riforma pensioni

L’attesissimo accordo sulla Riforma Pensioni tra Governo e sindacati è atteso entro settembre.

SPECIALE PENSIONI: scopri qui l’eBook di 82 pagine in formato PDF con 1 anno di aggiornamenti inclusi inviati direttamente tramite email!

Nelle prossime settimane verrà inaugurata una nuova fase di negoziati con al centro i temi più caldi in materia di pensioni: APE, lavoratori precoci, ricongiunzioni e le altre ipotesi allo studio.


Per approfondimenti si consiglia lo speciale su RIFORMA PENSIONI: QUALI NOVITÀ

Riforma Pensioni nella prossima Legge di Stabilità

Si entra nel vivo dei negoziati tra Governo e sindacati, a seguito dei tavoli tecnici riunitesi nelle scorse settimane, affinché si arrivi entro settembre a varare le nuove misure per la flessibilità in uscita.

Al centro delle trattative saranno il ministero del lavoro, Giuliano Poletti, il sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Tommaso Nannicini e i segretari generali dei sindacati confederali, Susanna Camusso (CGIL) Annamaria Furlan (CISL) e Carmelo Barbagallo (UIL).

Come evidenziato nei giorni scorsi da Nannicini lo scopo è quello di: “Trovare un quadro complessivo più o meno condiviso”. Di toni più cauti è stata, invece, Susanna Camusso: “Siamo lontani dalla risposta fondamentale che vorremmo, che è quella di una modifica strutturale della legge pensionistica e di un sistema che permetta di introdurre la flessibilità”.

Il fatto che ci siano “spunti positivi da approfondire” è visto, infine, positivamente dal leader della UIL, Barbagallo.

I temi più importanti da discutere

1) Al centro dei negoziati sulle pensioni vi è sicuramente l’APE, anticipo pensionistico, ancora allo studio.

L’Esecutivo propone la possibilità di ritirarsi con 3 anni di anticipo sull’età pensionabile, con un trattamento (appunto l’APE), che equivale ad un anticipo sulla pensione. Si tratta di un meccanismo che sarà finanziato dalle banche) e che implica anche assicurazioni contro il rischio di decesso del pensionato prima della restituzione del prestito, erogato dall’INPS.

Dovrebbe avvenire in 20 anni la restituzione dell’anticipo pensionistico, essendo anche previsto un meccanismo di detrazioni fiscali volto ad alleggerire il peso della rete per le fasce più deboli, fino ad azzerarle.

Tra le altre opzioni in discussione vi sono poi: il trattamento per i disoccupati di lunga durata che non sarebbe a carico delle banche ma del privato, e la contemplazione del caso che vede il prepensionamento causato da crisi aziendali con relative procedure di esodo, in cui il finanziamento spetterebbe alle imprese.

2) Tra le altre proposte formulate invece dai sindacati figurano:

– la possibilità di accedere alla pensione anticipata per i lavoratori precoci, carriere discontinue, lavori usuranti;

– un eventuale bonus contributivo per i lavoratori precoci pari a 4 o 6 mesi per ogni anno di lavoro fra i 14 e i 18 anni;

– un’ipotetica revisione del sistema di adeguamento alle speranze di vita, facendolo scattare non più ogni 2 anni (dal 2019), ma con maggiori intervalli maggiori;

– la previsione di evitare di applicare un adeguamento in presenza di anzianità contributive elevate;

– un’eventuale proroga dell’Opzione Donna e novità sul fronte delle ricongiunzioni dei contributi.


CONDIVIDI
Articolo precedenteCome superare paure e fobie sociali? Dalla paura all’empowerment
Articolo successivoL’esclusione del socio nelle Srl

32 COMMENTI

  1. PER “NOI” TANTI SACRIFICI (aumento anni lavorativi, diminuzione del reddito pensioni,false anticipazioni pensionistiche,blocchi stipendi, disoccupazioni, occupazioni temporanee,ecc…) CHE CI HANNO IMPOSTO …E I VITALIZI DEI PARLAMENTARI ? TOCCANDO SOLO UNA PARTE DI QUESTI VITALIZI CI SAREBBE UN GRANDE RIENTRO…E PER I PARLAMENTARI NON SAREBBERO SACRIFICI MA RINUNCIA A QUALCOSINA DI SUPERFLUO. “NOI” CON I NOSTRI SACRIFICI MANTENIAMO IL LORO TENORE DI VITA. LORO COSA FANNO PER NOI? CHE SACRIFICI FANNO ?GLI ESEMPI DOVE SONO?

