carta d'identità elettronica

Entrerà in funzione dal 4 luglio la Cie 3.0, la nuova carta d’identità elettronica che costerà 22 euro.

Carta d’identità elettronica: ricevuto il via libera

La carta d’identità elettronica, dopo mesi di annunci, ha ricevuto il via libera ufficiale: potrà essere richiesta a partire dal 4 luglio, con una spesa che, partendo da 13,76 euro più IVA, i diritti fissi e di segreteria, dovrebbe ammontare a un totale di circa 22 euro.

L’arrivo della carta è stato comunicato da una circolare pubblicata dal sito del Ministero dell’Interno, il costo invece è stato stabilito da un recente decreto del ministero dell’Economia e delle Finanze.

Quando si potrà ritirare?


La Cie 3.0 non si potrà ritirare immediatamente in tutti i Comuni d’Italia. Si tratterà di un’introduzione graduale che avrà inizio nelle grandi città tra cui Milano, Roma, Napoli, Torino, Bologna e Firenze, per poi raggiungere via via le circa 200 amministrazioni più piccole entro settembre.

Nuova carta d’identità elettronica: come funziona?

La nuova carta d’identità elettronica, è una smart card, e come tale potrà contenere:

– impronte digitali,

– codice fiscale,

– estremi dell’atto di nascita.

La carta conterrà, inoltre, altri dati del rispettivo titolare che, al momento della richiesta, potrà dare il proprio consenso alla donazione degli organi e indicare le modalità mediante cui essere contattato, come il  numero telefonico,  l’indirizzo email o PEC.

Come richiederla?

Si potrà richiedere la nuova carta d’identità al Comune di residenza o dimora, sia nel caso in cui si tratti del primo rilascio, che in caso di furto, smarrimento o deterioramento del documento di identificazione che già si possiede.

Quali sono le modalità di consegna?

Il Comune, con la consegna delle apparecchiature prevista entro il 16 settembre, diventa operativo per emettere la nuova Cie 3.0. A partire da quella data, dunque, non sarà però più possibile avere né le vecchie carte d’identità cartacee né quelle elettroniche di prima generazione.

Per prenotare l’appuntamento in Comune, si dovrà invece indicare l’indirizzo di consegna oppure si potranno trovare tutte le informazioni utili a presentare la domanda di rilascio sulla sezione appositamente dedicata del sito www.cartaidentita.interno.gov.it .

Il documento sarà consegnato direttamente al proprio domicilio, dal momento che la certificazione viene completata mediante il Centro nazionale dei servizi demografici (CNSD) del Ministero dell’Interno. Nei  circa 6 giorni lavorativi d’attesa per la ricezione della Cie, al cittadino verrà fornito un “cartellino”, cioè un documento riassuntivo.

Quali sono i vantaggi?

La Cie 3.0, oltre a garantire più sicurezza e la possibilità di viaggiare senza problemi in tutta Europa, rivolgendosi ai gestori accreditati, consentirà anche di ottenere le credenziali di accesso allo Spid.

 


CONDIVIDI
Articolo precedenteAdozione per le coppie delle stesso sesso? Arriva il sì della Cassazione, in quali casi
Articolo successivoSe l’incarico conferito è complesso: l’avvocato è responsabile?

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here