Le nuove modalità di addebito in bolletta del canone Rai sono solo al 1° anno di applicazione ma già si prospetta l’arrivo di una proroga.

PER GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI SU RICHIESTA DI ESENZIONE E DISDETTA DEL CANONE RAI VAI AL NOSTRO SPECIALE

CANONE RAI 2016 IN BOLLETTA: COME RICHIEDERE L’ESONERO? TUTTE LE ISTRUZIONI PUNTO PER PUNTO LE TROVI NELLA CIRCOLARE DEL GIORNO N. 66 DEL 06.04.2016

MODULO ESENZIONE CANONE RAI: SLITTANO I TERMINI PER PRESENTARLO?

I termini per presentare il modulo di richiesta di esenzione (CLICCA QUI PER SCARICARE IL MODULO DI RICHIESTA DI ESENZIONE), per i soggetti che non possiedono una televisione verranno prorogati al 15 maggio.

Questo quanto appreso dalle recenti dichiarazioni del sottosegretario allo Sviluppo Economico, Antonello Giacomelli, che alla Camera in risposta alle mozioni presentate da vari gruppi politici, ha anticipato, nonostante ancora non sia uscito alcun provvedimento ufficiale, il previsto slittamento.

PRESENTAZIONE RICHIESTA DI ESENZIONE CARTACEA E TELEMATICA: PROROGATE A QUANDO?

Da quanto appreso del sottosegretario Giacomelli, dovrebbero essere prorogati sia i termini previsti per la presentazione cartacea del modulo, originariamente fissata al 30 di aprile, sia per l’invio telematico, la cui scadenza era stata stabilita al 10 maggio.

Come detto la proroga, tuttavia, non è ancora ufficiale, sembra comunque una necessità inevitabile in quanto  si delinea sempre più chiaramente l’esigenza di dover mettere tutti i contribuenti nella posizione di poter avere le adeguate informazioni circa termini e modalità corrette di invio.

Così come evidenziato dallo stesso Giacomelli, il canone Rai si ricorda che risulta dovuto soltanto  per il possesso di un apparecchio televisivo, non dovendo invece essere versato alcun importo con riguardo e tutti gli altri dispositivi, anche qualora permettano di vedere programmi televisivi (ossia smartphone, tablet e pc).

AL RIGUARDO SI CONSIGLIA ANCHE: Canone Rai 2016: quali monitor sono considerati tv? Guida alle esenzioni

CANONE RAI: GUIDA ALLA DOMANDA DI ESENZIONE, COME FARE?

La domanda di esenzione deve essere presentata utilizzando l’apposito modulo (CLICCA QUI PER SCARICARE IL MUDULO DI RICHIESTA), pubblicato sul sito della RAI, su quello dell’Agenzia delle Entrate e su quello del Ministero dell’Economia.

QUANDO DEVE ESSERE PRESENTATO IL MODULO?

1) Da un lato la presentazione dell’apposito modulo con cui richiedere l’esenzione dal pagamento del canone Rai può essere presentata nel caso in cui il contribuente non possieda una tv;

2) dall’altro, invece, il suddetto modulo può essere presentato quando il contribuente deve comunicare che l’imposta sulla tv viene già versata da un altro membro della stessa famiglia anagrafica.

Si ricorda che, in base alla normativa, il canone Rai deve essere pagato una volta sola, in maniera del tutto indipendente dal numero di televisioni possedute, e con riguardo soltanto all’abitazione principale.

MODULO RICHIESTA ESENZIONE PER SECONDA CASA: VA PRESENTATO?

Relativamente ai contribuenti che possiedono una seconda casa, in cui è presente una tv, non sono tenuti a pagare un ulteriore canone Rai oltre a quello da versare per l’abitazione principale.

MODULO RICHIESTA ESENZIONE PER CHI ACQUISTA UNA TV DURANTE L’ANNO: VA PRESENTATO?

Il contribuente che, invece, acquista nel corso dell’anno una televisione, avendo dunque presentato inizialmente la domanda di esclusione, è tenuto a comunicare il cambiamento mediante apposita autocertificazione.

MODULO RICHIESTA ESENZIONE PRESENTATO IN RITARDO: COSA SI RISCHIA?

Con riferimento, infine, a chi presenta il modello di esenzione dal canone Rai in ritardo rispetto ai termini di scadenza stabiliti, ma comunque entro la data del 30 giugno 2016, potrà beneficiare dell’esenzione soltanto però per il secondo semestre, dovendo pagare l’abbonamento tv per i primi 6 mesi dell’anno.