  2. CARO GOVERNO RENZI NEL 2018 D0VREI ANDARE IN PENSIONE DI VECCHIAIA OGGI HO 65 ANNI E’ 38 DI CONTRIBUTI SE VOLETE CHE IO MUOIA A 65 ANNI E’ 6 MESI,DOVETE AUMENTARE DI ALTRI 5 ANNI LA MIA ENTRATA IN PENSIONE,SPERANDO CHE TUTTI VOI SEGUACI E’ STROZZINI POSSIATE MORIRE MOLTO, MA MOLTO PRIMA DELLA MIA ENTRATA IN PENSIONE.VISTO CHE VOLETE CONTINUARE A PRENDERE PER IL CULO TUTTI COLORO CHE STANNO ATTENDENDO CON ONORE DI ANDARSENE IN PENSIONE ,MA VOI CONTINUATE A DIRE CHE SI POTREBBE FARE UNA LEGGE CHE PREVEDE L’ANTIPIPO DI QUATTRO ANNI ,MA A ME SE MI MANCA SOLO UN ANNO E’MEZZO QUALI QUATTRO ANNI DEVO ANCORA ASPETTARE?VOLETE PER FAVORE MANDARMI A FARE IN CULO IN PENSIONE ? VI RINGRAZIO TANTISSIMO SPERANDO CHE QUALCHE STRONZO DI ALTISSIMA QUOTA POSSA CAPIRE CHE VORREI ANDARMENE FORI DEL LAVORO PER FARE SPAZIO A QUALCHE ALTRO GIOVANE IN CERCA DI LAVORO.TANTI RINGRAZIAMENTI A TE RENZI E’ A TUTTI I TOI SEGUACI.

  3. dopo i 62 anni e dopo 40 anni di contribuzione lavorativa, tutti i lavori sono usuranti, lo vogliono capire o no questi incapaci ” C…………..” che ci governano?

  4. Sono solo dei servi della Troyka e di Bruxelles. Lo dimostrano ogni giorno. Nonostante il parolaio presidente finga di fare la voce grossa.L’Italia ha sovranità limitata.Non può muoversi senza che Merkel non approvi.Ha la legge pensionistica PIU’ restrittiva, ma GUAI a modificarla. Lo hanno apertamente dichiarato. La legge FORNERO non si tocca.Bella roba. Ti tengono fino a 62, 64, 66 anni sui ponteggi, nelle fabbriche, nelle corsie, giorno e NOTTE.Mentre i giovani si accontentano dei contratti di tre mesi.Questa legge ha fatto danni enormi.L’economia non è SOLO spesa pubblica.E’ anche ricambio generazionale, nuove energie.E’ una legge vergognosa e disumana.Va cambiata. Il resto è presa in giro.

  5. questa classe dirigente deve sparire in toto. Loro e i loro predecessori hanno finto di dividersi in destra e sinistra per poi votarsi una serie di privilegi che non esistono in nessuna parte del mondo . SINDACALISTI CORROTTI E COMPIACENTI hanno contribuito a dare il via libera a queste porcherie . Il sottoscritto lavora in fabbrica da 38 anni .
    l’idea di lavorarne altri sei per mantenere in piedi questo circo di papponi e parassiti mi da il voltastomaco .
    COMUNQUE AD OTTOBRE ANDRO’ SICURAMENTE A VOTARE UN BEL NO AL REFERENDUM . UN ALTERNATIVA CE L’ABBIAMO FARLI SPARIRE NELLE URNE! COME MONITO PER I PROSSIMI CHE VERRANNO. BASTA PRENDERE PER I FONDELLI LA GENTE CHE SI ALZA LA MATTINA PER ANDARE AL LAVORO E CHE DOPO TANTI ANNI DI FATICHE HA IL DIRITTO A GODERSI QUALCHE COSA|

