conseguenze brexit

Il 28 e 29 giugno, si è tenuto a Bruxelles il Consiglio europeo, l’organo che riunisce tutti i capi di Stato e governo dell’UE, per discutere le conseguenze politiche del referendum UK. I leader contano inoltre d’iniziare un dibattito sul futuro dell’Unione europea a 27 Stati membri.

Il primo ministro David Cameron ha presentato la situazione nel paese dopo il voto e dichiarato la sua intenzione di non fare richiesta dell’articolo 50 del trattato sull’Unione europea. Questa importante decisione sarà presa invece dalla nuova leadership del Regno Unito.

La reazione dei leader dell’UE è stata calma, misurata ma il loro messaggio per Londra molto chiaro e determinato: “I Leader UE capiscono che ora è necessario qualche tempo per consentire alle acque di calmarsi nel Regno Unito” ha detto il Presidente Tusk nella conferenza stampa dopo la riunione, “ma si aspettano anche che il governo britannico specifichi le sue intenzioni quanto prima.”


Altri problemi urgenti sono stati anche oggetto dell’incontro, come la crisi migratoria, l’approfondimento del mercato unico al fine d’aumentare la crescita e l’occupazione e la sicurezza dell’Unione europea in stretta cooperazione con la NATO.

Vai all’articolo completo


CONDIVIDI
Articolo precedenteFacebook: quando un “Mi Piace” ti può costare il lavoro
Articolo successivoDichiarazione IMU: oggi scadenza. Ecco chi deve presentarla, caso per caso

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here