CONDIVIDI
Articolo precedenteFacebook: quando l’offesa diventa Reato di Diffamazione. Cosa si rischia? Come difendersi?
Articolo successivoAssegnazione Agevolata dei Beni ai soci 2016: cosa sapere

24 COMMENTI

  1. Buonasera,

    Io ho fatto tutto online anche per il 2017 dopo averlo già fatto nel 2016. Il servizio che ho utilizzato è davvero fantastico e permette di fare tutto direttamente online senza dover andare a fare la fila in posta o affidarsi ad un caf o associazione consumatori che ti fregano piu’ di 30 euro per farlo. Se non avete ancora inviato la dichiarazione per il 2017 vi consiglio di procedere dal questa pagina web https://www.letterasenzabusta.com/moduli_disdetta_canone_rai_online_2016/

  2. La bolletta elettrica della casa di residenza è intestata a me mentre quella della seconda casa è intestata a mia moglie. Mi verrà addebitato il canone rai due volte ossia uno per ciascuna bolletta oppure il” sistema” è in grado di ovviare all’errore ? Grato per una risposta esplicativa.

  3. Mia zia ha 88 anni,e in casa di riposo già da tre anni,consegnato alla Rai disdetta canone per ricovero,e ottenuto esenzione.
    Ha anche un villino dove non risiede ne va più in villeggiatura.
    Domando cortesemente, deve fare comunque dichiarazione sostitutiva relativa al canone Rai,oppure e sempre valida la disdetta fatta tre anni or sono?
    Nell’attesa di una vostra risposta,ringraziandovi, porgo cordiali saluti.

  4. Mi chiamo Francesco Aprigliano e sono sposato con Curcio Maria viviamo a Milano dove siamo RESIDENTI , e sono titolare del contatore Luce 1′ CASA mentre mia moglie a una casa in Calabria con il contatore intestato a lei Cioè 2′ CASA cosa bisogna fare per non pagare il canone Rai due Volte? Mi dite quale è il modello da spedire per l’esonero del l’abbonamento Rai della 2’Casa ? ho visto sul sito diversi modelli quale è quello giusto?. Grazie Gradirei una risposta .Francesco Aprigliano.

  5. Il contratto Enel e’ a nome di mia figlia, la proprietaria dell’immobile e’ mia moglie, il canone tv lo pago io. Cosa devo fare?
    Cordiali saluti
    Nino

  6. 18 Aprile 2016
    Il canone RAI è intestato a me (marito) e l’utenza luce è intestata a mia moglie che pagherà quindi il canone RAI. Ho sentito parlare di una voltura automatica: potete confermare ? O mi potete fare sapere se devo fare qualche cosa.
    Attendo lumi
    FRANCESCO MAZZUCCA
    francesco.mazzucca@gmail.com

  7. Abbiamo ereditato una casetta da nostro padre deceduto un anno fa. Lui era esente dal pagamento del canone da qualche anno. Abbiamo ancora tutte le utenze attive compresa quella elettrica. Cosa dobbiamo fare per non pagare il canone, lo paghiamo già tutti sulla prima casa.
    Grazie per la risposta. Cordialità.

  8. Abbiamo ereditato da nostro padre ora deceduto da un anno, una casa che era di sua proprietà. Lui era esente dal pagamento del canone da qualche anno. Attualmente è disabitata con ancora tutte le utenze attive compresa quella elettrica. Dato che per noi eredi è diventata la seconda casa, come si deve fare per non dover pagare di nuovo il canone TV?
    ATTENDO RISPOSTA. GRAZIE.

  9. Da quarantasei anni pago il canone RAI TV per l’abitazione di residenza (proprietario al 50% con mia moglie). L’intestazione dell’utenza è a mio nome.
    Mia moglie è proprietaria di una seconda casa ereditata dai genitori con utenza elettrica a suo nome.
    E’ sufficiente l’autocertificazione da presentare all’Ufficio Entrate o serve a corredo lo stato di famiglia dal quale risulta che facciamo parte dello stesso nucleo famigliare per non vedermi addebitato su due utenze il canone TV?
    Grazie e cordialità.