  6. Cosa dire di più oltre a quello che avete già detto? loro parlano parlano litigano si insultano ma poi vanno tutti a cena seduti allo stesso tavolo leggono i nostri commenti, la nostra rabbia, alzano i bicchieri di buon vino, scusate di champagne e brindano ridendo di noi. forse dovremmo solo ricordarci che loro sono nostri dipendenti e spetta solo a noi licenziarli o no

  7. La MALEDETTA LEGGE FORNERO continua a fare disastri e questo governo di furbi propone la truffa dell’APE… l’APE è un imbroglio e un latrocinio alle spalle dei lavoratori per favorire ancora una volta le banche e le assicurazioni.. appuntamento al REFERENDUM COSTITUZIONALE decisamente sul NO

  8. In tv molti politici dicono che fare di tutta erba un fascio e sbagliato. Ma fatemi capire. Escludendo i 5 stelle, quale è la pecora che non bruca tutto quello che trova sul suo cammino fottendosi di noi tutti ? Basta non rischiare la poltrona del magna magna.Ve ne fottete delle pensioni, ma ricordatevi che SE STATE LI’ e’ PERCHE’ FINO A IERI VI ABBIAMO VOTATI .Oggi neanche davanti al patibolo vi voterei. UNA CLASSE DA ESTINGUERE!

  9. Non riesco ancora a capire come il popolo va ancora a votare, io ho smesso di andare 20 anni fa.
    Andrò ad ottobre per mandare a casa il signor renzi L’abusivo di palazzo Chigi.

  10. Ladri…ladri…ladri…ladri…! mi viene da piangere pensando a questi ladri politici che ci stanno buttando nella mer…a!!Loro hanno tutti i privilegi di questo mondo e noi dobbiamo lottare per sopravvivere!! Vergognatevi ladri i Montecitorio!! tutti dal primo all’ultimo, voglio provare ad escludere i 5stelle!!
    Ma con quale faccia tosta ci chiedono ancora “SACRIFICI”!! Ce lo chiede l’Europa, ma l’Europa non chiede l’adeguamento degli stipendi dei politici italiani a quelli stranieri, che guadagnano molto meno!!”

  11. E’ dal 2011 che si parla della fornero e della sua sconsiderata LEGGE!!!!!! Ma i politici di ogni casacca, i sindacalisti, mangiapane a tradimento dei lavoratori, dove erano??? e, se c’erano, … dormivano…alla firma del decreto?????????…. erano momenti eccezionali per l’Italia.., va bene, ma, a nessuno di loro è venuto a mente di stabilire una data, un rientro da quella legge infame che andava a colpire i più deboli, persone che avevano lavorato una vita…e proprio loro erano state eletti per difendere I CITTADINI !!!!!.. SE NE SONO FOTTUTI….tanto, il loro futuro era assicurato, anzi, cosi’ facendo diventavano AMICI DEGLI AMICI !!!!!!
    NOI, del ‘ 51, siamo stati colpiti piu’ di tutti nei vari passaggi della malanata fornero legge fornero!!! e quel che mi fa arrabbiare, ancora adesso.. che nessuno, ancora ne parla: ormai siamo destinati a lavorare sino a 66 anni e 7 mesi…lo stesso ( presidente della Commissione Lavoro) damiano CHE HA FATTO IN QUESTI ANNI, SE NON PARLARE E FARE DICHIARAZIONI???? APE,.. PRECOCI,…. USURANTI….E TOGLIERE L’ASPETTATIVA DI VITA…DAL 2018!!!!!!!!!!!! e, di noi, ormai nessuno parla…..ormai ci hanno fottuti…con 66 anni di eta’ e 40 di contributi…forse… ci potremo fare un prestito!!!!!!!
    anonima INCAZZATA NERA…..

