assegnazione agevolata beni

Il Decreto legge semplificazioni che prevede delle agevolazioni, innanzitutto prorogando l’assegnazione agevolata dei beni ai soci al 30 novembre, sta per tagliare il traguardo.

La proroga era stata richiesta dalle associazioni di categoria e originariamente era stata fissata al 30 settembre. E’ stata la circolare n. 26/E dell’Agenzia delle Entrate che ha spiegato che l’aliquota da pagare è fissata all’8%, ossia pari alla differenza tra il valore del bene assegnato e il costo riconosciuto.

Si ricorda, che legge di Stabilità 2016 ha infatti previsto un regime fiscale agevolato temporaneo atto a consentire l’assegnazione agevolata ai soci di alcuni beni mobili e immobili che sono iscritti in pubblici registri, versando un’imposta ridotta.

L’aliquota per le società non operative o in perdita


Per le società non operative o in perdita l’aliquota da pagare è pari al 10,5% in quanto, in questo modo, si vuole regolare la situazione di quei soggetti che hanno utilizzato in maniera impropria la struttura societaria al fine di intestare beni di utilizzo familiare e personale.

Riaperta la finestra della voluntary disclosure

Novità in vista anche per quanto riguarda la finestra della voluntary disclosure che viene riaperta dando il via libera agli elenchi Intrastat per le comunicazioni e i servizi dei dati nei paesi considerati black list.

Nuove sanzioni: per chi?

Per i soggetti che si dimenticano di dichiarare la cessazione della partita IVA vengono previste specifiche sanzioni. Tuttavia il Decreto Legge semplificazioni, nel quale confluisce l’omonimo Dlgs semplificazioni, non fa fronte né alla questione dell’abolizione degli studi di settore, che così rimane a carico della legge di Stabilità per il 2017, né alla norma sull’autonoma organizzazione ai fini IRAP.

Partite IVA freelance: cosa cambierà con la legge di Stabilità 2017

Con la manovra finanziaria per il 2017 sono allo studio specifiche misure per ridurre dal 27,72% al  26,5% l’aliquota contributiva dei professionisti con Partita IVA, che sono iscritti alla gestione separata INPS, includendo anche le spese assistenziali dello 0,76%.

Rimborsi IVA: cosa cambierà con la legge di Stabilità 2017

Il Governo è alle prese anche con i rimborsi IVA e la possibilità di reintrodurre la possibilità di effettuare i modelli F24 cartacei con il saldo sopra i 1.000 euro tra i privati.

Si consiglia il seguente software

Assegnazione agevolata dei beni ai soci

Assegnazione agevolata dei beni ai soci

Studio Mattavelli, 2016, Maggioli Editore

La Legge di stabilità 2016 ha reintrodotto l’agevolazione per l’assegnazione dei beni ai soci.Si tratta di una disposizione che può portare molti vantaggi e risparmi fiscali ma che, allo stesso tempo, deve tenere conto di molteplici aspetti, non soltanto societari, ma...




CONDIVIDI
Articolo precedenteTARI 2016: in arrivo nuovi sconti? Quando e per chi
Articolo successivoDeroga ai criteri generali della prevalenza nelle Società Cooperative

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here