contrassegno invalidi

Per ottenere il contrassegno invalidi per l’automobile cambiano le regole.

Infatti, da oggi, chiunque soffra di limitate capacità di deambulazione, per qualsiasi tipo di patologia, può ottenere previo esame medico il certificato. A stabilirlo è il Ministero dei Trasporti, che con il parere n. 1567/2016 specifica che il rilascio del contrassegno non è strettamente legato alla presenza di una patologia degli arti inferiori.

Regolamento Codice della Strada: cosa ha deciso il Ministero

E’ il parere n. 1567/2016 del Ministero dei Trasporti che specifica quanto contenuto al secondo comma dell’art. 381 del Regolamento di attuazione del Codice Stradale. In tale articolo si stabilisce che il Comune rilascia apposita autorizzazione per la circolazione dei veicoli alle “persone invalide con capacità di deambulazione impedita, o sensibilmente ridotta”.


Tramite l’autorizzazione viene emesso il contrassegno invalidi, che autorizza, tra le altre cose, a parcheggiare la vettura nelle apposite aree riservate. La definizione fornita di “persona con capacità di deambulazione impedita” è però, come si può notare, piuttosto generica: fino a oggi la norma era stata interpretata soprattutto con riferimento alla sussistenza di patologie agli arti inferiori. Con il nuovo parere, invece, il Ministero dei Trasporti propende per un’interpretazione ben più estensiva della norma.

Si consiglia il seguente volume:

Applicare la legge 104/1992

Applicare la legge 104/1992

Marta Bregolato, 2015, Maggioli Editore

Questa nuovissima Guida pratica sull’applicazione della Legge n. 104/92 - Legge-quadro dedicata interamente alle persone affette da handicap (diritti per l’integrazione sociale, per assicurarne l’assistenza e la tutela e per l’inserimento nel campo della formazione...



Contrassegno invalidi: a chi e quando viene rilasciato

Nel documento si legge che il contrassegno invalidi per l’automobile può essere rilasciato a tutti i cittadini invalidi agli arti superiori, ai disabili psichici e più in generale a tutti coloro affetti da una patologia che preclude loro una autonoma e completa mobilità. Spetta all’Azienda Sanitaria Locale di appartenenza, con ampio margine di discrezionalità, stabilire se tali condizioni sussistono.

Il Regolamento di Attuazione del Codice Stradale, inoltre, stabilisce che anche i cittadini che soffrono di invalidità motoria solo temporaneamente, a causa di un infortunio o di un trauma, possono richiedere una speciale autorizzazione e ottenere un temporaneo contrassegno. Anche in questo caso, ovviamente, l’invalidità temporanea deve essere certificata dal medico.

Contrassegno invalidi: come ottenerlo

Anzitutto, il cittadino deve recarsi pressi l’ufficio medico-legale della ASL di appartenenza e farsi rilasciare una certificazione medica che attesti la sua ridotta mobilità. Successivamente deve presentare domanda al Sindaco del Comune di residenza, allegando a essa la certificazione medica. Una volta ottenuta l’autorizzazione, questa è valida per 5 anni.

L’autorizzazione può essere successivamente rinnovata, ma il cittadino invalido deve presentare un nuovo certificato del medico curante che attesti il persistere delle condizioni di ridotta mobilità. Il contrassegno di invalidità è strettamente personale ma non è vincolato a uno specifico veicolo; ha, infine valore in tutta Italia e in tutti i paesi dell’Unione Europea.


CONDIVIDI
Articolo precedentePensione di reversibilità e anticipata: quando ho diritto all’integrazione?
Articolo successivoConcorsi Pubblici: 4 nuovi bandi per Docenti ed Educatori. Domande, requisiti, scadenze

10 COMMENTI

  1. Buongiorno mio padre ha avuto a maggio un infarto, a giugno intervento colon e settembre asportazione del polmone sx, a questo si aggiunge aneurisma aorta addominale e stà facendo la chemioterapia. Gli è stato riconosciuto Leg.104 e invalidità 100% grave. Ho fatto richiesta del contrassegno per disabili ma gli è stata negata perchè ancora cammina. Ha diritto? grazie

  2. Mi scusi ho avuto 2 operazioni,ernia del disco,la 2 operazione mi hanno messo delle protesi interspinose,è possibile chiedere il cartellino per parcheggio

  3. Buon giorno chiedo , noj Siamo sordi mio marito e sordo al 100% possiamo ottenere contrassegno x disabile? Grazie mariagrazia bernar

  4. Ho richiesto il rinnovo del contrassegno e al momento della consegna l’incaricato ha preteso €. 20,00 per diritti di segreteria. Il mio Comune può far pagare una tale somma ad un invalido di categoria protetta? Grazie

  5. mi e’ stato negato rinnovo contrassegno disabile invalido 100×100 doc incluso visite mediche in ospedale che evidenzia difficolta’ a deambulare. ricorso passano 2 mesi vorrei mandare doc uffici sanitari che controllano asl per una verifica di questo errore sanitario dove rivolgerni grazie

  6. buongiorno! cosa s’intende per “persona con effettiva capacità di deambulazione impedita o sensibilmente ridotta (art. 381, DPR 495/1992)” io ho due certificati di specialisti, un fisiatra mi attesta la possibilità di deambulazione compromessa per i 2/3, un ortopedico attesta la mia possibilità di muovemi per 100 m. per me è veramente una tragedia spostarmi in autonomia e le mie uscite sono subordinate alla disponibilità di qualcuno che mi accompagni. per il medico legale non ho diritto al contrassegno è possibile?

  7. A Taranto si rilasciano Contrassegni x accompagnatori, che vanno ad occupare Scivoli x disabili,passaggi pedonali.
    L’auto non viene mai rimossa.
    Il contrassegno vie esposto dopo il parcheggio.
    Via Aristosseno Taranto

  8. Ho una figlia disabile psichica e non è giusto togliere il pass perché mia figlia cammina guidata da me . Di male in peggio

  9. Da questo momento i psichici non possono più averlo . Camminano con i piedi ma non con la testa

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here