  12. Per Luciano, a quanto si evince, sembra che questo fantomatico mutuo sia dovuto a tutti, non solo chi ha 40 anni di contributi, comunque se hai 40 anni di contributi sei fortunato perchè hai sempre lavorato , c’è chi ad oggi ha più di 60anni e ha iniziato a lavorare come precoce e riesce a raggiunge al max 32 – 33 anni di contributi, questo perchè non è stato fortunato e non ha potuto lavorare di continuo (non tutti i settori lavorativi sono gli stessi purtroppo), ad oggi se queste persona fossero state più fortunate di poter lavorare continuamente, si sarebbero trovati con 44 – 45 anni di contributi. Non è da pensare che chi ha lavorato per 40 anni , ha lavorato di più di uno che ad oggi con più di 60 anni ha totalizzato solo 32 – 33 anni di contributi, non credo che chi nell’arco degli anni abbia perso il lavoro, sia stato con le mani in tasca, credo che in qualche modo si siano arrangiati, altrimenti ad oggi si sarebbero trovati a morire sotto un ponte. Alle volte quando leggo che si parla solo dei 41anni di contributi, mi vien da pensare che vi credete una categoria privileggiata, ma non è così.

  13. Ricordiamoci di costoro (PD e PDL) e di quello che hanno fatto senza il mandato elettorale nel momento del voto!
    Il richiedere a chi ha più di 60 anni e più di 40 aa di contributi di fare un mutuo per andare in pensione è scandaloso: un furto dei nostri soldi e della nostra vita!!!

  14. Solita presa per il K… Chiacchiere fatte apposta per perdere tempo, con l’accordo dei sindacati che, ad arte, allungano il brodo. Costoro non faranno nulla, perché sanno che ad ottobre andranno a casa. Non fidiamoci quindi. Fanno parte della stessa cricca di venditori di fumo. I 175 milioni di euro per il boeing del citrullo fiorentino non hanno mica richiesto incontri e discussioni, no ??

  15. Ho 62 anni e 40 anni di contributi versati come lavoratore autonomo… negli ultimi 5 anni ho versato 45. 000 euro di v.v….. cosa devo fare per ottenere la mia pensione… ad ogni salvaguardia uscita hanno messo dei paletti ostacolando meschinamente le possibilità di ottenimento.. vergogna.. e i politici compreso DAMIANO sostengono che viviamo in uno stato di diritto. Gianni Santini

  16. La MALEDETTA LEGGE FORNERO continua a fare disastri insieme a questo governo di furbi o di incapaci… ma soprattutto di complici che propone la truffa dell’APE…. appuntamento al REFERENDUM COSTITUZIONALE decisamente sul NO….

  17. Mi chiedo dove erano i Bersani i Damiano i Fassina e tanti altri, quando in parlamento venne approvata la riforma Formero, che continua a fare disastri
    Il decreto salva Italia allora taglio’ anche le indicizzazione sulle pensioni sopra 3 volte la minima, ci vuole un bel coraggio a rubare 10 euro ai pensionati. Tanto loro ne prendono 15.000 al mese, ma lo sanno che milioni di lavoratori e di pensionati, se sono fortunati, quello che loro prendono in un mese , noi lo prendiamo in un anno.

  18. se ne accorgeranno ad Ottobre quando ci sara’ il referendum come voteranno gli italiani se non rivedono la
    legge fornero (scritto minuscolo appositamente)……chi rede bene ride ultimo

  19. Governo, sindacati, opposizioni,… quel Poletti (con faccia inquietante che non vorrei nemmeno come compaesano), i soldi ci sono eccome. Non ci fregate più, è che vanno in altre tasche.
    L’obiettivo è vederne morire tanti senza costi e depredare decenni di versamenti.
    Pare un film horror, invece è la realtà.
    Come si fa a non desiderare di vomitarvi addosso?

  20. Premesso che ho 62 anni e che la mia aspettative di vita è di 140 anni (naturalmente nella peggiore delle ipotesi). Chiedo ai nostri poveri politici e sindacalisti, i quali sono molto preoccupati delle sorti della nostra pensione (Ape, lavoratori precoci, ricongiunzioni, ecc…), ma veramente siete convinti che siamo un popolo di idioti? La pensione è diventata una chimera. Adesso mi rivolgo a tutte le persone che come me aspettano la grazia della “Pensione”. Molto spesso i diritti non si ottengono con le parole. Riflettiamo!!!!