  10. Da quarantasei anni pago regolarmente il canone RAI per la televisione dell’abitazione di residenza (proprietario al 50% con mia moglie). l’utenza elettrica è a mio nome. Mia moglie possiede una seconda casa (ereditata dai genitori) con intestazione dell’utenza elettrica a suo nome. E’ sufficiente l’autocertificazione da presentare all’Ufficio Entrate o serve a corredo lo stato di famiglia per dimostrare che facciamo parte dello0 stesso nucleo famigliare per non vedermi addebitato il canone TV per la seconda casa?
    Codialità.

  11. Ma ancora non è stato comunicato il riferimento url telematico dove poter fare la dichiarazione telematica, il governo ha predisposto almeno questa cosa oppure deve ancora farla???

  12. Dove ho la prima casa ho due contatori, uno serve per il riscaldamento con applicata la tariffa D1 di Enel servizio di maggior tutela e l’altro con Enel mercato libero per la normale energia della casa. Ho anche una seconda casa.
    A chi mi posso rivolgere per evitare di pagare 3 volte il canone. Grazie
    Deanna

  13. possiedo una immobiliare che affitta a studenti o persone con spostamenti temporanei.
    le utenze sono tutte intestate all’immobiliare.
    che devo fare in questo caso:
    camere occupate da più studenti chi paga?
    camere occupate da inquilini che domiciliano per 4/5 mesi?
    camere sfitte?
    cordiali saluti, grazie
    VALENTINA

  14. mi e’ arrivata la bolletta del canone rai speciale avendo io una attivita’ commerciale ma io in questa attivita’ non ho nessun apparecchio radio/televisivo.Cosa fare, basta non pagare o devo fare altro ? GRAZIE

  15. Perché non risolvere il problema in maniera più semplice? Criptare i canaliRAI a chi non vuole pagare perché non interessato ad essi.

  16. Io ho una seconda casa intestata a me ,dove non ho la residenza .Sono sposata e residente con mio marito,che paga canone RAI da sempre .Devo pagare ugualmente il canone x la seconda casa ?grazie anticipatamente

  17. Sono Cosimo, ho la nuda proprietà di una casa in quanto mia madre ha l’usufrutto. Viviamo insieme, per cui abbiamo la stessa residenza a quel civico, ma mentre io pago da anni il canone a me intestato mia madre paga la bolletta energetica a lei intestata. Il mio canone verrà automaticamente annullato e caricato sulla bolletta di mia madre (avendo sia il canone , sia la bolletta lo stesso indirizzo) o cosa devo fare? Saluto cordialmente e ringrazio.

  18. Buongiorno,
    al momento io pago il canone e la bolletta è a nome di mia moglie.
    Devo fare qualche comunicazione o in automatico a me non arriverà più niente?
    Grazie e cordiali saluti.

  19. Coppia convivente, il canone è intestato da anni a me mentre la bolletta è intestata alla mia convivente.
    Cosa dobbiamo fare. Dovremmo pagare due canoni uno con il bollettino postale, come ho sempre fatto, e l’altro con l’addebito sulla bolletta?

    Cordialmente

    Federico

  20. La bolletta è intestata alla mia convivente mentre io pago il canone da oltre trenta anni e i televisori sono di mia proprietà, anni cosa devo fare?
    Potrei versare un solo canone a mio nome, come sempre, attraverso il bollettino postale?

  21. OLTRE ALL’ABITAZIONE PRINCIPALE DI CUI PAGO REGOLARMENTE IL CANONE, POSSEGGO UN’ABITAZIONE EREDITATA DAI MIEI GENITORI CON QUESTA SITUAZIONE: PROPRIETA’ DELLA CASA INTESTATA A ME PIU’ DUE SORELLE, CONTRATTO ENEL INTESTATO A MIO PADRE, CANONE RAI INTESTATO A MIA MADRE E GIA’ DISDETTO DAL 2008. COSA DEBBO FARE, VISTO CHE LA CASA DEI MIEI GENITORI E? DISABITATA??? GRAZIE

  22. DEVE AVERE UN REDDITO MASSIMO DI (euro 6.713,98 annui ALTRIMENTI PAGA ANCHE LEI/LUI .IL REDDITO E’ RELATIVO AL NUCLEO FAMILIARE

  23. al momento io pago il canone e la bolletta è a nome di mio marito, devo fare qualcosa o a me non arriverà più niente?
    grazie

  24. Quando la bolletta Enel é intestata ad una persona che ha 88 anni può avere l’esenzione e cosa devo
    fare ?
    cordiali saluti. maria

SCRIVI UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here