rimborso canone rai

Il termine ultimo, utile per trasmettere all’Agenzia delle Entrate il modulo di richiesta di esenzione del Canone Rai in bolletta elettrica (che arriverà nelle case degli italiani a luglio 2016) è stato lo scorso 16 maggio.

PER TUTTI SPARENE DI PIÙ SI CONSIGLIA LO

SPECIALE SU CANONE RAI 2016: CHI PAGA E CHI NO, COME FARE

CANONE RAI: COME OTTENERE IL RIMBORSO IN CASO DI DOPPIO PAGAMENTO


Potrebbe interessarti anche Modulo Esenzione Canone Rai: invio in ritardo? Ecco le istruzioni per non pagare

Se in un nucleo familiare sono presenti 2 bollette elettriche intestate a 2 diversi membri della famiglia, al fine di evitare di dover pagare il canone Rai due volte in bolletta, nel modulo di esenzione (che, come ricordato sopra, era da inviare entro lunedì scorso) l’utente doveva compilare il quadro B segnalando, nello specifico, su quale contratto far scattare l’addebito della tassa sulla tv.

Per tutti coloro che, tuttavia, non hanno inviato per tempo la dichiarazione sostitutiva con cui richiedere l’esenzione le speranze non sono del tutto perse. A tal riguardo, infatti, per non effettuare un doppio pagamento del canone è possibile ottenere il rimborso di uno dei 2 versamenti effettuati.

Come fare: l’iter da seguire

La risposta è semplice in quanto l’utente deve procedere con la dichiarazione, anche se in ritardo, la quale ha effetto per l’intero anno di presentazione. Pertanto si consiglia a tutti i contribuenti che si trovano in situazioni analoghe di procedere quanto prima con la compilazione e la trasmissione alle Entrate del modulo di esenzione, scaricabile qui di seguito.

ESENZIONE CANONE RAI: ANCORA SPERANZE PER OTTENERLA, COME FARE

Gli utenti che non hanno proceduto ad inviare il modulo di esenzione dal canone Rai entro il 16 maggio, sono ancora in tempo per non pagare l’imposta, per quanto riguarda però soltanto il secondo semestre del 2016.

Le nuove scadenze per chiedere l’esenzione

Bisogna prestare attenzione ai nuovi termini di scadenza in quanto i ritardatari hanno tempo dal 17 maggio al 30 giugno 2016 per richiedere l’esenzione o la disdetta del canone tv.

Da come si legge sul sito dell’Agenzia delle Entrate, infatti, inviando la dichiarazione sostitutiva entro questo arco di tempo, i contribuenti potranno beneficiare dell’esenzione per il periodo intercorrente tra il mese di luglio e quello di dicembre. Per quanto, invece, attiene ai mesi compresi tra gennaio e giugno, il canone Rai verrà automaticamente addebitato nella bolletta elettrica di luglio.

POTRESTI ESSERE INTERESSATO AL SEGUENTE VOLUME


CONDIVIDI
Articolo precedenteCondomini e appartamenti: nuovi obblighi. Come ottenere detrazioni IRPEF 2016?
Articolo successivoVoluntary Disclosure bis in arrivo: quando e come funziona

2 COMMENTI

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here