  21. Vorrei chiedere ai signori sindacalisti e ai signori del governo Renzi quando si decidono di mettere fine alle continue promesse di rivedere la maledetta legge Fornero. Mi dicono a 60 una donna a cui sta x finire la mobilità ed ha 32 anni di contributi, cosa fa? Si mette fuori ai centri commerciali e chiede l’elemosina per mangiare? Maledetti tutti aziende che ci giocano approfittando, sindacati che non hanno più voce in capitolo e il governo che sta facendo tutto a favore dei politici. Loro mangiano con due guance e noi manco con una. VERGOGNOSO

  22. Non è più uno strumento per accompagnarci alla tomba perchè questa arriva prima, tutt’al più all’ospedale per ragioni fisiologiche dovute all’età..ma guardiamoci intorno, quante persone sono in grado di svolgere un’attività lavorativa efficiente e con tutti i tempi stretti e gli stress connessi, fino a 67/70 anni? Ebbene, solo chi ha attività in proprio, ma solo perchè sta aiutando e inserendo i figli come titolari e di certo può programmarsi i tempi di lavoro a seconda di come si sente, non deve rispondere ad un datore di lavoro nè giustificarsi se a 65 anni si ammala!! detto questo è utile ricordare che l’età media di vita in buona salute si aggira sui 60 anni (non l’aspettative di vita), che i contributi appartengono a quelli che li hanno versati e non sono proprietà nel del governo nè della BCE, che quando si hanno 60 anni di età e 40 di contributi, o 62/38, come si vuole, si deve aevre il diritto di accesso al riposo e a un briciolo di libertà. la riforma Fornero amlificata da questo governo fino ai limiti estremi, ci rende tutti schiavi, condanna una fascia di età precaria ed non più capace di stare ai ritmi imposti, perchè soggetta maggiormente a malattie e ai limiti biologici imposti dall’età. E’ un sistema selvaggio ed incivile che premia solamente banche e finanzieri.

  23. Penso che 41/42 anni di contributi possono bastare e vedrete che tanti li raggiungeranno quando avranno 67-70 anni

  24. se la pensione è uno strumento per accompagnarci alla tomba dico è possibile che ci siano persone che si portano dietro assegno con 4 zeri e altre che non riescono neanche a comprare il necessario per vivere? sarebbe più giusto mettere un tetto massimo e un tetto minimo affinché tutti abbiano gli ultimi anni di vita in modo dignitoso. Tutte le proposte del Governo sugli anticipi sono semplicemente ridicole esse calpestano l’intelligenza umana. Stiamo ancora aspettando che i nostri rappresentanti si diano un taglio ai numerosi e onerosi privilegi che essi hanno, se debbono tartassare e tagliare a noi poveri mortali lo si fa subito e non ci sono ostacoli o norme anticostituzionali che tengano,mentre per loro sono diritti acquisiti e per questo sacri e inviolabili.

  25. La riforma dovrebbe ricondurre il tutto ad un unico sistema pensionistico di tipo contributivo, garantendo la flessibilit in uscita. Grazie

  26. SONO ANNI ORAMAI CHE GOVERNO E SINDACATI CI PRENDONO IN GIRO , PROPONENDO MANOVRE FASULLE ATTE A FAR SLITTARE OGNI LEGGE CHE SIA A SALVAGUARDIA DI CHI DEVE ANDARE IN PENSIONE.
    ADDIRUTTURA VENGONO INVENTATE NUOVE PROBLEMATICHE CHE NULLA HANNO A VEDERE CON IL VERO NOCCIOLO DELLE PENSIONI , INTANTO I POVERI ANZIANI STANNO A LEGGERE LE BUFALE CHE SCRIVONO I GIORNALI E A SPERARE INVANO CHE GIUSTIZIA SIA FATTA.

  27. nell’articolo non si fa riferimento ai dipendenti pubblici. L’APE riguarda anche loro o no?

  28. il personale civile che lavora nei carceri a contatto con i detenuti non è incluso nei lavori usuranti!
    nessuno prende in considerazione questa categoria di lavoratori.
    questo è scandaloso

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here