concorso scuola 2016

Mentre proseguono le prove scritte del maxi concorso scuola docenti, che termineranno alla fine di maggio, sono diversi i candidati che hanno già sostenuto l’esame e che ora attendono di conoscere i risultati per l’ammissione all’orale, in programma a luglio.

PER APPROFONDIMENTI SI CONSIGLIA

SPECIALE CONCORSO SCUOLA 2016: COME SUPERARLO


Come e quando ogni docente potrà conoscere i risultati della prova scritta e della rispettiva ammissione  all’orale?

CONCORSO SCUOLA: COME CONOSCERE I RISULTATI DELLE PROVE?

POTREBBE INTERESSARTI IL SEGUENTE MANUALE:

Avvertenze generali per tutte le classi di concorso

Avvertenze generali per tutte le classi di concorso

Rosanna Calvino - Andrea Gradini, 2016, Maggioli Editore

Il manuale costituisce un indispensabile strumento di preparazione alla prova scritta e a quella orale del concorso a cattedre 2016 nelle scuole statali di ogni ordine e grado.L’opera infatti affronta, in forma sintetica, semplice e scorrevole tutte le principali tematiche richieste nelle...



Così come spiegato dal portale dedicato OrizzonteScuola.it, ogni candidato docente verrà a conoscenza dell’esito del proprio elaborato scritto secondo le modalità stabilite dal bando di concorso (CLICCA QUI PER SCARICARE IL BANDO).

Nello specifico, infatti, il bando del concorso, sia con riferimento alla scuola di infanzia e primaria, che alla secondaria di I e II grado e al sostegno afferma che:

“I candidati che conseguono l’ammissione alla prova orale ricevono da parte del competente Ufficio Scolastico Regionale – USR comunicazione, esclusivamente a mezzo di posta elettronica all’indirizzo indicato nella domanda di partecipazione al concorso, del voto conseguito nella prova di cui all’art. 6 comma 3, ovvero nelle prove di cui all’art. 6 commi 3 e 4, della sede, della data e dell’ora di svolgimento della loro prova orale almeno venti giorni prima dello svolgimento della medesima”.

L’esperienza del concorso scuola 2012 ha insegnato che non appena la Commissione conclude il lavoro di correzione delle prove scritte, avviene la pubblicazione dei relativi esiti sul sito dell’USR (esclusivamente però il nome dei candidati), senza riportare il voto conseguito.

Per motivi di privacy il voto viene, infatti, reso noto al candidato tramite e-mail, ricordandogli altresì giorno, ora e sede della convocazione per la prova orale. La comunicazione dovrà pervenire almeno venti giorni prima rispetto alla propria prova orale.

Pertanto l’indicazione per i candidati in attesa rimane quello di controllare regolarmente il sito del proprio Ufficio Scolastico Regionale.

CONCORSO SCUOLA: QUANDO CONOSCERE I RISULTATI DELLE PROVE?

Gli esiti delle prove scritte, come anticipato, saranno pubblicati man mano che le commissioni ultimeranno il lavoro di correzione, ne consegue che anche per la medesima classe di concorso alcune Regioni potrebbero terminare prima di altre.

Viceversa potrebbe prospettarsi anche l’ipotesi che vede alcune Regioni concludere in tempo per le immissioni in ruolo dell’a.s. 2016/17 e altre invece no. Il rischio che si delinea in tal senso riguarda maggiormente la scuola di infanzia e quella primaria.

CONCORSO SCUOLA 2016: COME SVOLGERE LA PROVA ORALE

COME PREPARARSI ALL’ORALE? ECCO Il MANUALE CHE FA PER TE

Lezioni simulate per la prova orale del concorso a cattedre nelle scuole di ogni ordine e grado

Lezioni simulate per la prova orale del concorso a cattedre nelle scuole di ogni ordine e grado

Pietro Boccia, 2016, Maggioli Editore

Il presente volume è un sussidio utilissimo per chi affronta la prova orale del concorso docenti 2016 perché guida operativamente il candidato nella preparazione di una lezione, elemento ritenuto fondamentale dalla selezione in corso. Come noto, la prova orale del concorso docenti...



Analogamente a quanto valido per la prova scritta, anche quella orale non potrà essere svolta nei giorni festivi né in occasione di festività religiosa ebraica nonché di festività religiose valdesi.


CONDIVIDI
Articolo precedentePiero della Francesca: cosa sapere sulla grande mostra a Forlì
Articolo successivoDichiarazione dei Redditi 2016: quali sono le spese detraibili? Tutto su Bonus IRPEF, spese scolastiche, ristrutturazioni

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here