 65% o perderei tutte le detrazioni?
    Cordiali saluti, Veronica.

  25. Vorrei capire se nel bonus mobili oltre ai condizionatori sono comprese le spese di installazione e la relativa pompa di calore. Inoltre vorrei sapere se la spesa della caldaia per l’acqua fa parte dei grandi elettrodomestici sempre del bonus mobili. Grazie

  26. Salve dovrei iniziare una ristrutturazione di 2 immobili che ora sono accatastati come immobili artigianali, visto che sono 2 numeri civici distinti ma verranno fuori 3 appartamenti.
    La mia domanda e’: posso usufruire di 2 detrazioni o solo di 1?
    grazie
    Stefano

  27. per la messa in sicurezza della casa installando grate e mettendo la porta blindata esiste ancora una detrazione ?

  28. Sto in una villetta cin esterno ancora da definire. Dovrei fare tutta la pavimentazione ma all’abitazione con raccolta acque piovane e coibentazione. Il suddetto lavoro, nella detrazione fiscale?

  29. Buongiorno,
    il rifacimento del tetto è assimilabile ad intervento che migliora l’efficienza energetica sia per l’estate che per l’inverno? Quindi 75%?
    E per quanto riguarda l’IVA? Sempre al 10% per le manutenzioni straordinarie?
    Grazie

  30. Buongiorno mi sorge un dubbio: se acquisto un immobile già ristrutturato 1,2 o magari 3 anni fa e il venditore sta usufruendo della detrazione fiscale, nel momento in cui vende l’immobile cosa succede a quella detrazione fiscale?

  31. Salve,

    una precisazione che non ho trovato da nessuna parte per quanto riguarda il rifacimento facciata di una villa.

    Se si rifà cappotto e facciata l’agevolazione rimane a 65% o , essendo che supera il 25% dell’edificio ed è una miglioria che vale sia per l’estate che per l’inverno, potremmo avere il 70% ?

    RIngrazio cordialmento

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here